La Jonica fa la storia, il pareggio non basta all'Igea. Santa Teresa ai playoff nazionali VIDEO - Tempostretto

La Jonica fa la storia, il pareggio non basta all’Igea. Santa Teresa ai playoff nazionali VIDEO

Simone Milioti

La Jonica fa la storia, il pareggio non basta all’Igea. Santa Teresa ai playoff nazionali VIDEO

domenica 08 Maggio 2022 - 18:59

Termina 2-2 a Santa Teresa e con questo risultato la Jonica, dopo i supplementari, ha la meglio su una generosa Igea e continua a sognare la Serie D

SANTA TERESA DI RIVA – Pubblico delle grandi occasioni al Nuovo Comunale Bucalo dove in campo per un posto nei playoff nazionali di Eccellenza si sfidavano Jonica e Igea. Dopo l’iniziale svantaggio firmato Isgrò i padroni di casa della Jonica rispondono immediatamente con Micoli e la ribaltano all’ora di gioco con Cragnolini. Una generosa e offensiva Igea trova il pari su rigore con Assenzio all’89’ regalando i supplementari ai suoi.

Sfida altalenante nel punteggio e molto emozionale anche per i giocatori in campo con la partita che a tratti si innervosisce. 11 cartellini gialli, espulso l’allenatore dell’Igea che comunque ha dato filo da torcere con i suoi singoli ma è andata a sbattere sull’organizzazione e la grinta dei locali. Nei supplementari si gioca meno, stanche le squadre, 131 minuti totali di gioco, ma le occasioni ci sono state da entrambe le parti senza che nessuno riuscisse a sbloccare ulteriormente il punteggio.

Al fischio finale, video in evidenza, esplode il pubblico santateresino che festeggia un traguardo mai raggiunto da una squadra della riviera jonica e sudato nell’ultima ora di gioco in cui l’Igea ha cinto d’assedio la porta dei padroni di casa. Eloquente il dato dei calci d’angolo, 11 tiri dalla bandierina a 4 per gli ospiti. Purtroppo il pareggio non basta all’Igea visto che da regolamento, in caso di parità anche dopo 120 minuti di gioco, non ci sono i rigori ma passa la squadra che si è meglio piazzata in classifica. Tocca quindi alla Jonica che ha chiuso il campionato in seconda posizione.

Primo tempo: nel segno dei 10

Al 2′ subito pericolosa la Jonica con una punizione dalla destra di Tabares, non riesce a indirizzare verso la porta Giorgetti appostato sul secondo palo. Al 10′ errore in uscita a centrocampo per i locali che regalano palla sulla trequarti a Isgrò, il numero 10 dell’Igea punta deciso l’area e batte con un preciso diagonale mancino dal limite Romano. Non passano neanche due giri di orologio e pareggia la Jonica: spinge sulla sinistra Giorgetti che crossa dal fondo in area Micoli, da vero rapace, anticipa tutti col piede destro, il 10 della Jonica stavolta batte Paterniti facendo esplodere i tifosi in tribuna.

Al 23′ dopo una lunga fase di stallo il tiro dalla distanza di Gallardo che viene bloccato a terra da Paterniti ravviva il match. Poco dopo la mezz’ora, 33′ si rivede anche l’Igea, buona combinazione tra Isgrò e Stassi con quest’ultimo che conclude sull’esterno della rete da posizione defilata. Al 44′ azione propositiva della Jonica sulla fascia destra, ma recupera palla l’Igea che con una combinazione veloce tra Assenzio e Gnicewiz si rende pericolosa sulla sinistra in contropiede, fortunatamente per i padroni di casa l’azione sfuma. Nei tre minuti di recupero nulla da segnalare se non un breve assedio dei barcellonesi che battono due calci d’angolo consecutivi.

Dopo il duplice fischio dell’arbitro un po’ di tensione a centrocampo con l’allenatore ospite Ferrara che va a dire qualcosa a Giorgetti che operava sulla fascia dove ci sono le due panchine. Si scatena un piccolo parapiglia con mister Campo che calma i suoi mentre Ferrara si avvia velocemente nello spogliatoio ma viene richiamato dall’arbitro Vazzano che salomonicamente ammonisce sia lui che Giorgetti.

Secondo tempo: regge l’equilibrio

Cambio offensivo per Ferrara che toglie Doda, un centrocampista, e butta nella mischia La Spada, un esterno offensivo. Al 52′ pericolosa la Jonica con Cragnolini che imbuca per Micoli, provvidenziale l’intervento difensivo del capitano dell’Igea Dall’Oglio che libera l’area e salva un sicuro gol. Passano pochi minuti e da rimessa laterale al 55′ il pallone filtra in area e al limite dell’area piccola Cragnolini risolve la mischia scaraventando il pallone in rete per il vantaggio dei locali.

