Villa Salus per la mensa di Sant’Antonio - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Villa Salus per la mensa di Sant’Antonio

Vittorio Tumeo

Villa Salus per la mensa di Sant’Antonio

venerdì 11 Dicembre 2020 - 08:22

La clinica ha donato alimenti per 2.500 pasti

Quello che verrà tra poco è certamente per tutti un Natale diverso. Diverso dai precedenti senza dubbio, ma diverso anche per ognuno di noi che ci apprestiamo a viverlo con uno spirito insolito e di speranza per venir fuori dalla pandemia. Non tutti infatti avranno la possibilità di trascorrerlo nel calore domestico e purtroppo saranno in molti a non avere nemmeno qualcosa da portare in tavola, molti più di quanti crediamo. È per questo che occorrono specificamente di questi tempi gesti di generosità come quello della casa di cura Villa Salus, grazie alla quale la mensa di Sant’Antonio potrà servire oltre duemilacinquecento pasti per i bisognosi costretti a bussare alle sue porte, persone alle quali una società sempre più imbarbarita non riesce ad assicurare il rispetto e la dignità che sono dovuti ad ogni essere umano.

La clinica privata, eccellenza della sanità siciliana che da oltre sessant’anni opera a Messina costituendo un importante polo di riferimento del settore, ha offerto alla mensa dei poveri quasi 1000 kg di generi alimentari vari tra pasta, salsa di pomodoro, tonno, legumi in scatola, latte, olio ed altro ancora, più 250 panettoni per festeggiare il Santo Natale. Un gesto importante per essere vicini a chi è in difficoltà, soprattutto nella nostra città, dove i report che misurano lo stato di salute dei comparti lavorativi presentano riscontri impietosi che tracciano l’immagine di una realtà in cui i poveri sono purtroppo in continuo aumento.

Gustavo Barresi con la responsabile della mensa Elena Ricciari

Sulla scorta del sistema di erogazione dei pasti praticato in clinica – afferma il Prof. Gustavo Barresi, a nome della famiglia Barresi, titolare della Villa Salusci è parso naturale voler fare lo stesso in favore di una realtà così importante come la mensa dei poveri di Sant’Antonio. Nulla di speciale, un piccolo gesto per testimoniare una presenza in supporto dei meno fortunati, che in questo momento di generale difficoltà per tutti quanti è quasi un atto dovuto”. La donazione alimentare promossa dalla storica casa di cura di Viale Regina Margherita, nata nel silenzio dello spirito autentico proprio del servizio in aiuto al prossimo, ha suscitato l’attenzione dei media locali.

Il cinismo e l’indifferenza in cui stiamo sprofondando impongono di parlarne proprio perché è importante infatti che iniziative come quella posta in essere da Villa Salus possano essere da esempio per tutti, dalle aziende più o meno grandi, alle associazioni tout court e persino ai singoli cittadini. Ci si accorge così di come un “piccolo” gesto possa in realtà significare tantissimo e se tutti quanti, nei limiti delle nostre possibilità, offriamo il nostro contributo, soprattutto in questa fase storica segnata dall’epidemia che si farà ricordare anche per i suoi precipitati di carattere economico, riuscire, come in questo caso, a sfamare una bocca in più con un pasto caldo sarà sicuramente possibile.

Vittorio Tumeo

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x