Autostrade, il Cas cerca un esperto anti corruzione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Autostrade, il Cas cerca un esperto anti corruzione

Alessandra Serio

Autostrade, il Cas cerca un esperto anti corruzione

lunedì 11 Maggio 2020 - 07:30
Autostrade, il Cas cerca un esperto anti corruzione

Il Consorzio autostrade siciliane cerca un consulente esterno esperto in anti corruzione. Il compenso è di 25 mila euro all'anno

Continuano a fioccare incarichi al Consorzio Autostrade Siciliane, che recentemente ha pubblicato un avviso per l’individuazione di un esperto esterno in anti corruzione.

Secondo l’avviso, al professionista sarà affidato il servizio di “assistenza tecnico giuridica e formazione dedicata per il supporto specialistico alla compliance, nell’obiettivo pluriennale di progettazione ed implementazione del sistema di gestione integrata di controllo strategico, di audit interno ed analisi critica dei processi coinvolti, con particolare attenzione all’area direzionale ed alle aree sensibili della programmazione, organizzazione e gestione del personale e di public procurement, per il raccordo con i requisiti della norma Uni Iso 37001 con l’adozione di best pratices. “

avviso Cas ricerca esperto esterno
avviso Cas ricerca esperto esterno

Se l’avviso potrebbe non apparire chiarissimo ai più, molto più chiari sono i requisiti richiesti per l’esperto: tra gli altri, deve essere un avvocato iscritto all’albo da almeno 15 anni, almeno 10 anni di lavoro alle dipendente di una pubblica amministrazione, analoga attività nelle stesse materie.

L’esperto dovrà andare in ufficio almeno una volta a settimana, si occuperà di controllo interno, di predisposizione di documentazione utile a bandi, gare e vari e porterà a casa 25 mila euro in un anno.

Fino ad ora l’incarico era ricoperto dal direttore generale Salvatore Minaldi. Che recentemente è incappato in una piccola grana per aver pagato con soldi del Cas una multa personale. Nessun procedimento disciplinare per lui, perché ha versato l’intera somma nuovamente sui bilanci del Consorzio.

L’ente di contrada Scoppo avrebbe potuto attingere a Consip, che fornisce il servizio di supporto specialistico e organizzativo alla compliance normativa, ma l’attuale dirigenza sembra alla ricerca di un super -esperto che forse Consip non ha.

Certo, le grane in materia di corruzione al Cas e gli altri guai giudiziari non sono pochi, dai processi in corso ai tanti contenziosi ancora aperti, malgrado la “cura Musumeci”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007