Contratto di servizio di Trenitalia. Il sindaco di Patti contro la rimodulazione degli orari - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Contratto di servizio di Trenitalia. Il sindaco di Patti contro la rimodulazione degli orari

Salvatore Di Trapani

Contratto di servizio di Trenitalia. Il sindaco di Patti contro la rimodulazione degli orari

giovedì 01 Dicembre 2016 - 23:35
Contratto di servizio di Trenitalia. Il sindaco di Patti contro la rimodulazione degli orari

Gli orari proposti da Trenitalia per la tratta Palermo – Messina continuano a destare numerose perplessità. Dopo il malcontento dei pendolari, che avevano presente le proprie difficoltà, anche il sindaco di Patti dice la sua. “Il nuovo orario penalizza pesantemente l’utenza in arrivo e in partenza dalla stazione di Patti e dalle altre stazioni ferroviarie della fascia tirrenico – nebroidea”.

Entreranno in vigore l'11 dicembre i nuovi orari proposti da Trenitalia, che tanto avevano fatto discutere e che avevano destato le lamentele del “comitato pendolari”. Numerosi i disagi lamentati, come la presenza di alcune “ore vuote” nella tratta Palermo – Messina e Patti – Santo Stefano di Camastra. Sulla questione interviene adesso anche il sindaco di Patti, Mauro Aquino.

“Condivido appieno le contestazioni mosse dal Comitato Pendolari alla direzione regionale di Trenitalia e ai vertici dell’assessorato alle Infrastrutture e Mobilità e le proteste dei tanti studenti che quotidianamente raggiungono gli Istituti Scolastici pattesi, fortemente penalizzati da questa nuova programmazione –ha dichiarato il primo cittadino- In particolare va stigmatizzata la soppressione delle fermate di Gioiosa Marea e Brolo nella corsa delle 13.20 che costringerà gli studenti pendolari e le loro famiglie a ricercare soluzioni alternative per tornare a casa, con gravi disagi facilmente immaginabili”.

Sono diverse le corse “incriminate” sulle quali viene posto l’accento. Tra queste quelle dei treni 12763 e 30263, per le quali si richiede il ritorno al vecchio orario. Ma a far discutere di più e a scatenare la polemica è ben altro: “Appare inaccettabile –ha aggiunto Aquino- la soppressione dei treni 3837, 12783 e 3839, senza i quali la stazione di Patti rimarrebbe sguarnita del servizio ferroviario in direzione Palermo durante la fascia oraria delle 18.00 e tra le 19.17 e le 20.55. E’ chiaro –ha concluso- che la nuova programmazione di Trenitalia non risponde assolutamente alle esigenze del territorio. Chiederò al più presto un incontro con i vertici di Trenitalia per far presente la situazione”.

Insomma, la questione sembra meno che conclusa. Nei prossimi giorni sicuramente torneremo sull’argomento ma per il momento gli orari restano invariati, con tutte le conseguenze del caso.

Salvatore Di Trapani

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007