L’Autorità Portuale e la gestione del Demanio marittimo. Il Genio Civile scrive alla Regione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

L’Autorità Portuale e la gestione del Demanio marittimo. Il Genio Civile scrive alla Regione

L’Autorità Portuale e la gestione del Demanio marittimo. Il Genio Civile scrive alla Regione

giovedì 17 Gennaio 2013 - 17:14
L’Autorità Portuale e la gestione del Demanio marittimo. Il Genio Civile scrive alla Regione

Il Genio Civile chiede una ridefinizione dei limiti territoriali della circoscrizione dell'Autorità Portuale in relazione all'attività non afferente quella portuale. Se ne parlerà venerdì pomeriggio in un’assemblea cittadina all’Irrera a mare

Il Genio Civile ha richiesto al presidente della Regione, Rosario Crocetta, di riconfigurare la gestione del Demanio marittimo, ridefinendo ruoli e compiti dell’Autorità Portuale. Se ne parlerà domani pomeriggio, all’Irrera a Mare, in un’assemblea cittadina nella quale il Genio Civile esporrà le motivazioni giuridiche, economiche, tecniche e ambientali per le quali ha deciso di sollecitare tale intervento alla Regione.

“Appare evidente – scrive il Genio Civile – che l’attività dell’Autorità Portuale si esplica in aree territoriali del Demanio Regionale in un ambito urbano di notevole valore paesaggistico ed ambientale. Lo sfruttamento e l’utilizzo delle aree demaniali, escluse quelle portuali, date in concessione dall’Autorità Portuale comporta l’incameramento dell’Ente e quindi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti degli oneri concessori, che in alcuni casi, data la notevole estensione territoriale delle concessioni assentite, raggiunge presumibilmente importi finanziari cospicui che di fatto non vengono incassati dalla Regione Sicilia. Peraltro in alcuni casi, soprattutto relativamente al territorio del Milazzese la collettività soggiace ai danni di natura ambientale scaturiti dall’attività prettamente privatistica esercitata nel Demanio Marittimo Regionale, senza che la Regione incameri i relativi canoni concessori. Stante ciò, si ritiene utile che vengano attivate le iniziative, anche di carattere legislativo, finalizzate ad una ridefinizione dei limiti territoriali della circoscrizione dell’Autorità Portuale in relazione all’attività non afferente quella portuale e/o ad una riassegnazione e rimodulazione dei canoni concessori conseguenti all’utilizzo, non portuale, negli ambiti costieri del Demanio Marittimo Regionale”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. mah….

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007