Arrivano in auto, per due volte, e buttano di tutto in un'aiuola per strada - VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Arrivano in auto, per due volte, e buttano di tutto in un’aiuola per strada – VIDEO

Francesca Stornante

Arrivano in auto, per due volte, e buttano di tutto in un’aiuola per strada – VIDEO

sabato 11 Luglio 2020 - 08:00

Piatti, una poltrona, tavole di legno, un'intera vecchia enciclopedia. Ecco come due "civilissimi" cittadini hanno usato una strada a San Giovannello

Ecco cosa accade in pieno giorno, a Messina. Siamo in via San Basilio Magno, all’ex contrada Baglio, San Giovannello. Attraverso il numero dedicato alle segnalazioni Whatsapp, Tempostretto aveva ricevuto la prima foto giovedì mattina. E si vedevano chiaramente un uomo e una donna intenti a liberare la macchina dai rifiuti, ovviamente abbandonando tutto sul ciglio della strada, in mezzo ad un’aiuola. La segnalazione aveva giustamente suscitato tanta indignazione. Ma era solo una parte del racconto. Perché a quanto pare questi due “civilissimi” cittadini hanno davvero scambiato la strada per la loro personale discarica a cielo aperto. E così., sempre giovedì, sono tornati nello stesso punto anche nel pomeriggio. Naturalmente per scaricare abusivamente altri rifiuti.

Dal video si sente chiaramente anche il rumore: piatti, stoviglie, ma anche pezzi di mobili, grandi tavole di legno, una poltrona e un set di una vecchia enciclopedia. Praticamente avranno liberato casa e invece di rivolgersi a MessinaServizi per il ritiro degli ingombranti hanno trovato la soluzione più pratica. Caricare tutto in auto, a costo di fare anche più di un viaggio, e lasciare tutto così. Senza pudore, senza alcuno scrupolo, senza nessun rispetto.

MessinaServizi ieri mattina ha poi ripulito tutta l’area, nel pomeriggio sono stati portati via gli ultimi resti di questa conclamata inciviltà. Guardando le immagini, a colpire è l’assoluta noncuranza con cui queste due persone abbandonano tutto per la strada. Di certo, ciò che si meriterebbero adesso è una multa esemplare.

 

 

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. A parte che dalle immagini si risale alla targa e quindi ai trasgressori, mi chiedo però: colui che ha girato il video non poteva chiamare la polizia municipale ?

    1
    0
  2. Peccato che il deposito era stato concordato con Messina Servizi, a seguito di 4 regolari autorizzazioni.
    Tanto rumor per nulla contro chi ha operato con senso di legalità, non abbandonando tutto accanto ai cassonetti. E sarebbe bastato leggere il foglio incollato con la dicitura :Messina Servizi autorizzazione nr. 002……..

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007