Viviana e Gioele, famiglia vuole gli atti dell'inchiesta - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Viviana e Gioele, famiglia vuole gli atti dell’inchiesta

Alessandra Serio

Viviana e Gioele, famiglia vuole gli atti dell’inchiesta

mercoledì 16 Settembre 2020 - 22:08
Viviana e Gioele, famiglia vuole gli atti dell’inchiesta

I Mondello hanno chiesto di visionare le carte dell'indagine tecnica sull'incidente tra l'auto di Viviana e il furgoncino: potrebbe aver causato lesioni a Gioele?

I legali della famiglia Mondello hanno chiesto gli atti dell’inchiesta di Patti sul Giallo di Caronia. “Vogliamo vederci chiaro sull’incidente avvenuto a Viviana, ci sono troppi elementi che ancora sono oscuri“, spiegano gli avvocati Pietro Venuti e Claudio Mondello. L’intento è, proseguono, sottoporre la documentazione all’esame dei loro consulenti.

I legali hanno quindi inviato alla procura di Patti, guidata dal Procuratore Capo Angelo Cavallo, un’istanza affinché sia permesso al consulente di parte di analizzare la dinamica dell’incidente, avvenuto nella galleria Pizzo Turda sulla A20 Messina-Palermo, tra la Opel di Viviana Parisi e un furgone condotto da operai della manutenzione dell’autostrada.

Gli avvocati precisano che la “discovery” è stata chiesta limitatamente alle carte che riguardano l’incidente che ha stoppato l’auto di Viviana sulla A20 e l’impatto col furgoncino della manutenzione Enel: “La richiesta è stata fatta affinché il consulente di parte possa avere una visione completa ed egualitaria di tutti gli elementi probatori. La nostra istanza è stata accolta e ora speriamo si possa fare chiarezza”.

I rilievi sui due mezzi coinvolti e gli elementi raccolti nella galleria Pizzo Turda della A20 sono stati eseguiti nei giorni scorsi. E proprio da questi, secondo i Mondello e i Parisi, sono arrivati elementi che fanno pensare ad un impatto violento dell’auto di Viviana. Elementi, quindi, che potrebbero aprire la strada a quel che i familiari hanno sempre pensato come più probabile: che Gioele si sia fatto male nell’incidente. Per saperne di più sarebbero necessari i risultati degli ulteriori esami sul Gps del furgone degli addetti alla manutenzione Enel, per stabilire a che velocità procedeva il mezzo.

“Dagli esami svolti sulla macchina di Viviana e sul furgone – aveva detto l’avvocato Venuti – non possiamo ancora escludere che Gioele sia morto per un colpo avvenuto durante l’incidente che gli avrebbe potuto causare una emorragia celebrale e lo avrebbe fatto morire dopo nelle campagne di Caronia. Ed è probabile che lo stesso furgone abbia tentato di invadere la corsia di sorpasso investendo l’auto della donna”.

Della stessa opinione i legali di Luigino Parisi, il papà di Viviana. “Incidente lieve? Non ci sembra proprio, l’urto tra i mezzi è stato importante” ha commentato su Facebook l’avvocato Nicodemo Gentile, pubblicando una foto della Opel Corsa.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007