Messina, Natale della Rinascita. De Luca: "Messinesi abituati a parlare solo male" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina, Natale della Rinascita. De Luca: “Messinesi abituati a parlare solo male”

Giuseppe Fontana

Messina, Natale della Rinascita. De Luca: “Messinesi abituati a parlare solo male”

lunedì 06 Dicembre 2021 - 14:04

Per il sindaco la "rinascita" deve passare da un nuovo senso di responsabilità della comunità: "Basta parlare solo male, ci sono anche le cose positive e sono di più"

di Silvia De Domenico e Giuseppe Fontana

MESSINA – Un Cateno De Luca con il dente avvelenato, quello che stamattina ha presentato gli eventi di Natale organizzati dall’amministrazione in tutta la città. Prima della conferenza, infatti, ma anche con il suo intervento di apertura, il sindaco ha voluto lanciare un messaggio. Un vero e proprio attacco a parte della comunità, giornalisti, politici e cittadini, che secondo il primo cittadino sono “abituati a parlare male della città”. Un nuovo modo di raccontare Messina è ciò che serve alla città stessa, secondo il sindaco, che non vuole darla vinta a quei membri della comunità che “raccontano solo le cose negative”.

De Luca: “Non ci stiamo a dare l’immagine di una città di m…”

“Il messaggio che vogliamo lanciare è che ci sia una rinascita che riguardi ognuno di noi – spiega De Luca – ma soprattutto chi ha responsabilità di varia natura, non solo politica”. Il sindaco parla di quanto comunicato alla città: “C’è chi adora fare post sui social e il risultato è perenne negatività. Una negatività espressa dai singoli componenti della città. I messinesi devono smetterla di parlare male della città, o se vogliono farlo devono avere la bontà di parlare anche delle cose positive. Queste sono maggiori di quelle negative”. Poi De Luca alza i toni. “Se vogliamo dare l’immagine di una città di m… si continui, ma noi non ci stiamo. Abbiamo dimostrato come si può uscire dal pantano in cui ci siamo ritrovati. Questo Natale ha questo senso: che rinasca il senso di identità e appartenenza a questa comunità”.

17 commenti

  1. De Luca qui non si parla male della città ma solo del suo sindaco! Non cerchi come sempre di creare confusione attaccando per evitare di dare risposte su questioni specifiche! Per lei messina servizi lavora bene? E il servizio affidi del comune? E il comando dei vigili urbani funziona? Etc. Etc. E tutte le promesse elettorali fatte sono state mantenute? Per me no!!

    67
    36
  2. All’immagine di una città di guano ha contribuito anche lui…ampiamente.

    52
    29
  3. C’è chi adora fare post sui social e c’è chi …..adora fare dirette sui social. Chi semina odio raccoglie odio. Troppo tardi per le lacrime di coccodrillo.

    56
    31
  4. Ha ragione!!!!
    Si parla sempre male….e se c è qualcosa di positivo la si sminuisce.

    37
    58
  5. La maggior parte di noi, non sono politici o giornalisti, ma CITTADINI che non parlano di Messina come una città di merda, per usare una raffinata
    espressione linguistica del soggetto in questione. Ma di una città amministrata da un sindaco che l’ha resa di quarta serie, per non dire di m…a!

    64
    30
    1. Infatti,
      Con Accorinti,Genovese, Buzzanca,la città brillava.
      Ma finiamola la nostra decadenza è iniziata ben 40 anni fa!

      21
      21
      1. Se fossi Accorinti…ti querelerei per il solo fatto di averlo messo sullo stesso piano di due soggetti come genovese e buzzanca!

        16
        9
      2. Concordo.
        Anche prima forse.

