Messina. Bidoni dei rifiuti in piazza a Mili San Pietro: gli abitanti chiedono il porta a porta VIDEO - Tempostretto

Messina. Bidoni dei rifiuti in piazza a Mili San Pietro: gli abitanti chiedono il porta a porta VIDEO

Giuseppe Fontana

Messina. Bidoni dei rifiuti in piazza a Mili San Pietro: gli abitanti chiedono il porta a porta VIDEO

martedì 02 Agosto 2022 - 13:31

Il presidente della I Municipalità Alessandro Costa, rassicurato dai vertici di Messina Servizi, dice che la "situazione è temporanea". I cittadini non ci stanno

di Giuseppe Fontana e Matteo Arrigo

MESSINA – I cittadini di alcuni villaggi della zona sud hanno segnalato quella che ritengono sia un’anomalia nella raccolta differenziata cittadina. Se ormai da tempo Messina vive quotidianamente il porta a porta, in zone come Mili San Pietro (ma anche a Pezzolo accade la stessa cosa), i cittadini hanno trovato nuovamente i contenitori grandi nelle piazze. Ed è lì che tutti, adulti, anziani, bambini e ragazzi, devono gettare la propria immondizia, perché da quanto ci raccontano gli operatori non passano più casa per casa.

Niente porta a porta, un problema per tutti

“E ci prendono pure in giro – ci racconta una signora del paese – com’è successo a me qualche giorno fa. Un operatore è passato a raccogliere e mi ha assicurato che l’indomani sarebbero passati i colleghi. Non è stato così, la mia busta è rimasta in strada”. Un disagio non indifferente soprattutto per le persone più anziane, perché sono costrette a fare gradini e strada a piedi con i sacchi pieni: “La strada c’è sempre strada, lo sapevano anche prima. Perché non dobbiamo avere il servizio?” Il problema si ripresenta come già accaduto nei mesi scorsi, quando molti cittadini si ritrovavano con i mastelli lasciati pieni fuori dalla porta.

“Ci sentiamo abbandonati”

E un’altra donna del villaggio ci racconta un altro aspetto: “Il servizio c’è stato tolto dalla sera alla mattina con la scusa che ci sono molte scale. I bidoni presenti non sono cassonetti, sono quelli condominiali e sono aperti a tutti. Questo vuol dire che c’è chi ne approfitta e butta di tutto, anche da altre zone. Perché dobbiamo fare la differenziata? Che senso ha quando poi all’interno di uno specifico contenitore c’è di tutto? Ormai è tutta indifferenziata”. E ancora: “Così non possono neanche risalire a chi getta la spazzatura, mettere i bollini o multare. Non abbiamo più un servizio per cui paghiamo. Io pago la Tari regolarmente. Non è giusto così”. Alla domanda se si sentono un po’ abbandonati, lei risponde con sarcasmo: “Solo un po’?”.

Costa ha parlato con Messina Servizi: “Problema temporaneo”

Sulla criticità è intervenuto anche il presidente della I Municipalità Alessandro Costa, eletto in quota Sicilia Vera appena qualche settimana fa. Costa ha spiegato di essere a conoscenza del problema e ha assicurato che tornerà presto a parlare con i cittadini: “I vertici di Messina Servizi mi hanno assicurato che si tratta di una situazione momentanea. Per far fronte al problema dei rifiuti indifferenziati, invece, si proverà a provvedere a installare le serrature, dando le chiavi a tutti quei cittadini che non usufruiranno in questo frangente della raccolta differenziata”. Un problema temporaneo, quindi. La speranza è che si possa risolvere tutto, ripristinando il servizio, nel più breve tempo possibile.

Tag:

Un commento

  1. La situazione è temporanea 🤔? In che senso? Ha da ottobre 2021 che una segnalazione su TEMPOSTRETTO corredata da un articolo solleva questa problematica……il significato delle parole lo conosce ? Un ripasso non gli farebbe male 😏 così alla prossima sta più attento prima di usare la parola TEMPORANEO😡😤!

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007