Sicilia sempre più povera: gli strumenti ci sono, serve metterli in atto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sicilia sempre più povera: gli strumenti ci sono, serve metterli in atto

Sicilia sempre più povera: gli strumenti ci sono, serve metterli in atto

sabato 16 Giugno 2018 - 06:32
Sicilia sempre più povera: gli strumenti ci sono, serve metterli in atto

A lanciare l’allarme l’Alleanza contro la povertà: "Governo regionale ci convochi, gli strumenti per ridurre il fenomeno ci sono e vanno messi in atto”

Quasi il 42 % dei siciliani è a rischio povertà. Il dato, il più elevato a livello europeo, fotografa una realtà drammatica nell’isola anche sulle prospettiva future: un terzo dei giovani tra 15-24 anni (il 31,9%) non studia né lavora e una bimba nata in Sicilia nel 2016 ha una speranza di vita di due-tre anni in meno di una bambina nata altrove. Gli strumenti per contrastare questo fenomeno sociale ed economico di gravità assoluta ci sono ma non vengono utilizzati correttamente.

A lanciare l’allarme l’Alleanza contro la povertà, la rete territoriale composta da 20 soggetti, nata per sostenere l’attuazione del Rei, la misura nazionale di contrasto alla povertà e proporre strategie di inclusione sociale alle istituzioni. “Abbiamo chiesto un incontro al presidente della Regione siciliana Nello Musumeci e all’assessore al ramo, Mariella Ippolito – afferma Rosanna Laplaca referente dell’Alleanza contro la povertà Sicilia e componente della segreteria della Cisl Siciliaper sensibilizzare il governo regionale sulla necessità di avviare prima possibile un confronto e giungere alla costituzione della rete di protezione ed inclusione sociale della Sicilia. Senza questo primo step, non si può definire il piano regionale per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà”. L’Alleanza contro la povertà Sicilia, a partire dal 19 sino al 28 giugno, ha programmato un ciclo di seminari formativi sul Reddito di inclusione. “Intendiamo riunire tutti i 20 soggetti che fanno parte della rete territoriale – dichiara Rosanna Laplaca per approfondire le norme e condividere i percorsi da attuare per una vera ristrutturazione del welfare sociale. Non è una sfida semplice ridurre il tasso di povertà nell’isola, ma con gli strumenti opportuni non è neanche una missione impossibile”.

A Messina l’appuntamento è per il prossimo 27 giugno presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Giuridiche di piazza XX Settembre, dalle 15.30 alle 19.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007