La Vara mette tutti d'accordo, Franza pagherà i fuochi d'artificio. L'organizzazione prosegue - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

La Vara mette tutti d’accordo, Franza pagherà i fuochi d’artificio. L’organizzazione prosegue

Francesca Stornante

La Vara mette tutti d’accordo, Franza pagherà i fuochi d’artificio. L’organizzazione prosegue

giovedì 31 Luglio 2014 - 11:44
La Vara mette tutti d’accordo, Franza pagherà i fuochi d’artificio. L’organizzazione prosegue

L'assessore Tonino Perna ha illustrato gli ultimi aggiornamenti nell'organizzazione della processione. Contributo da parte della famiglia Franza e della Banca Unicredit. In vendita i biglietti della lotteria, attivato il codice Iban per le donazioni, distribuiti in città gli 80 salvadanai per raccogliere le offerte dei cittadini

La lettera inviata a inizio mese alle aziende private per chiedere il consueto sostegno economico per la processione della Vara fino ad ora aveva sortito pochi effetti. A suscitare maggiore scalpore era stata l’assenza della famiglia Franza che con il gruppo Caronte e Tourist ha da sempre rappresentato uno dei massimi sponsor della manifestazione più attesa dai messinesi. Lo scontro sui tir aveva evidentemente inasprito gli animi, tanto da segnare il silenzio dei Franza sulla Vara. La pace però è stata fatta. E’ bastata una telefonata dell’assessore Tonino Perna per ritrovare l’intesa, almeno su questo fronte. “La profonda sensibilità dell’ingegnere Vincenzo Franza ha fatto sì che anche per questa edizione ci sarà il contributo del gruppo Caronte e Tourist, non era giusto che per uno scontro con l’amministrazione pagasse la città” ha dichiarato questa mattina l’esponente della giunta Accorinti in conferenza stampa. La famiglia Franza si è impegnata a finanziare i fuochi d’artificio che altrimenti il Comune non avrebbe potuto pagare. Non ci sarà la tradizionale donazione diretta al Comune, sarà il gruppo ad occuparsi direttamente dei giochi pirotecnici. E’ però un aiuto importantissimo che fa tornare il sereno e rende il lavoro più semplice. Un’altra importante adesione è arrivata dalla Banca Unicredit che contribuirà con 3 mila euro che si vanno ad aggiungere agli altri 4 mila offerti da Fire spa, Caffè Barbera, Miscela d’oro e Confindustria Messina, e ai 47 mila che ci sono nelle casse comunali.

L’assessore Perna ha illustrato stamani gli aggiornamenti sull’organizzazione della Vara e dei Giganti edizione 2014 e sugli altri eventi agostani, mostrando un pizzico di serenità in più rispetto ai giorni scorsi. “Le difficoltà economiche ci sono ancora ma la macchina organizzativa ormai è in moto e la Vara ci sarà come tutti gli altri anni” ha sottolineato Perna. Insieme a lui Renzo Di Chio del “Comitato Agosto Messinese” e Marco Bellantone, promotore dell’iniziativa 80 salvadanai. “Come ho avuto già modo di ribadire in altre occasioni – ha dichiarato l’assessore Perna – l’Amministrazione comunale, per garantire alla collettività messinese la realizzazione dell’evento, nella consapevolezza della particolare situazione economico-finanziaria del Comune, ha promosso varie tipologie di libere donazioni. Ottanta salvadanai sono stati distribuiti in altrettanti esercizi commerciali cittadini, per attivare una raccolta di donazioni da parte dei cittadini, mentre sono stati già messi in vendita, al costo di 2,50 euro, i biglietti di partecipazione alla lotteria, con estrazione finale fissata al 30 agosto. Il ricavato dei tagliandi contribuirà a finanziare le manifestazioni agostane”. Il programma è ancora tutto da definire. Si può anche contribuire con donazioni utilizzando il codice Iban del conto corrente bancario intestato al Comune di Messina IT89N0200816511000300034781, causale “Contributo Vara”. E’ stato predisposto il sito www.agostomessinese.it, dove si possono raccogliere tutte le informazioni necessarie.

