Messina. 175 persone col reddito di cittadinanza non ne avevano diritto. VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. 175 persone col reddito di cittadinanza non ne avevano diritto. VIDEO

Marco Ipsale

Messina. 175 persone col reddito di cittadinanza non ne avevano diritto. VIDEO

venerdì 05 Febbraio 2021 - 07:49

Frode da oltre un milione di euro

175 persone hanno beneficiato del reddito di cittadinanza pur non avendone i requisiti. L’ha scoperto la Guardia di Finanza di Messina, in sinergia con l’Inps.

L’importo indebitamente percepito è di 1 milione 120mila euro, mentre è stata bloccata l’erogazione di altri 474mila euro. 109 persone sono state segnalate alle Autorità giudiziarie di Messina, Barcellona e Patti.

Imprenditori, un avvocato, un residente all’estero

Tra loro trafficanti di stupefacenti, imprenditori, artigiani, venditori ambulanti, negozianti, giocatori on line, un avvocato e 24 lavoratori in nero. Irregolarità emerse nei più svariati settori economici: dall’edilizia al commercio, dagli autolavaggi ai bar, dalla ristorazione ai saloni di bellezza.

Altri casi singolari: un uomo di Sant’Agata Militello residente all’estero da oltre due anni; tre persone che avevano vinto online centinaia di migliaia di euro.

Nell’operazione “Festa in maschera”, del febbraio 2020, che ha portato all’arresto di nove persone e obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per altre due, 9 degli 11 facevano parte di famiglie che percepivano il reddito di cittadinanza.

Sequestro delle somme illegittime

La Guardia di Finanza di Messina ha svolto approfondimenti bancari e documentali e chiesto ai giudici il sequestro delle somme illegittime.

Il Tribunale di Messina ha così sequestrato oltre 150mila euro a 25 persone, mentre il Tribunale di Patti ha sequestrato oltre 50mila euro a quattro persone residenti a Capo d’Orlando, Sant’Agata Militello, Caronia e Santo Stefano Camastra.

Tag:

16 commenti

  1. Viva i cinquestelle,e viva salvini,allelujah,ora io farei pagare a loro questi soldi,e i migliaia di navigator assunti da più di un anno che non fanno niente,era meglio assumerli in altri ambiti dove avrebbero lavorato,bravissimi 10 e lode.

    51
    37
    1. Mi dispiace non hai capito nulla del Rdc.La legge è giusta ma ci vogliono i controlli e bisogna avviare il centro impieghi dando più poteri. A Messina ci sono moltissime persone che si sono arricchite con l’evasione fiscale.Da anni l’Europa desidera che si faccia chiarezza sui ricchi ma nessuno ascolta.L’evasione fiscale non va mai in prescrizione si incominci dal 1946 ad oggi. Fare i controlli ma facciamoli per tutti.

      23
      5
    2. Cosa centra il movimento 5 stelle se gli italianii sono truffatori nati?

      14
      4
    3. Il reddito di cittadinanza lo hanno voluto i 5Stalle.
      Cosa c’entra Salvini?

      10
      4
      1. Salvini c’entra eccome, senza i voti della Lega il RdC non si sarebbe potuto approvare…….per tua informazione in Italia le leggi per essere approvate devono avere la maggioranza in parlamento…….e quando è stato approvato il RdC la maggioranza era Lega-5 stelle e i 5 stelle proposero ma ENTRAMBI approvarono. Ma è possibile che gli italiani abbiano la memoria così corta!

        2
        3
        1. certo anche salvini la votò, ma era un accordo politico con quota 100, altrimenti saltava tutto sia reddito, sia quota 100 che governo, comunque colpa dei 5 stelle che sono degli emeriti imbranati e incompetenti

          1
          3
  2. Povera Italia ecco dove vanno a finire le nostre tasse.
    In mano ai delinquenti e ai finti disoccupati.

    2
    0
  3. Con lo stesso criterio allora andrebbero abolite anche la cassa integrazione e qualunque altra forma di sostegno al reddito.
    Non esistono forse le aziende che fanno lavorare in nero i dipendenti in cassa?

    23
    20
    1. peccato che nel primo caso è lo Stato che incentiva il lassismo e la truffa da parte di soggetti evidentemente inetti e truttfatori, nel secondo si tratta di imprenditori in malafede e scorretti, quest’ultimi sarebbero anche punibili, il primo invece…….

      0
      0
  4. Non discuto se il reddito di cittadinanza sia un provvedimento positivo o negativo: esiste e bisogna invece colpire i ” furbetti”.
    In questo caso . imprenditori, artigiani, negozianti, avvocato, giocatori on line e lavoratori in nero.

    Ovviamente se tutto venisse confermato in sede processuale.

    2
    0
  5. Nicola D'Agostino 5 Febbraio 2021 13:57

    Ma xchè non li fanno prima i controlli !!!!! comunque meglio tardi che mai.

    2
    0
  6. A chi ne avrebbe davvero bisogno non lo danno: è uno schifo totale e tutta na mafia ,che schifo l’istituzione italiana, mi vergogno di essere italiano

    11
    0
  7. Si come no…
    Ora che c’è DRAGHI hanno trovato 175 persone che percepivano il reddito di cittafinanza illecitamente…
    MA FINITELA VA’

    1
    2
  8. L’Italia fa pena.Possono gli italiani essere onesti se la politica ti fa scuola di disonesta’? Guardate Salvini :dove sono 49 milioni di€?Renzi come ha comprato quella villa? Cosa faceva in Arabia Saudita?. Quando andate a votare non guardate le chiacchiere. Ma l’onesta.

    1
    0
  9. In questo momento particolare in cui le persone hanno perso il posto di lavoro e si è allargata la platea dei disoccupati il rdc è stato determinante e ha permesso a molti nuclei familiari quantomeno di sopravvivere.Naturalmente così strutturato si è rivelato fallimentare e molto costoso per le casse dello stato.Servono maggiori controlli e pene molto severe per coloro che non rispettono le regole.

    3
    1
  10. Tutti ad attaccare il reddito di cittadinanza, ma mai nessuno che attacchi i vitalizi indegnamente percepiti, i rimborsi su tutto e per avere i quali basta una nota spese fatta da lui stesso, soldi dati per affittare case a Roma per poter stare vicino al parlamento compreso di luce, gas telefono e mignotte e cocaina.
    Parliamo di milioni e milioni di euro pagati da tutti noi. Invece si parla sempre di pochi spicci del reddito che al confronto dei soldi che si stanno mangiando i politici non sono niente.

    5
    1

Rispondi a pandorino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x