Atm, Campagna replica alle critiche: "Chi parla è forse un nostalgico del passato" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Atm, Campagna replica alle critiche: “Chi parla è forse un nostalgico del passato”

Redazione

Atm, Campagna replica alle critiche: “Chi parla è forse un nostalgico del passato”

lunedì 05 Agosto 2019 - 11:26
Atm, Campagna replica alle critiche: “Chi parla è forse un nostalgico del passato”

Il presidente dell'Atm risponde all'analisi fatta da Giuseppe Frisone su alcuni disservizi del trasporto pubblico locale

L’analisi e le critiche sull’Atm e sull’offerta di trasporto pubblico che questa governance garantisce ai cittadini non sempre rimangono inascoltate. Così il presidente della nuova Atm 2.0 Pippo Campagna, in attesa di raccogliere il suo stesso testimone lasciato nell’attuale Atm, risponde alla riflessione di Giuseppe Frisone.

In premessa non mancano gli attacchi. Campagna etichetta Frisone come “un addetto ai lavori nostalgico delle precedenti gestioni che hanno prodotto un deficit finanziario impressionante”. Questo perché molti anni fa Frisone ha ricoperto l’incarico di revisore dei conti Atm, dunque conosce dall’interno la grande macchina Atm. Nonostante questo però, dopo averlo definito anche “sedicente”, Campagna aggiunge che l’analisi fornita meriti comunque una risposa. E dunque ecco come il presidente replica ai vari aspetti toccati da Frisone.

Meno autisti

«Innanzitutto dal settembre scorso l’Azienda opera con 45 autisti in meno rispetto al recente passato per le note ragioni di carattere finanziario, legale e giudiziario. Solo dopo gli ultimi pensionamenti, si è potuto provvedere ad integrare l’organico con ulteriori 30 operatori a tempo determinato. Pertanto, ci si è visti costretti a ripensare il piano delle linee cercando di ottimizzare le risorse disponibili. Ne è venuto fuori un nuovo piano che, con buona pace del Sig. Frisone, ha ottenuto un discreto gradimento da parte dell’utenza. Lo certificano anche le indagini svolte dalla società incaricata dal Comune di redigere il nuovo PGTU (piano generale del traffico urbano).

All’attento Sig. Frisone, con ogni probabilità, dev’essere pure sfuggito che l’ultimo C.d.A. ha potenziato la flotta di Atm. C’è stato l’inserimento proprio di 8 autobus di grandi dimensioni e, di questi, 3 sono addirittura snodati da 18 metri ad alta capacità. 

Il Piano estivo

Riguardo al Piano Estivo delle Linee, come in tutte le altre aziende,  in estate si garantisce un Piano di Esercizio ridotto rispetto a quello invernale. Nel nostro caso, tale ridimensionamento è stato solo del 22% circa. Con la sospensione di Linee che servono prevalentemente siti scolastici e comunque compatibile con l’attuale organico di Operatori di Esercizio presenti in Azienda.

La linea 22

La linea 22 ha registrato un potenziamento per permettere ai tanti utenti che usufruiscono di ospedali, cliniche ed altri enti presenti in quella porzione di territorio, collegandola alla linea Shuttle e al Capolinea Tram dell’Annunziata. Questo permette le  coincidenze con altri mezzi verso la zona nord e sud, passando da una frequenza di 120 minuti ad una frequenza di 60 minuti. 

Lo Shuttle

Per quanto riguarda la linea Shuttle, con la chiusura delle scuole è diminuito il tempo di percorrenza. Questo ha premesso con 10 Bus Shuttle di mantenere ugualmente la frequenza di 20 minuti. In più c’è stato il potenziamento in zona nord della linea 32 (Ponte Gallo – Via Spartà) con l’utilizzo di 2 autobus che partendo da Ponte Gallo giungono fino all’Annunziata, con una frequenza 65 minuti. In questi modo gli utenti, possono fruire delle coincidenze con Shuttle e Tram, attualmente esercito con una frequenza di 15 minuti».

Articoli correlati

Tag:

6 commenti

  1. Diciamo che con Accorinti andava meglio,forse si spendeva di più? In questa Italia si vuole risparmiare esclusivamente con la povera gente.Le critiche sono buone per far migliorare i servizi. Per andare nei villaggi dopo le 21.00 non esiste un autobus.Il n 1 nei periodi estivi potrebbe arrivare a Ponte Gallo con ultimo alle 23.00.Felice che non c’è Accorinti per quanto riguarda gli autobus è stato il top.

    6
    0
  2. Mi dispiace dissentire ma, da utente del servizio pubblico 5 giorni su 7, devo dire che ne prima né ora con 10 autubus l’atm è riuscita a dare un servizio di uno shuttle ogni 20 Min. Le lamentele mie come di altri utenti sono state costanti. … alla fermata anche un’ora e venti… autobus che non rispettano le corse. .. o che arrivano 3 in una volta dopo un’ora di vuoto o che ti fanno scendere a metà strada unendo i viaggiatori di 2 corse su un mezzo perché l’altro deve tornare indietro per recuperare, in condizioni assurde e spesso con mezzi senza aria condizionata.

    0
    0
  3. È palese che Campagna stia vivendo un periodo difficile, ingoiato da una carica troppo complicata. Solo i soliti noiosi e patetici accoliti (alcuni dei quali firmano, non a caso, i propri commenti con nome e cognome) possono insinuare che questa ATM sia migliorata. Gli stessi che vedono una città più pulita e meno caotica.
    Come dico sempre, tolto lo sparuto gruppetto genuflesso a De Luca & Co., chi valuta in modo obiettivo e disinteressato, vede il disastro compiuto da questa amministrazione convinta, dopo più di un anno, di poter amministrare con tante parole e pochi fatti, con questi ultimi che non vanno aldilà di meri tentativi, cronicamente fallimentari. Diamo atto a questi signori di aver avuto il coraggio di tentarci, ma è arrivato il momento di ammettere la propria inadeguatezza, chiedere scusa ai messinesi per i disastri compiuti, e tornare al paesello.

    2
    0
  4. Complimenti al Presidente Campagna che inizia la sua lettera di risposta con un attacco personale per spostare subito l’attenzione e che poi asserisce che la linea 22 è stata potenziata con 2 vetture quando invece risulta soppressa e sostituita dal 20/22 che serve quella zona con un solo mezzo ogni ora e mezza. I 2 mezzi son sul 21 che però giunto all’incrocio con il Viale giostra scende inspiegabilmente sul viale della libertà. Inoltre bisognerebbe chiedere al Presidente che fine ha fatto la linea 33 o per meglio dire l’unico mezzo che si può utilizzare su questa linea. Alla fine chi ci rimette sono i passeggeri ma a voi non interessa perché tanto voi non usate i mezzi, vero Presidente?

    1
    2
  5. Foti era un professionista del trasporto pubblico. Campagna no. Ad ognuno il proprio mestiere.

    4
    0
  6. il pregiudizio politico fa straparlare ! i carri bestiame, strapieni di persone ammassate, che passavano ogni morte di Papa ora sono un lontano ricordo. Però la gente non è mai contenta soprattutto se l’amministrazione non è quella che hai voluto. A me non interessa il colore politico, a chi fa il bene di Messina deve essere riconosciuto e deve essere sostenuto. quando nessuno faceva niente tutti zitti!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x