Messina. Mata e Grifone: nel segno del mito, la storia dei giganti fondatori della città VIDEO - Tempostretto

Messina. Mata e Grifone: nel segno del mito, la storia dei giganti fondatori della città VIDEO

Matteo Arrigo

Messina. Mata e Grifone: nel segno del mito, la storia dei giganti fondatori della città VIDEO

domenica 14 Agosto 2022 - 07:12

Intervista con lo studioso Marco Grassi: alle radici di un mito

Di Matteo Arrigo

MESSINA. Due leggendari giganti mitologici. Punto fermo dei festeggiamenti del ferragosto messinese, attesa da grandi e bambini, è senza dubbio la passeggiata di Mata e Grifone. Sottolinea lo storico Marco Grassi: “Secondo la leggenda popolare, Mata era nativa di Camaro e l’amore scoccato con lo scuro Grifone vedrà questa coppia d’innamorati fondare la città di Messina”.

La giunonica Mata nativa di Camaro e il guerriero saraceno Grifone

Di Mata, donna giunonica, si innamorò follemente infatti Grifone, guerriero saraceno giunto in Sicilia con l’intento di conquistare la città dello stretto. Conosciuta Mata, dopo vari tentativi di conquistarla andati a male, rinunciò alla vita da malvivente e si convertì al cristianesimo, secondo la leggenda. Dalla loro unione nacquero numerosi figli, al punto che la tradizione locale indica Mata e Grifone come i progenitori degli abitanti di Messina.

Il mito degli esseri giganti nacque probabilmente dal ritrovamento di ossa di elefanti preistorici, le dimensioni titaniche fecero crescere la credenza che i primi abitanti della città della falce, fossero stati degli esseri dalle proporzioni enormi.

Il mito dei giganti prese sempre più diffusione a partire dal 1500 e ancora oggi i messinesi portano in processione le enormi statue dei giganti progenitori.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007