Unione dei Comuni Naxos-Taormina, si punta a servizio unico su randagismo - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Unione dei Comuni Naxos-Taormina, si punta a servizio unico su randagismo

Gianluca Santisi

Unione dei Comuni Naxos-Taormina, si punta a servizio unico su randagismo

giovedì 06 Agosto 2020 - 12:00
Unione dei Comuni Naxos-Taormina, si punta a servizio unico su randagismo

Durante la seduta del Consiglio si è discusso anche dei problemi legati all'emergenza Covid, con particolare attenzione alla crisi economica che ha investito il territorio

TAORMINA – Si è tenuta la seconda seduta del Consiglio dell’Unione dei comuni comprensorio Naxos-Taormina dopo l’ingresso del Comune di Taormina. Gli argomenti all’ordine del giorno prevedevano l’esame della situazione emergenziale da Covid-19, con l’annesso problema della sicurezza del territorio, e un atto di indirizzo, votato poi all’unanimità, rivolto alla giunta dei sindaci, che prevede – presumibilmente dal mese di settembre – l’adozione di un servizio in comune per la gestione del randagismo.

La discussione si è aperta con una premessa del Presidente del Consiglio Amoroso sulla situazione legata al coronavirus. Successivamente è intervenuto il consigliere Faraci che ha invitato l’assemblea ad osservare un minuto di silenzio per le vittime. Il consigliere taorminese ha poi concentrato il proprio intervento sulla necessità di porre in essere tutte le azioni necessarie ad aiutare la collettività, in particolar modo le categorie degli imprenditori e conseguentemente dei lavoratori stagionali che senza l’aiuto delle amministrazioni, della Regione e del Governo, avranno seri problemi da settembre ad aprile del prossimo anno.

Faraci ha poi lanciato la proposta di un accordo momentaneo tra le amministrazioni dell’Unione affinché quelle con un corpo di polizia locale più corposo possano aiutare le altre in difficoltà sotto questo punto di vista.
Stesso problema di sicurezza è stato rilevato anche dalla consigliera Licciardello che ha chiesto un maggior controllo del territorio, indicando inoltre nella gestione del randagismo il servizio da affidare all’Unione poiché già esitato positivamente da tutti i consigli comunali negli anni precedenti, tranne da quello taorminese che all’epoca non faceva parte dell’ente sovracomunale .

Poi gli interventi di tutti i sindaci presenti si sono concentrati sull’analisi della situazione sia sociale e soprattutto economica.
Infine, la votazione dell’atto di indirizzo sul randagismo consentirà alla giunta dei sindaci di provvedere all’istituzione di un servizio comune già dopo l’estate.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007