Asse viario Milazzo-Giammoro. Entro l'anno la gara d'appallto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Asse viario Milazzo-Giammoro. Entro l’anno la gara d’appallto

Salvatore Di Trapani

Asse viario Milazzo-Giammoro. Entro l’anno la gara d’appallto

venerdì 22 Settembre 2017 - 05:05
Asse viario Milazzo-Giammoro. Entro l’anno la gara d’appallto

Sarà avviata entro l'anno la gara d'appalto che permetterà l'avvio dei lavori di rifacimento dell'asse viario Milazzo-Giammoro. Un opera dal costo complessivo di 2 milioni e 600mila euro.

Ultime fasi prima dell'avvio della gara d'appalto per il rifacimento dell'asse viario Milazzo-Giammoro. L'arteria industriale, chiusa a causa della pericolosità del manto stradale dissestato, è ormai preclusa al transito degli abitanti della zona da diversi mesi. Il progetto esecutivo, inserito fra gli interventi infrastrutturali da realizzare nell’ambito del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Messina, è stato già approvato e attende adesso la validazione del Rup.

“Comprendiamo i disagi per la chiusura dell’asse viario, determinata da motivi di sicurezza -dichiara l'ufficio periferico Irsap di Messina- Al momento stiamo lavorando per avviare le opere di riqualificazione e già entro la prossima settimana il progetto sarà validato dal Rup. Conclusa la fase di approvazione amministrativa si potrà procedere quindi all’assegnazione degli appalti”.

I tempi previsti per l'assegnazione degli appalti, e dunque per l'inizio effettivo dei lavori di riqualificazione, sembrano essere particolarmente ridotti. L'Irsap, infatti, ha dichiarato che entro l'anno sarà possibile concludere la fase di gara.

Nello specifico si provvederà a rifare l'intero manto stradale, a rimuovere le levette e a realizzare tre rotatorie. L'intera opera avrà un costo complessivo di 2 milioni e 600mila euro.

Un importante passo avanti, dunque, che tuttavia si scontra con l'assoluta incuria in cui verte la zona. Sono oltre 10 i punti dell'asse viario nei quali si rilevano abbandoni abusivi di rifiuti, una pratica particolarmente diffusa nella zona che desta non poche preoccupazioni.

“I cinque comuni che ricadono sulla zona industriale effettuano la raccolta differenziata eppure la cattiva e insana abitudine di abbandonare rifiuti in zone non adibite è particolarmente diffusa -ha aggiunto l'Irsap- Questo nonostante, ad esempio, il comune di San Filippo del Mela abbia apposto una telecamera per la videosorveglianza e abbia anche fatto scattare delle multe a chi apponeva rifiuti abusivamente”.

L'Irsap ha poi concluso individuando nei comuni della zona i responsabili della rimozione dei rifiuti abbandonati e suggerendo, al tempo stesso, la realizzazione di varchi controllati da telecamere nei vari punti di accesso.

Salvatore Di Trapani

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007