Giuseppe Vadalà, il Generale messinese che bonifica le discariche abusive in Italia VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Giuseppe Vadalà, il Generale messinese che bonifica le discariche abusive in Italia VIDEO

Francesca Stornante

Giuseppe Vadalà, il Generale messinese che bonifica le discariche abusive in Italia VIDEO

martedì 13 Ottobre 2020 - 08:00

Il Governo lo ha nominato Commissario straordinario per la bonifica delle discariche abusive. Un messinese in prima linea per la tutela ambientale

Nato e cresciuto a Messina, una laurea in Scienze forestali all’Università di Reggio Calabria, sulle spalle 30 anni di carriera con una divisa che lo ha portato sempre in prima linea nella tutela dell’ambiente. E’ Giuseppe Vadalà, classe 1963, Generale di Brigata dei Carabinieri e da tre anni Commissario straordinario di Governo per la bonifica delle discariche abusive. E’ stato nominato il 24 marzo del 2017 dal Consiglio dei Ministri per lavorare sull’emergenza discariche abusive in Italia.

Fino al 2016 nel Corpo forestale dello Stato, sempre con incarichi investigativi legati alla tutela ambientale, nel 2017 con l’assorbimento dei forestali nei carabinieri è Comandante della Regione Carabinieri Forestale della Toscana. Promosso Generale di Brigata, da tre anni è a capo di una task force istituita dal Governo con la missione di chiudere una partita che costa all’Italia sanzioni per decine di milioni di euro dall’Europa e che incide profondamente sulla vita dei cittadini.

Lo abbiamo incontrato a Torre Faro, a due passi dalla sua casa messinese. Torna nella sua città ogni volta che può, a respirare un po’ di mare e di sole. L’obiettivo del suo lavoro da Commissario straordinario è ridurre il più velocemente possibile la sanzione europea che l’Italia sta pagando dal dicembre 2014 per 200 siti contaminati. Dopo anni di ritardi e rallentamenti su gare e bonifiche, la task force che dirige sta operando su tutto il territorio italiano.

Grazie ad una serie di protocolli che hanno coinvolti istituzioni ed enti territoriali si sta portando avanti un lavoro coordinato, nel 2018 sono stati siglati anche due protocolli con il Ministero dell’Interno e con la Direzione Nazionale Antimafia per agire anche nella lotta contro le ecomafie che quando si parla di rifiuti, discariche e cantieri di bonifica rappresentano ancora oggi un enorme rischio di infiltrazione. Non a caso in questi tre anni e tre mesi di lavoro, sono state numerose anche le segnalazioni alle Procure di appalti irregolari e infiltrazioni criminali nelle attività di bonifica dei siti inquinati.

Un lavoro di responsabilità e di grande impatto sulla vita di comunità e territori che per decenni hanno pagato le conseguenze di una gestone scellerata dei rifiuti.

GUARDA L’INTERVISTA VIDEO

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. Mamma mia……farà scomparire Messina che è tutta una discarica…..Scherzi a parte auguri per questo incarico che sono convinto porterà a compimento.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x