Messina. Alberto Firenze: "Il nemico comune è il covid. Alziamo tutti l'asticella" VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Alberto Firenze: “Il nemico comune è il covid. Alziamo tutti l’asticella” VIDEO

Rosaria Brancato

Messina. Alberto Firenze: “Il nemico comune è il covid. Alziamo tutti l’asticella” VIDEO

mercoledì 03 Marzo 2021 - 12:59

Il commissario emergenza covid Asp Messina si è insediato questa mattina. "Giochiamo una partita fondamentale sul fronte vaccini"

Abbiamo un nemico comune: il covid. Adesso dobbiamo giocarci tutti una partita fondamentale, quella dei vaccini. Ma è una partita che deve vederci tutti in campo, con i singoli comportamenti. Noi stiamo mettendo un impegno straordinario, ma l’asticella dei comportamenti personali dobbiamo alzarla tutti. E’ necessario introdurre cambiamenti nei comportamenti quotidiani per non vanificare gli sforzi del Paese”. Alberto Firenze è il nuovo commissario per l’emergenza Covid Asp Messina.

Il neo commissario

Il docente universitario, esperto in management sanitario (e soprattutto nelle gestione delle crisi) primo commissario in assoluto per l’emergenza covid in Sicilia (fu mandato negli ospedali di Sciacca e Ribera in allarme contagi), componente del Comitato tecnico scientifico della Regione Siciliana, prende il posto di Marzia Furnari. Guiderà una macchina messa in moto negli ultimi due mesi e mezzo dopo un periodo disastroso ed ha davanti la mission vaccini. Un momento delicatissimo, mentre sono in corso le vaccinazioni per gli over 80 e gli AstraZeneca per scuole e forze dell’ordine, quelle per i disabili gravissimi e mentre sta per essere attivato l’hub in Fiera ed i centri vaccinali nella provincia.

commissario Alberto Firenze, Marzia Furnari, Bernardo Alagna

La grande partita dei vaccini

So che ci sono molte aspettative- ha detto oggi in conferenza stampa- Chiedo la collaborazione di tutti perché abbiamo un nemico comune che è il virus. Le prospettive per lavorare bene ci sono. Sono abituato a gestire i momenti di crisi, e proprio per questo dico, non è importante sapere di chi è la colpa, ma ci sono problematiche da risolvere ed è su questo che si deve lavorare. Oggi in tutta Italia c’è la grande partita dei vaccini e io dico, giochiamola fino in fondo, individuiamo tutti i siti possibili, come si sta facendo qui a Messina, caserme, ospedali, siti ampi. Teniamo in considerazione tutte le possibilità. Quanto alle richieste delle singole categorie io ad esempio ritengo che chi lavora nei supermercati debba essere tutelato, ma ripeto, è una partita che ci deve vedere tutti insieme”.

Cambio della guardia

Cambio della guardia quindi, con l’ormai ex commissaria Furnari che va a ricoprire un ruolo di prestigio alla Regione (dipartimento sanità), soddisfatta del lavoro fatto, e con un commissario, Alberto Firenze che ha obiettivi precisi e strategie mirate per evitare che Messina e provincia ricadano nelle crititicità dei mesi scorsi.

Alagna: grande lavoro di squadra

A presentarlo in conferenza stampa è stato Dino Alagna, direttore generale facente funzioni che ha ringraziato la commissaria Furnari e si è anche soffermato sulla campagna vaccinale in corso. “Abbiamo vissuto giornate difficili con Marzia Furnari- ha detto Alagna- Ma siamo riusciti con un grande lavoro di squadra a lasciare una struttura efficiente”.

Il fronte vaccini

Dal 3 gennaio sono state 48 mila dosi quelle arrivate per Messina e provincia complessivamente e in queste ore continuano ad arrivarne. L’obiettivo è attivare già da domenica l’Hub in Fiera con il primo padiglione (il secondo sarà attivato nei giorni successivi) per poter raggiungere, a pieno regime le 4 mila dosi al giorno.

Hub in Fiera e non solo

L’idea è quella di centralizzare i vaccini nell’hub lasciando negli ospedali solo le somministrazioni per le persone fragili. Stiamo pensando a centri vaccinali anche nelle diverse zone della provincia. Ad esempio a Taormina è importante creare un centro vaccinale perché più persone vengono vaccinate più è possibile riattivare l’economia anche turistica. In Grecia e in Inghilterra si sta facendo questo tipo di ragionamento”. Nelle prossime ore sarà possibile vaccinare anche i supplenti scolastici e anche la soglia di età è stata alzata fino ai 65 anni.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x