I due comitati sono costantemente al lavoro, non può farne parte in alcun modo chi ha procedimenti penali sulle spalle. L’assessore ha poi ribadito che sulla machina votiva non ci sarà alcun capo Vara, neanche il Sindaco Accorinti, solo due sbandieratori per coordinare la processione. Il 15 agosto è ormai alle porte. L’organizzazione non ha intenzione di farsi trovare impreparata, nonostante i tanti ostacoli trovati sul cammino.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

18 commenti

  1. Viva Maria Viva la Vara Viva Messina

    0
    0
  2. Viva Maria Viva la Vara Viva Messina

    0
    0
  3. indignatosiciliano 31 Luglio 2014 12:46

    Che squallore…..ma fare queste cose per ripristinare l’economia e il lavoro in città??? e così continueranno a mangiare sempre la solita feccia della città con d’accordo tutti…

    0
    0
  4. indignatosiciliano 31 Luglio 2014 12:46

    Che squallore…..ma fare queste cose per ripristinare l’economia e il lavoro in città??? e così continueranno a mangiare sempre la solita feccia della città con d’accordo tutti…

    0
    0
  5. Peccato!!! Passo falso dell’amministrazione. Sarebbe stata una cosa rivoluzionaria salvare la città da quell’isteria medievale di massa chiamata Vara e invece dovremo subire l’ennesima orgia di superstizione collettiva e l’ennesima invasione barbarica della marmaglia bivaccante per le strade…Speriamo in un evento metereologico eccezionale…

    0
    0
  6. Peccato!!! Passo falso dell’amministrazione. Sarebbe stata una cosa rivoluzionaria salvare la città da quell’isteria medievale di massa chiamata Vara e invece dovremo subire l’ennesima orgia di superstizione collettiva e l’ennesima invasione barbarica della marmaglia bivaccante per le strade…Speriamo in un evento metereologico eccezionale…

    0
    0
  7. mah… questa città per me è un mistero.

    0
    0
  8. mah… questa città per me è un mistero.

    0
    0
  9. Quando mai hanno litigato Franza e Accorinti????

    0
    0
  10. Quando mai hanno litigato Franza e Accorinti????

    0
    0
  11. Per i fuochi d’artificio spero chiamino la stessa ditta di sempre!
    Se non sbaglio Arigò!
    Spettacoli meravigliosi e incantevoli!
    W franza.
    W Maria!

    0
    0
  12. Per i fuochi d’artificio spero chiamino la stessa ditta di sempre!
    Se non sbaglio Arigò!
    Spettacoli meravigliosi e incantevoli!
    W franza.
    W Maria!

    0
    0
  13. a posto di spendere tutti questi soldi x la vara,che aggiustassero le strade.che a messina sembra ci sia stato un terremoto o una guerra—altro che vara….

    0
    0
  14. a posto di spendere tutti questi soldi x la vara,che aggiustassero le strade.che a messina sembra ci sia stato un terremoto o una guerra—altro che vara….

    0
    0
  15. Spendere 60000 euro per una manifestazione religiosa quando la città langue in questo stato è solo sintomo di fuga dalla realtà.
    Isterico il comportamento della giunta, isterico il comportamento dei Franza.
    Chiaramente quello che attendiamo ora con anzia è il classico momento di catarsi collettiva durante il quale come fossimo in terapia di gruppo potremo liberarci delle nostre angoscie gridando viva Maria.
    Tutto ciò solo per dimenticare che il giorno dopo piomberemo inesorabilmente nella cruda realtà che ci siamo creati da noi.

    Salvatore

    0
    0
  16. Spendere 60000 euro per una manifestazione religiosa quando la città langue in questo stato è solo sintomo di fuga dalla realtà.
    Isterico il comportamento della giunta, isterico il comportamento dei Franza.
    Chiaramente quello che attendiamo ora con anzia è il classico momento di catarsi collettiva durante il quale come fossimo in terapia di gruppo potremo liberarci delle nostre angoscie gridando viva Maria.
    Tutto ciò solo per dimenticare che il giorno dopo piomberemo inesorabilmente nella cruda realtà che ci siamo creati da noi.

    Salvatore

    0
    0
  17. puzza di bruciato 1 Agosto 2014 09:25

    Personalmente mi ero rassegnato ad non avere i fuochi d’artificio durante la manifestazione. Con le dovute proporzioni sembra far fare un inchino all’Assunta.. come in Calabria.. il Santo lo fa con i boss…

    0
    0
  18. puzza di bruciato 1 Agosto 2014 09:25

    Personalmente mi ero rassegnato ad non avere i fuochi d’artificio durante la manifestazione. Con le dovute proporzioni sembra far fare un inchino all’Assunta.. come in Calabria.. il Santo lo fa con i boss…

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007