Barca affonda a Santo Stefano di Camastra, salvi due marittimi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Barca affonda a Santo Stefano di Camastra, salvi due marittimi

Alessandra Serio

Barca affonda a Santo Stefano di Camastra, salvi due marittimi

martedì 29 Giugno 2021 - 17:20

Il peschereccio era diretto a Messina ed a Tusa ha cominciato a imbarcare acqua. La Guardia Costiera di Sant'Agata Militello ha messo in salvo i due marittimi

Era diretto a Messina il motopesca partito dal porto di Sciacca venerdì notte ed affondato al largo di Santo Stefano di Camastra. Salvi i due marittimi a bordo, recuperati dalla Guardia Costiera di Sant’Agata di Militello.

Il natante ha imbarcato acqua a 6 miglia dalla costa di Tusa e il personale a bordo ha lanciato il may day. Immediato l’arrivo della motovedetta
SAR CP 832 che ha dirottato un’unità da pesca presente nelle vicinanze.

I marittimi hanno lanciato un razzo rosso che ha consentito alla motovedetta di individuarli e indirizzare il motopesca verso terra. A mezzo miglio dalla costa stefanese, però, l’imbarcazione è affondata, su un fondale di 15 metri. I marittimi a bordo, prima di essere issati sani e salvi sulla motovedetta hanno isolato i 100 litri di gasolio contenuti a bordo, tra casse nafta e taniche di rispetto.

La mattina di sabato la motovedetta CP 566 e il personale militare dell’Ufficio Locale Marittimo di Santo Stefano di Camastra hanno avviato le ricerche per individuare il peschereccio affondato. In tarda mattinata, la tuga e tutte le pertinenze di bordo, probabilmente distaccatesi dallo scafo in seguito all’impatto con il fondale marino, sono state recuperate sulla spiaggia di Piana di Caronia.

Il relitto è stato recuperato e messo a terra nella giornata di domenica.
Una corsa contro il tempo per scongiurare un possibile inquinamento marino che ha avuto fortunatamente buon esito in tempi celeri grazie alla sinergia di tutti i soggetti intervenuti.

Avviate le attività di indagine per determinare le cause e responsabilità del sinistro mentre il relitto, a cura dell’armatore, verrà avviato a smaltimento nel rispetto delle vigenti normative di settore.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x