Regionali, primo congresso di Azzurro Donna. E Reggio si tinge di "rosa Forza Italia" - VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Regionali, primo congresso di Azzurro Donna. E Reggio si tinge di “rosa Forza Italia” – VIDEO

Mario Meliadò

Regionali, primo congresso di Azzurro Donna. E Reggio si tinge di “rosa Forza Italia” – VIDEO

venerdì 24 Settembre 2021 - 15:12

Il ministro Gelmini (Affari regionali): la Calabria si riscatterà, serve un Presidente che ne valorizzi le bellezze e guardi a impresa e occupazione

L’ovazione per Anna Maria Bernini vicepresidente nazionale di Fi

REGGIO CALABRIA – Un ristorante Kalura strapieno – a Concessa di Catona, periferia Nord di Reggio Calabria – ha accolto questa mattina il primo congresso nazionale di Azzurro Donna, propaggine tutta al femminile di Forza Italia.

Ovviamente, nel segno delle Regionali 2021 e del capogruppo alla Camera Roberto Occhiuto, candidato Governatore della coalizione di centrodestra.

Il neo

Certo, il neo della partecipatissima iniziativa politica (ma anche elettorale, nasconderselo non farebbe onore neppure ai promotori) che vede Reggio Calabria sugli scudi su scala nazionale, ha riguardato varie pesanti assenze.

Previsto un intervento telefonico per il leader Silvio Berlusconi (mai dato per fisicamente presente, comunque), anche il coordinatore nazionale ed ex presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani, in Spagna, ha ripiegato su un videocollegamento programmato per il pomeriggio.

Niente da fare pure per il ministro per il Mezzogiorno Mara Carfagna, molto attesa in riva allo Stretto anche in ragione della sua cruciale delega.

Il plus

La vera superstar è stata il ministro agli Affari regionali Mariastella Gelmini che, peraltro, nel pomeriggio terrà una conferenza stampa al “quartier generale” reggino dello stesso Occhiuto e comunque di Forza Italia.

a bordopiscina, da sx: Giuseppe Mangialavori
Stefania Prestigiacomo e Francesco Cannizzaro

Ma è chiaro che, in un tripudio di parlamentari calabresi – dal coordinatore regionale e senatore forzista Peppe Mangialavori al responsabile nazionale Mezzogiorno di Fi Ciccio Cannizzaro alla deputata reggina Maria Tripodi –, hanno spiccato le presenze della vicecoordinatrice nazionale (e capogruppo al Senato) degli azzurri Anna Maria Bernini e dell’ex ministro Stefania Prestigiacomo.

Come pure del vicepresidente nazionale dell’Anci (l’Associazione nazionale dei Comuni italiani) e sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo; della giornalista parlamentare e conduttrice Rai Anna La Rosa, geracese “doc” già premio “Marisa Bellisario”; dell’assessore regionale alle Infrastrutture Mimma Catalfamo.

La Gelmini: Calabria, il riscatto

Conversando coi cronisti, il ministro Gelmini ha posto in luce le enormi potenzialità della Calabria. Ad avviso della componente azzurra del governo Draghi, si tratta più che altro di «dare a questa Regione una guida finalmente attenta al tema della valorizzazione delle bellezze e delle potenzialità turistiche della Calabria e che abbia uno sguardo accorto ai temi dell’impresa. E a cogliere, perché no?, l’occasione dei 230 miliardi di euro del Pnrr, che per il 40% andrà speso al Sud».

Mariastella Gelmini, sottolineando il recente pronunciamento della Corte costituzionale sull’inefficienza della dozzina d’anni di commissariamento della Sanità calabrese, ha chiarito che «il Presidente della Giunta regionale qui sarà Roberto Occhiuto. Ma io aggiungo: chiunque fosse il Presidente, mi pare urgente “comunque” ripensare questo capitolo e restituire alla Regione la gestione della Sanità».

Un flash dall’intervento di Ciccio Cannizzaro

E il lavoro?, le infrastrutture?, l’ambiente? Il governo Draghi sta facendo “il suo”? Ad avviso del ministro agli Affari regionali, assolutamente sì: «Col ministro Roberto Cingolani l’esecutivo sta lavorando in particolar modo sulla transizione ecologica, che è un enorme problema circa la salute del nostro ecosistema, ma pure un’enorme opportunità rispetto allo sviluppo e all’occupazione».

Politica & glamour

…E, come in ogni convention azzurra che si rispetti, non è mancato un omaggio di fatto alla bellezza e al glamour, taciti protagonisti anche di quest’iniziativa.
Con tanto di loghi e spille del partito a occhieggiare da mise difficilmente inosservate, spesso griffate, non sempre sobrie…

Ma in fondo, con le elezioni alle porte, bisogna farsi un po’ notare: o no?

Tag:

Un commento

  1. Vai Roberto!! Mariastella al posto di draghi

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x