148 unità della Messina Social City stabilizzate, Calafiore: "Impegni rispettati" VIDEO - Tempostretto

148 unità della Messina Social City stabilizzate, Calafiore: “Impegni rispettati” VIDEO

Marco Olivieri

148 unità della Messina Social City stabilizzate, Calafiore: “Impegni rispettati” VIDEO

lunedì 08 Agosto 2022 - 17:35

Così si è espressa l'assessora alle Politiche sociali in occasione del passaggio formalizzato a Palazzo Zanca

MESSINA – “Abbiamo rispettato gli impegni in continuità con la precedente amministrazione. E le sfide non mancano in termini di emergenze sociali”. L’assessora alle Politiche sociali Alessandra Calafiore esprime soddisfazione per i 148 operatori del sociale a tempo indeterminato. Tutti in settori chiave dei servizi socio-assistenziali, socio-educativi e di supporto familiare. Avviene infatti il passaggio dal contratto determinato a indeterminato per 148 unità di personale dell’Azienda Speciale Messina Social City.

L’affollato Salone delle bandiere oggi pomeriggio

Oggi pomeriggio, in un affollatissimo Salone delle bandiere del Comune, il sindaco Federico Basile, l’assessora Calafiore e il Consiglio d’amministrazione dell’Azienda, con presidente Valeria Asquini, hanno formalizzato il passaggio.

Sono tanti i nodi contrattuali e lavorativi in questo periodo oggetto di richieste da parte dei sindacati e d’incontri con il sindaco. Lo scorso giugno la Cisl è scesa in piazza per chiedere la stabilizzazione di 300 lavoratori. In una città piena d’emergenze sociali, il lavoro degli operatori in questi settori diventa cruciale.

“Sono ripresi gli sfratti e tante famiglie vivono l’emergenza povertà”

Per l’assessora Calafiore, “i servizi sociali sono il cuore della città, hanno un ruolo determinante, e c’è stato uno stravolgimento dei bisogni a causa del Covid e anche della guerra. Mi riferisco a un ulteriore impoverimento delle famiglie. Ogni giorno mi trovo a ricevere persone che raccontano le loro necessità, a partire dall’emergenza abitativa. Sono ripresi gli sfratti e occorre far sì che le misure a disposizione funzionino. Ad esempio, dal punto di vista dell’inclusione e del contributo affitti, il reddito di cittadinanza non ha funzionato”.

L’assessora Calafiore oggi a Palazzo Zanca

“Dobbiamo essere in grado – ha aggiunto l’assessora alle Politiche sociali – d’intervenire e cogliere i bisogni direttamente nel posto in cui riscontriamo le necessità delle persone. Messina deve diventare policentrica. In questo ambito, un ruolo centrale lo avranno le Municipalità, con l’attuazione del decentramento”.

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. No comment

    2
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007