Formazione, Germanà: "Si assuma in base al punteggio" I 5stelle scrivono all'Anac - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Formazione, Germanà: “Si assuma in base al punteggio” I 5stelle scrivono all’Anac

Rosaria Brancato

Formazione, Germanà: “Si assuma in base al punteggio” I 5stelle scrivono all’Anac

giovedì 24 Novembre 2016 - 16:52
Formazione, Germanà: “Si assuma in base al punteggio” I 5stelle scrivono all’Anac

Niente soldi agli Enti che non attingono all'Albo regionale dei formatori. L'annuncio di Crocetta riceve il plauso del messinese Germanà che aveva sollevato la questione. Intanto il M5S spedisce gli atti all'Anticorruzione

Il primo a essere soddisfatto delle dichiarazioni di Crocetta (“gli enti che non assumono attingendo all’Albo regionale saranno esclusi dagli accreditamenti”) è il deputato regionale Ncd Nino Germanà, che nelle scorse settimane era intervenuto sulla vicenda, presentando anche un ddl a tutela degli operatori.

“Non si può giocare sulla pelle dei lavoratori e delle loro famiglie” aveva dichiarato Germanà a caldo nelle ore della pubblicazione della graduatoria Avviso 8.

“Bene Crocetta- commenta adesso l’esponente Ncd- Come ho detto sin da ottobre è essenziale che gli Enti assumano tenendo conto dell’Albo regionale degli operatori della formazione. Si tratta di lavoratori ai quali è doveroso dare risposte puntuali e positive. Adesso bisogna andare avanti nella logica da noi indicata. I lavoratori devono essere presi dall’Albo seguendo le regole previste per la scuola, con il criterio del punteggio e non in base all’ordine alfabetico come invece è previsto adesso, regola che non ritengo giusta”.

Intanto il M5S spedisce all’Anac, autorità anticorruzione, tutte le criticità individuate nell’ormai nota graduatoria pubblicata dall’assessorato guidato da Bruno Marziano.

Sono 212 gli Enti che si divideranno una torta da 136 milioni di euro, ma la graduatoria è finita nel mirino di sindacati ed operatori, soprattutto per quel che riguarda alcuni Enti risultati vicini ad esponenti politici della maggioranza, assessore Marziano compreso. Nei prossimi giorni dovrebbe essere pubblicata la graduatoria definitiva.

In un documento di otto pagine il gruppo parlamentare a 5stelle passa in rassegna le criticità della graduatoria rinvenute nel versante della metodologia seguita e dei criteri di selezione adottati “che possono aver falsato la par condicio tra gli operatori del settore della Formazione”.

Secondo quanto rilevato dai deputati 5stelle nella graduatoria ci sono numerosi elementi che cozzano con le norme sui criteri di selezione finanziate dal Fondo sociale europeo, con la disciplina sugli appalti pubblici e con i principi di trasparenza, imparzialità ed efficienza della Pubblica amministrazione.

“Un punto – afferma il deputato Giancarlo Cancelleri – è veramente paradossale: su 212 progetti formativi, 112 appartengono ad enti non ancora accreditati per uno stanziamento complessivo a loro favore di oltre 40 milioni di euro. Ciò dimostra come sia quasi una consuetudine per gli enti 'ammessi finanziabili' non essere accreditati sebbene la partecipazione alle gare implichi la partecipazione di soggetti meritevoli e che non sia violata la par condicio tra i partecipanti”.

Per avere chiarimenti sui criteri dell'Avviso 8 e sulla graduatoria ad esso relativa Il M5S ha chiesto nei giorni scorsi al presidente della commissione Formazione e Lavoro dell'Ars, Marcello Greco, di convocare in audizione l'assessore alla Formazione professionale Bruno Marziano e il dirigente generale Gianni Silvia.

I grillini hanno pure presentato una mozione, primo firmatario Sergio Tancredi, per impegnare il governo al ritiro in autotutela dell'Avviso 8 ed alla conseguente pubblicazione di un nuovo avviso che preveda criteri preventivi di verifica del possesso dei requisiti necessari all'aggiudicazione delle risorse del settore formativo.

Rosaria Brancato

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007