Coronavirus, Claudia e Giuliana: "Rimaste a Piacenza per proteggere i nostri cari” VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus, Claudia e Giuliana: “Rimaste a Piacenza per proteggere i nostri cari” VIDEO

Francesca Stornante

Coronavirus, Claudia e Giuliana: “Rimaste a Piacenza per proteggere i nostri cari” VIDEO

lunedì 16 Marzo 2020 - 19:04

Claudia e Giuliana Gravina sono due giovani messinesi che per lavoro vivono a Piacenza. Hanno deciso di non tornare a Messina quando si è scatenata la fuga verso il sud

Claudia e Giuliana Gravina sono due giovani messinesi che per lavoro vivono a Piacenza. Sono sorelle, sono insegnanti, condividono un appartamento di 30 mq e stanno vivendo l’emergenza Coronavirus nella città che ha dato loro un’opportunità di lavoro.

Quando è scoppiata l’emergenza hanno deciso di rimanere a Piacenza. Hanno visto le immagini di chi ha fatto in fretta le valigie per tornare a casa al sud, in Sicilia, anche a Messina. Loro però hanno deciso di restare. Per non mettere a rischio la salute della loro famiglia e poi di chi li circonda. “Non abbiamo fatto nulla di eroico” dicono. E ci raccontano perché hanno scelto di restare in una città che dista 15 km da Codogno, il primo focolaio italiano del Covid 19. Oggi Piacenza conta 163 morti.

A segnalarci la loro esperienza è la mamma, Rosemary Raciti. «Sono una mamma come tante altre, sono preoccupata per le mie figlie che hanno deciso di restare a Piacenza sin dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, mentre in tanti fuggivano dalle regioni colpite. Non le vedo dalle vacanze di Natale e non so per quanto tempo ancora non potrò abbracciare. Sono orgogliosa di loro e spero che il loro sacrificio non sia in vano».

Non giudicano chi ha scelto di rientrare. Chiedono però responsabilità e attenzione. Perché sperano che Messina non debba vivere ciò che stanno affrontando molte città del nord Italia, tra cui anche la loro Piacenza.

Francesca Stornante

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

4 commenti

  1. Si, ci sono tanti casi come il loro. Anche di ragazze che son rimaste da sole, senza la compagnia di un parente, di un affetto, nelle zone più colpite.
    Coraggio. Andrà bene anche per loro.

    0
    0
  2. Mio marito lavora e vive in Romagna anke lui ha scelto d nn scendere e rimanere lì da solo x tutelarci

    0
    0
  3. Posso solo dire brave e responsabili sono un esempio da seguire

    1
    0
  4. Anche nostro figlio è rimasto a Milano
    Una scelta coraggiosa per salvaguardare i nonni anziani.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007