Barriere architettoniche in Corte d'Assise: ecco i disagi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Barriere architettoniche in Corte d’Assise: ecco i disagi

Cesare Giorgianni

Barriere architettoniche in Corte d’Assise: ecco i disagi

mercoledì 15 Gennaio 2020 - 10:19
Barriere architettoniche in Corte d’Assise: ecco i disagi

Per un disabile raggiungere l'Aula della Corte d'Assise è un disagio se non con l'aiuto di qualcuno.

È stato necessario l’ausilio di quattro “volontari”, questa mattina in Tribunale, per consentire a un avvocato costretto a servirsi della sedia a rotelle di raggiungere la Corte d’Assise per prendere parte a un’udienza. I gradoni di accesso alla stessa Aula al pianoterra, infatti, non sono dotati di una rampa in grado di permetterne l’accesso anche alle persone disabili. È questo solo uno dei tanti esempi di barriere architettoniche presenti all’interno di Palazzo Piacentini, o Palazzo di quella “Giustizia” in questo caso  negata ai portatori di handicap.


Chi dovrà provvedere a risolvere tale situazione di vergognosa inefficienza? Giriamo la domanda agli enti competenti, mentre allo sfortunato legale protagonista, suo malgrado, delle vicenda odierna, non possiamo che esprimere solidarietà e augurare “buona fortuna” nella speranza che trovi altri volontari disposti ad aiutarlo…

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. I dirigenti del tribunale, in primis loro, e i responsabili della sicurezza e dell’eliminazione e superamento della barriere architettoniche nei locali pubblici devono rispettare le norme, prima di farle rispettare e condannare chi non li rispetta. Per entrare al tribunale di Messina non esiste nemmeno un corrimano lungo le scale per appoggiarsi, per non parlare dell’obbligo di garantire l’accesso in piano con apposite rampe. Dirigenti e responsabili applichino la legge 09/01/1989 n. 13 il D.M. 14 giugno 1989 n. 236 ed il d.p.r. 24/07/1996 n. 503.

    0
    0

Rispondi a fahrenheit Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007