Atm, hanno giurato al Comune i 52 dipendenti accertatori della sosta - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Atm, hanno giurato al Comune i 52 dipendenti accertatori della sosta

Redazione

Atm, hanno giurato al Comune i 52 dipendenti accertatori della sosta

venerdì 11 Giugno 2021 - 19:45

Una tappa pregnante, ha fatto presente il sindaco, per giungere all'Agenzia della mobilità. Priorità a breve termine, il contrasto alla "sosta selvaggia"

Hanno giurato oggi pomeriggio a Palazzo Zanca, davanti al sindaco Cateno De Luca, i 52 dipendenti di Atm spa cui sono state conferite – con decreto sindacale del 28 maggio scorso, le funzioni di prevenzione e accertamento della sosta.
Insieme al primo cittadino, nell’occasione, gli assessori a Polizia municipale Dafne Musolino e Rapporti con Atm Francesco Gallo, il presidente di Atm spa Giuseppe Campagna, i membri del Consiglio d’amministrazione della società Loredana Pagano e Salvatore Ingegneri e il Comandante vicario della Polizia municipale, commissario Giovanni Giardina.

Dopo la lettura della formula di giuramento, il presidente Campagna ha ringraziato i dipendenti designati «per non avere fatto mancare la loro collaborazione», ricordando l’iter che ha portato a un loro contratto a tempo pieno e indeterminato a 15 anni dai primi contratti. E ha ringraziato l’Amministrazione comunale per l’attribuzione ad Atm d’ulteriori servizi come la rimozione forzata.
Un incarico, quello in tema d’accertamento della sosta, che stando al primo cittadino incarna «una scommessa di rilancio per giungere alla realizzazione dell’Agenzia di mobilità». De Luca ha peraltro citato anche i «rischi» come pure l’«impegno» che ogni lavoro implica. Nel caso degli accertatori dell’Atm, lo scopo a breve è di mettere a punto un efficace «apparato di monitoraggio e controllo del territorio comunale per migliorare le azioni preventive, atte a promuovere il rispetto della legalità con particolare riguardo al contrasto del fenomeno della sosta selvaggia».
Obiettivo considerato prioritario, questo; intanto, per assicurare l’«ordinata e civile convivenza» anche sul fronte della circolazione stradale. Ma anche perché «spesso, a causa di macchine parcheggiate in ogni dove, incuranti degli ostacoli che rappresentano creano intralci e disagi alla circolazione, o addirittura anche il blocco dei mezzi pubblici».
Situazioni incresciose che Messina non può più permettersi.

Articoli correlati

Tag:

7 commenti

  1. Mariya Romanovska 11 Giugno 2021 21:00

    Ma per poter pretendere il pagamento del servizio servizio stesso prima deve essere fornito! Dove sono i parcheggi regolari e pagamento o no? Non tutti possono spostarsi solo a piedi per quanto possa essere piccolo il centro cittadino. Qualche sistema automatizzato che avvisa disponibilità dei parcheggi? Un app? Per trovare un posto almeno a 10 minuti a piedi dalla meta devi girare 40 minuti senza speranza!

    5
    0
  2. Vediamo tutta questa gente in piazza cosa sarà in grado di fare….. Spero solo che non facciano la fine di tutti quelli assunti per vigilare e la cui” scomparsa “sulle strade è da ricercare solo a Chi l’ ha visto😁🤣🤣🤣🤣

    6
    0
  3. Una bella foto di assembramento

    4
    3
    1. Hermann giusta osservazione ……..ma è risaputo che il RE CORNA NON NE FA!Ma in ogni caso 😏lui ,quando mai ha fatto assembramenti durante la pandemia?🤥🤥🤥🤥🤥🤥🤥🤥🤥🤥🤥 È la prima volta ed è “giustificato….. “😤trattasi di “foto ricordo” così non dimentica tutto quello che sta facendo a Messina🤣🤣🤣🤣

      0
      0
  4. “le funzioni di prevenzione e accertamento della sosta (più o meno selvaggia)” in cosa consistono? Questi 52 dipendenti ATM possono fare le contravvenzioni senza che queste vengano impugnate davanti al Giudice di pace per mancanza di idoneità? Sarei grato se venisse spiegato il loro ruolo effettivo e spero che ciò inciderà sulla inciviltà di molti messinesi (anche se sarà difficile). Grazie

    5
    0
  5. UNA DELLE PIU GROSSE PRIORITA E’ FARE UNA POSTAZIONE FISSA DI VIGILI URBANI DAL MUSEO FINO ALL’IMBARCADERO DELLE CARONTI LATO MONTE.
    COME OGNI MATTINA CODA INTERMINABILE DA PARADISO FINO ALLA ROTONDA DELL’ANNUNZIATA CHE NON RIESCE A DEFLUIRE PER LA SOSTA SELVAGGIA IN PROSSIMITA DEI FRUTTIVENDOLI .
    E’ SINCERAMENTE UNO SCHIFO !!!! SPERIAMO CHE L’AIUTO DI QUESTI AUSILIARI POSSA FAR CAMBIARE QUALCOSA . PANTA REI !

    7
    1
  6. È proprio questo il problema ossia l’assenza dei vigili ma non certo per la pianta organica. Auto in doppia fila, sulle strisce pedonali, sui binari del tram, venditori abusivi e non che occupano e sporcano strade e marciapiedi indisturbati, ecc. Tutto è dovuto all’assenza dei vigili se non per chiamata. Ha quindi senso questa ulteriore assunzione? Per carità ben vengano nuove opportunità di lavoro ma qualcuno quando cerca parcheggio ha mai visto qualche parcheggiatore?

    4
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x