Si accende immediatamente il match perché è vero che all’Igea serve la vittoria, ma in caso di pari nei primi 90 minuti ci sarebbe comunque la possibilità di giocare i supplementari. Altro cambio offensivo per Ferrara con dentro Lucarelli, in questa fase nervosismo e pressione dell’Igea con la Jonica che respinge i vari tentativi di Sowe, Stassi e Isgrò. Al 74′ ancora pericolosa su rimessa laterale la Jonica con Ortiz che prova a mettere a rimorchio ma Trimboli libera tempestivamente l’area.

Jonica che comunque non rinuncia ad attaccare esponendosi anche alle ripartenze avversarie, ma dopo l’errore in apertura di match Aquino e Lucero dietro non hanno sbagliato più nulla. Al 78′ l’occasione più grande per l’Igea, pallone in area respinto male di testa da Lucero, La Spada contratto da Aquino non riesce a calciare pulito e Romano è sicuro nella presa.

All’88’ l’episodio che poteva costare la qualificazione alla squadra di Santa Teresa. Punizione al limite per l’Igea fallo su Lucarelli, entrato benissimo in campo. La battuta veloce sorprende la difesa locale e provoca l’intervento da rigore di Romano ai danni di Isgrò. Dal dischetto lo specialista Assenzio spiazza il portiere della Jonica e pareggia ad un minuto dallo scadere dei tempi regolamentari. Nel recupero, cinque minuti concessi, l’Igea ha sui piedi di Stassi l’occasione di chiudere in proprio favore il match nel tempo regolamentare. Ma il numero nove barcellonese, al 93′ dopo che il pallone era carambolato sui suoi piedi dopo l’uscita di Romano a contrastare uno scatenato Isgrò, spara alto a porta sguarnita.

I supplementari incoronano la Jonica

La prima occasione per pungere arriva al 95′ per la Jonica: punizione dalle trequarti a spiovere in area con Giorgetti indisturbato che col mancino spedisce di poco a lato. Nel finale un altro episodio di questa infinita partita con il mister dell’Igea che ferma la palla diretta in fallo laterale prima che uscisse. L’arbitro lo ammonisce per la seconda volta e Ferrara viene dunque espulso, troverà riparo nel settore riservato agli ospiti presenti al Nuovo Comunale Bucalo.

Si gioca poco nel secondo tempo supplementare. Al 114′ in area Sowe spalle alla porta si gira e prova la conclusione col mancino bloccata da Romano. Al 116′ ottima combinazione dall’altra parte con Micoli e De Clò che lanciano in porta Laplace inseguito da Trimboli. Deve defilarsi l’argentino e il suo mancino termina alto sopra la traversa difesa da Paterniti. Nel finale assedio all’arma bianca dell’Igea che con Isgrò, migliore dei suoi, conquista una punizione dal limite dell’area. Affidata al giovane Lucarelli che però calcia sulla barriera facendo partire la festa dei tifosi della Jonica.

Jonica – Igea 2-2

Jonica Fc (4-3-3): Romano; Martino (dal 113′ De Clò), Lucero, Aquino, Giorgetti; Pappalardo, Tabares, Gallardo (dal 109′ Franco); Cragnolini (dal 81′ Savoca), Ortiz (dal 97′ Laplace), Micoli.

In panchina: Bartolotta, Echevarria, Herasimenko, Franco, Lanza, Branca, Michele Campo (allenatore).

Igea 1946 (4-3-3): Paterniti; Franchina, Trimboli, Dall’Oglio, Gnicewiz (dal 109′ De Marco); Presti (dal 62′ Lucarelli), Doda (dal 46′ La Spada), Assenzio; Isgrò, Stassi (dal 91′ Scolaro), Sowe.

In panchina: Di Fina, Antonazzo, Brucolo, De Marco, Bucolo, De Zan, Pasquale Ferrara (allenatore).

Marcatori: Isgrò 10′, Micoli 12′, Cragnolini 55′, Assenzio rig. 89′.

Ammoniti: Isgrò 10′ (I), Ferrara intervallo (I), Giorgetti intervallo (J). Lucarelli 63′ (I), Cragnolini 64′ (J), Stassi 67′ (I), Lucero 67′ (J), Romano 88′ (J). Assenzio 93′ (I), Aquino (J) 102′, Ferrara 104′ (I).
Espulsi: Ferrara al 104′ doppia ammonizione.

Arbitro: Vazzano di Catania. Assistenti: Varisano (Agrigento) e Canale (Palermo).
Calci d’angolo: 4-11. Recupero: 3′ + 5′. Recupero supplementari: 1’+ 2′.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007