        10
        2
  6. Io sono messinese.
    Non so se abbia mio malgrado sviluppato la pessima qualità di parlare male di tutto e tutti, come dice il sindaco.
    E’ anche possibile che De Luca abbia ragione.
    E’ possibile che questo sia accaduto.
    Non ho certezze, tranne una, quella di avere imparato a riconoscere negli anni la vacuità feroce, quella capace solamente di difendersi attraverso le offese ed il turpiloquio, perchè altro non conosce, altro non sa usare, anzi non può usare.
    De Luca parla di noi messinesi e io rivedo in lui tutte le terribili peculiarità che da anni riconosco alla mia comunità.

    12
    7
  7. Non ha tutti i forti, molti messinesi a ben vedere non è che vogliano tanto bene alla loro città, sporcano, distruggono, parcheggiano come vogliono, non rispettano le regole del vivere civile, ecc…di contro , nonostante gli sforzi , i proclami, le scelte di questa amministrazione, qualcosa non va sotto gli occhi di tutti la città è sporca!! Ad esempio…poi non è che con un po’ di musica e quattro attrazioni da giostra o circo i cittadini si sentono più orgogliosi di appartenere a questa città!!! Pensiamo seriamente a risolverli i problemi!! Grazie

    24
    10
  8. Il Natale da nababbi, quando il vissuto quotidiano dice altro mi fa venire in mente l’episodio, “I penultimi fuochi” del film “32 Dicembre” nel quale in buon Enzo Cannavale disoccupato e morto di fame si fa in quattro per recuperare la 100.000 lire da spendere in 20 minuti di fuochi per il capodanno, mentre la tavola resta vuota.
    Ognuno ha il diritto di pensarla a modo proprio a riguardo.
    A me dà molto fastidio.

    25
    9
    1. D’accordissimo con te! Pensasse ai problemi veri di molti Cittadini, persone con esigenze quotidiane di varia natura. Mentre il SUPREMO si impegna a dare il contentino natalizio, sperperando a destra e a manca, al solo scopo di farsi una inutile campagna elettorale. Rassegnati…COMPARE, non arriverai mai alla meta tanto desiderata!

      16
      8
  9. Pastore contro Sindaco 7 Dicembre 2021 07:27

    insulti, odio, sfottò, denigrazione verso tutti quelli che non la pensano come lui. un individuo pericoloso per la democrazia che non ha ancora capito la differenza che passa tra un pastore che governa il suo gregge ed un sindaco che amministra una comunità di oltre 200.000 abitanti. Peggio di lui solo i suoi nominati scelti attentamente in funzione del loro grado di asservimento al loro Padrone

    21
    8
    1. BRAVO!…commento di poche parole, ma che rende a 360° tutto ciò che riguarda il SULTANO dello Stretto! Dov’eri nascosto fino adesso?

      12
      4
  10. Come al solito molti bla bla bla bla bla,dato che siete tutti cosi bravi sapendo tutti cosa fare per messina,candidatevi cosi ci risolvete i problemi.In quanto ad Accorinti,PERFAVORE!

    5
    11
  11. Ricordo ai concittadini che la città siamo noi,che più ci comportiamo male più la città sarà di………….,i sindaci passano se i comportamenti sono sempre gli stessi la città non cambia.Invece di parlare a vanvera perchè non iniziamo noi cittadini a comportarci bene nei confronti della città? Fare la differenziata e non buttare la spazzatura per strada,rispettare il codice della strada,non parcheggiare in terza fila,non parcheggiare nei parcheggi per disabili,mantenere la città pulita,non sostare sul marciapiede,rispettare le file negli uffici,chi va in moto non pensi che la strada sia una gincana,non danneggiare la città nei cartelli nelle fontane ecc. ecc. ecc.
    Tutto questo dipende da noi dalla nostra civiltà,non certo dal nome del sindaco di turno,quindi quando si dà addosso al sindaco chiunque esso sia, prima di questo, facciamoci un esame di coscienza,e comportiamoci in modo civile e rispettoso con tutto e con tutti e vedrete che le cose miglioreranno da sole.

    9
    5
  12. I MESSINESI NON CONDIVIDONO, QUANDO LE PERSONE SI PRESENTANO CON LE PECORE.

    3
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007