Raccolta porta a porta: si inizia dalla zona sud. Cosa accadrà VIDEO - Tempostretto

Raccolta porta a porta: si inizia dalla zona sud. Cosa accadrà VIDEO

Francesca Stornante

Raccolta porta a porta: si inizia dalla zona sud. Cosa accadrà VIDEO

mercoledì 22 Maggio 2019 - 11:43

Dalla nuova area che MessinaServizi sta allestendo in zona sud ecco il cronoprogramma per arrivare al porta a porta.

700 kit sono già pronti per essere consegnati. Sono arrivati ieri nella nuova area che MessinaServizi ha affittato nella zona sud, nel villaggio Unrra, un capannone con un grande piazzale che diventerà uno dei tre punti logistici per riorganizzare i servizi in vista della rivoluzione del porta a porta.

Il tanto temuto 1 giugno non segnerà la data della svolta perché ancora tanti tasselli devono andare al loro posto, ma ciò che è certo è che MessinaServizi ha le idee chiarissime e un cronoprogramma fitto e serrato.

Primo step: zona sud

Ieri il primo carico è arrivato, dal 27 maggio la ditta che si è aggiudicata l’appalto inizierà la distribuzione.

Si inizia dalla zona sud, poi si passerà alla zona nord e infine il centro città. La ditta sulla carta ha 90 giorni di tempo per concludere la distribuzione, ma il presidente di MessinaServizi Pippo Lombardo non nasconde che si farà un po’ di pressing per riuscire in tempi più ristretti.

La città è stata divisa in tre aree, nord, sud e centro. Ogni area a sua volta è stata divisa in 4 zone e ulteriori 7 micro zone  che serviranno per organizzare al meglio i servizi di raccolta.

Il programma prevede questo: consegna dei kit e delle attrezzature in tutta l’area, partendo dalla zona sud. Appena tutte le utenze saranno servite verranno tolti i cassonetti e inizierà il porta a porta. A seguire lo stesso accadrà nelle altre due aree.

Le utenze singole riceveranno direttamente il kit dalla ditta, per i condomini ci sarà l’intermediazione degli amministratori di condominio. Restano ancora insoluti alcuni problemi che riguardano proprio i condomini, ma si valuterà caso per caso se dovessero esserci situazioni in cui non ci sono spazi condominiali da destinare ai carrellati.

Calendario e informazioni

Per sapere quale sarà il calendario e tutte le informazioni utili sul porta a porta partirà a breve la campagna informativa che sarà curata dalla società Incoerenze di Salerno che si è aggiudicata l’appalto da 200 mila euro.

In linea di massima si farà come fanno già la stragrande maggioranza dei comuni: 3 giorni per l’umido, 1 giorno per la plastica, 1 giorno per l’indifferenziato e 1 giorno a settimane alterne per vetro o plastica e metalli.

Le isole ecologiche

Continueranno a rivestire un ruolo fondamentale le isole ecologiche che non solo potranno essere utilizzate dai cittadini come fatto fino ad oggi, anche per ottenere gli sconti sulla Tari, ma anche come riferimento per tutto ciò che la gente non potrà più gettare nel cassonetto.

Francesca Stornante


Tag:

6 commenti

  1. Ops… tre mesi solo per la consegna dei kit. La data del primo giugno, ovviamente, era solo una tragica barzelletta (come quella di fine ottobre per lo sbaraccamento). Fa sorridere che a qualcuno bastino le idee chiare e pazienza se il 65% si raggiungerà tra due o tre anni. Una cosa è certa: fosse stata l’amministrazione Accorinti a prendere in giro così spudoratamente i cittadini, qualcuno avrebbe scritto papiri ricolmi del peggior fango possibile. Oggi, ci si accontenta delle intenzioni. Patetici e ridicoli.

    4
    6
  2. Per chi non ha l’amministratore di condominio?

    2
    1
  3. andrea d'andrea 22 Maggio 2019 17:58

    Come ho già detto un’altra volta. La maggior parte delle palazzine poste tra la via S. Cecilia ed il torrente Trapani non hanno spazi condominiali e, ciò, per la impostazione del piano regolatore del 1910 redatto dall’ing. Luigi Borzì, ingegnere capo del comune di Messina e sopravvissuto al terremoto. E lo dico per la mia professione, non per sentito dire. Per chiarezza, dall’androne si va dritti, dritti, alla scala, senza spazi cortilizi intermedi che possano consentire il deposito dei kit (non kit kat, altra cosa). Come si farà? Si andrà a tentoni, come in tutte le cose locali, dato che da noi è importante aprire la bocca senza avere preventivamente attaccato la lingua al cervello. Poi, a Fabrizio, non me ne voglia: Accorinti, De Luca? Uno è zuppa, l’altro pan bagnato

    0
    0
  4. Ancora con Accorinti?
    …basta!!# Possibile che a Messina non si sa guardare avanti?….Il passato è morto! Quando passerà De Luca ci sarà un altro e bisognerà guardare avanti. I politici sono e devono essere nostri servitori non figure da idolatrare. Accorinti è passato….ora ci sono altri.

    0
    0
  5. ma…..non era già iniziata nella zona nord 6 circoscrizione o parte di essa la raccolta porta a porta?

    0
    0
  6. Ci saranno degli orari…?…

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007