Una schiacciante Orlandina trionfa in Gara3 al PalaFantozzi - Tempostretto

Una schiacciante Orlandina trionfa in Gara3 al PalaFantozzi

Redazione

Una schiacciante Orlandina trionfa in Gara3 al PalaFantozzi

sabato 14 Maggio 2022 - 06:45

Vittoria netta per l'Orlandina in Gara3 contro Nardò. Rimane aperta la serie e domenica si torna in campo a Capo D'Orlando per forzare la serie playout a gara5

CAPO D’ORLANDO – L’Orlandina si aggiudica gara 3 del playout contro Nardò col punteggio di 91-64 e allunga la serie in una gara mai in discussione, davanti al pubblico delle grandi occasioni al PalaFantozzi. Dopo aver perso di un soffio le prime due sfide in terra pugliese, i paladini di coach David Sussi dimostrano di avere ancora tanto da dire in questa stagione.

Migliori realizzatori della gara Mack e Poser, che chiudono rispettivamente con 25 e 17 punti. In doppia cifra anche King con 14 ed Ellis con 12. Domenica sera alle 20:30 le due formazioni saranno nuovamente sul parquet del PalaFantozzi per un’altra battaglia, con un solo obiettivo: vincere e portare la serie a gara 5.

Orlandina – Nardò 91-64

È pazzesco l’avvio di gara dei paladini, con le bombe di Ellis e Mack per il 6-0. Al minuto due Poser schiaccia l’8-0 su assist di Vecerina, ma contemporaneamente frantuma il vetro del tabellone. Durano mezz’ora le operazioni di sostituzione, ma alla rirpesa del gioco King porta i paladini sul 10-0. Da qui la partita prende la piega delle prime due: i ritmi sono alti e si segna tanto, così Nardò trova il -1 guidata da Ferguson (13-12). Capo d’Orlando è in scia e le buone iniziative di Vecerina, Poser e King – che dopo una stupenda inchiodata chiama a raccolta il PalaFantozzi – permettono a Mack di chiudere il primo quarto sul 30-20.

Il secondo parziale si apre con le triple di Ferguson e La Torre, mentre Mack chiude il lob. Si rallenta il ritmo della gara, e Ferguson ne approfitta per riavvvicinare ancora Nardò. I paladini non ci stanno e riprendono il largo con Ellis, Mack, Poser e Traini per il +14 (49-35). Il parziale però si chiude con un parziale di 0-8 di Nardò, che manda le squadre negli spogliatoi sul 49-43.

Alla ripresa del gioco Nardò riesce a riavvicinarsi fino al -4 con Amato (54-50), ma l’Orlandina non ha intenzione di mollare e lo dimostra con cinque minuti di qualità, in cui Nardò riesce a segnare esclusivamente dalla lunetta e i paladini, guidati da King e Mack, volano sul +21 (74-53), Poletti sblocca i suoi dopo cinque minuti di digiuno e Ferguson chiude il parziale sul 74-57.

Due punti di Poser e due di Ellis aprono l’ultimo quarto riportando i paladini sul +21. Jerkovic prova a tenere vive le speranze dei pugliesi, ma sono Bartoli e Mack a consegnare il massimo vantaggio ai paladini, +27 (87-60), a 6′ dalla fine, quando inizia il garbage time. I ritmi della gara rallentano, coach Sussi dà minuti alla sua panchina mentre gli uomini in campo correggono il loro tabellino e alla sirena finale il tabellone recita 91-64.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007