Niente bagni al mercato di villaggio Aldisio. E al termine restano buste... di pipì - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Niente bagni al mercato di villaggio Aldisio. E al termine restano buste… di pipì

Niente bagni al mercato di villaggio Aldisio. E al termine restano buste… di pipì

martedì 22 Dicembre 2015 - 07:31

Fruitori e commercianti utilizzano gli androni dei portoni come servizi igienici. E alla fine di ogni giorno buste contenenti urina invadono le strade limitrofe

“E’ una vergogna senza fine”. Il presidente della III circoscrizione, Natale Cucè, e i suoi vice Nicola Arlotta e Pasquale Currò, segnalano che al mercato bisettimanale di villaggio Aldisio mancano i servizi igienici. “Sono passati due anni dall’istituzione del mercato in quell’area – scrivono – e i residenti sono costretti a sopportare la mancanza dei requisiti sanitari, visto che fruitori e commercianti utilizzano gli androni dei portoni come servizi igienici. E alla fine di ogni giorno buste contenenti urina invadono le strade limitrofe”.

L'ufficio di presidenza del III quartiere chiede all’assessore Patrizia Panarello di prendere gli opportuni provvedimenti con un intervento urgente.

Tag:

2 commenti

  1. SCUSATE SE CHIEDO IN CHE ANNO VIVIAMO? MI PARE DI ESSERE RITORNATO NEL 1973 QUANDO PER LA PRIMA VOLTA HANNO PER COSI’ DIRE “INAUGURATO” IL MERCATO DI VIALE GIOSTRA. C’ERA UNO SCHIFO I CATANESI CHE DICEVANO CHE IL SINDACO ERA LORO AMICO E GLI PERMETTEVA DI STARE POI SI SCUSAVANO SINCERAMENTE CON ANZIANE CHE AVEVANO LE FINESTRE PROPRIO SOPRA DI LORO. DICENDO CHE NON POTEVANO FARE NULLA CHE IL COMUNE DI MESSINA NON DAVA NIENTE. LASCIAVANO, ALLORA, SACCHETTI DI BUSTE. MA CON ACCORINTI NON E’ IL TEMPO DELLE MELE? TUTTI IN ODORE DI PROFUMI DI ECOLOGIA. SE BASTANO A TERRA PORTA LA TUA BANDIERA L’ITALIA RIPUDIA LA GUERRA. MA A CHI? E PULISCI

    0
    0
  2. SCUSATE SE CHIEDO IN CHE ANNO VIVIAMO? MI PARE DI ESSERE RITORNATO NEL 1973 QUANDO PER LA PRIMA VOLTA HANNO PER COSI’ DIRE “INAUGURATO” IL MERCATO DI VIALE GIOSTRA. C’ERA UNO SCHIFO I CATANESI CHE DICEVANO CHE IL SINDACO ERA LORO AMICO E GLI PERMETTEVA DI STARE POI SI SCUSAVANO SINCERAMENTE CON ANZIANE CHE AVEVANO LE FINESTRE PROPRIO SOPRA DI LORO. DICENDO CHE NON POTEVANO FARE NULLA CHE IL COMUNE DI MESSINA NON DAVA NIENTE. LASCIAVANO, ALLORA, SACCHETTI DI BUSTE. MA CON ACCORINTI NON E’ IL TEMPO DELLE MELE? TUTTI IN ODORE DI PROFUMI DI ECOLOGIA. SE BASTANO A TERRA PORTA LA TUA BANDIERA L’ITALIA RIPUDIA LA GUERRA. MA A CHI? E PULISCI

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x