Formazione, l'Uslal:"Il governo dia risposte ai 5 mila operatori licenziati" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Formazione, l’Uslal:”Il governo dia risposte ai 5 mila operatori licenziati”

Rosaria Brancato

Formazione, l’Uslal:”Il governo dia risposte ai 5 mila operatori licenziati”

domenica 06 Novembre 2016 - 23:09
Formazione, l’Uslal:”Il governo dia risposte ai 5 mila operatori licenziati”

L'assessore Marziano ha avviato una serie di incontri con sindacati ed Enti per definire i criteri di assunzione, ma il rischio è vanificare l'esistenza dell'Albo.

L’Uslal torna ad accendere i riflettori sulla complicata vicenda dell’avviso 8 e della Formazione professionale. Dopo le polemiche successive alla pubblicazione della graduatoria l’assessore Marziano ha avviato una serie d’incontri con i sindacati e con le associazioni degli Enti per individuare soluzioni soprattutto per gli operatori iscritti all’Albo regionale.

“Da giorni- scrive il coordinatore regionale Uslal Antonio Spallin- si fa un gran parlare dell’accordo che l’assessore sta per raggiungere con gli Enti e che punta a definire i criteri d’individuazione del personale da utilizzare nell’ambito delle attività previste dall’avviso 8 e le modalità di transito da un Ente ad un altro”.

Secondo Spallino però i criteri sono già chiari nel Contratto nazionale del settore, ma quel che più preoccupa i sindacati è la volontà degli Enti di escludere dall’accordo le attività formative ex Oif (obbligo d’istruzione formativa).

“Per quel che ci riguarda- prosegue Spallino- l’accordo deve interessare tutto il sistema formativo regionale. Sarebbe un gravissimo errore lasciare mano libera agli Enti in una delle filiere del sistema. Riteniamo che al tavolo della trattativa dovrebbe partecipare anche l’Assessore regionale al Lavoro Gianluca Miccichè titolare della delega ai servizi formativi. Quello che più ci preoccupa è la sorte dei quasi cinquemila operatori già licenziati o inoccupati che resterebbero ancora una volta fuori da ogni possibilità di impiego”.

L’Uslal concorda con l’iter avviato d’intesa con il Ministero in merito ai prepensionamenti ed alle uscite incentivate purchè si presti attenzione a quanti resteranno nell’Albo regionale e rischiano di non essere chiamati da nessun Ente aggiudicatario di finanziamenti. L’appello è quindi sia al governo Crocetta che all’Ars per innescare un processo che porti fuori dalle secche il sistema formativo dell’isola.

“Nell’accordo quadro sottoscritto nei giorni scorsi dall’Assessore regionale e le organizzazioni sindacali si fa riferimento al finanziamento di attività aggiornamento, qualificazione, riqualificazione e/o riconversione da destinare al personale licenziato o inoccupato, ma la delibera n°330 della Giunta regionale non prevede nessun impegno finanziario in tal senso. Questo fatto palesa la volontà del governo regionale di continuare a lasciare abbandonati al loro destino gli operatori della Formazione Professionale. Non possiamo omettere di denunciare le incertezze circa l’avvio dell’attività previste nell’avviso 8. I numerosissimi ricorsi presentati avverso la graduatoria provvisoria, la problematica legata all’accreditamento e la paventata possibilità di qualche ricorso al tribunale amministrativo regionale non lasciano ben sperare”.

L’Uslal invita quindi ad un maggior impegno in questa direzione da parte dell’assessore Marziano e delle forze di maggioranza.

R.Br.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007