Basket, A2. Vittoria Orlandina, Alma Patti sconfitta in casa. Torrenova mette la quinta - Tempostretto

Basket, A2. Vittoria Orlandina, Alma Patti sconfitta in casa. Torrenova mette la quinta

Redazione

Basket, A2. Vittoria Orlandina, Alma Patti sconfitta in casa. Torrenova mette la quinta

martedì 23 Novembre 2021 - 07:00

Successo per Orlandina contro Orzinuovi, quinta vittoria consecutiva per Torrenova. Alma Patti prova la rimonta ma cede nel finale alla Cestistica Spezzina

Torna al successo un’ottima Infodrive Capo d’Orlando imponendosi 73-62 sulla Agribertocchi Orzinuovi. Gara spettacolare invece quella tra l’Alma Patti e le atlete della Cestistica Spezzina che ha visto le ospiti imporsi al PalaSerranò col punteggio di 88 a 75. In Serie B Torrenova torna in campo dopo lo stop dovuto al Covid e vince la quinta partita del suo campionato a Monopoli (66-78).

Il successo dei paladini è arrivato grazie al duo statunitense King e Mack (rispettivamente 16 e 20 punti) e ad una convincente prova di squadra dopo un match giocato ad alta intensità. I due punti guadagnati in classifica permettono così a Capo d’Orlando di salire a quota 4, mentre Orzinuovi, all’ottavo ko consecutivo, resta ancora a 0.

Le siciliane dell’Alma recuperano uno scarto di 9-20 nel primo quarto, impattano la parità, ma la vittoria sfuma nel finale. Marta Verona prova a trascinare la squadra con 32 punti e 8 rimbalzi ma non basta. Alma resta a 4 punti in classifica.

Strepitosa vittoria esterna per la Fidelia Torrenova, che centra il quinto successo consecutivo in campionato espugnando la Tendostruttura Pesce di Monopoli per 66-78.

Nel prossimo turno, per la nona giornata di campionato, l’Orlandina avrebbe dovuto far visita alla Giorgio Tesi Group Pistoia, ma la gara è stata rinviata a mercoledì 22 Dicembre. Il ritorno in campo per i paladini, dunque, è previsto per domenica 5 Dicembre, ancora una volta al Palafantozzi, contro la Bakery Piacenza. Mentre le pattesi avranno una trasferta da non fallire sabato 27 novembre a Ponte Buggianese contro Nico Basket. Impegni ravvicinati per Torrenova che già mercoledì 24 novembre recupererà la sfida contro Ruvo.

Orlandina – Orzinuovi 73-62

Inizia bene Capo d’Orlando con un bel canestro da sotto di Tevin Mack, al quale risponde Epps con una tripla con fallo, che vale il 3-4 per gli ospiti. Due bombe di fila dell’altro promettente 2003, Quinn Ellis, permettono ai padroni di casa di tornare avanti nel punteggio, ma proprio con un recupero e canestro in contropiede di Giordano e due buone giocate di Renzi, gli ospiti tornano avanti 11-12. Dopo il time out di coach Cardani il primo quarto si chiude dunque con il punteggio di 16-17.

La seconda frazione si apre con una bomba di Aaron Epps, poi anche Spanghero si unisce al festival delle triple tenendo avanti i suoi. L’Orlandina non molla e ritorna in vantaggio grazie a 2 punti di Bartoli arrivati dopo uno splendido assist di Mack. Al 15′ il tabellone recita 28-27. La guardia americana corre in contropiede e segna anche il canestro del +3, ed il vantaggio resta tale fino alla fine del primo tempo che si chiude sul 35-32.

Nel secondo tempo è Corbett a spostare l’inerzia della gara in favore degli ospiti, prima con la tripla del pareggio, poi con un grande assist per la schiacciata di Sandri, ed infine con un altro tiro da 3 portando a 12 il suo bottino personale. La Infodrive resta in scia con una bomba di King. Poi, dopo una fase in cui entrambe le squadre faticano a trovare la via del canestro, Mack riporta in vantaggio Capo d’Orlando (46-44). Qualche distrazione a rimbalzo consente alla formazione di Bulleri di riacciuffare la parità nonostante 4 errori di fila al tiro: è infatti Epps, con un tap-in, a farsi trovare pronto e a depositare a canestro del 46 pari. Il terzo quarto si chiude 46-48 con 2 punti di Spanghero.

Lo stesso playamaker ex-Trento continua a martellare da 3 punti e Orzinuovi arriva anche al +6. Poi viene fuori il carattere del capitano Matteo Laganà che si prende la squadra sulle spalle nel momento di maggiore difficoltà segnando due triple importantissime. Capo d’Orlando quindi torna in controllo del match e rifila un 14-2 di parziale che spezza di fatto le gambe agli avversari. Nel finale c’è spazio anche per qualche azione spettacolare di King, che chiude con 16 punti, 12 rimbalzi e 6 assist. Il canestro finale di Mack allo scadere consente anche di chiudere la partita con 11 lunghezze di vantaggio, che potrebbero rivelarsi utili in ottica doppio confronto.

Alma Patti – Cestistica Spezzina 75-88

Gara bellissima quella tra la formazione allenata da coach Mara Buzzanca e le atlete di coach Marco Corsolini. Le bianconere la fanno da padrona al PalaSerranò dopo i primi 10’ di gioco, utilizzando tutte le frecce al proprio arco (Castellini, Colognesi, Templari) e chiudono il primo quarto sul 9-20.

Sara Iuliano dell’Alma Patti Basket durante un’azione offensiva

Scacciata l’emozione l’Alma restituisce il parziale in maniera perentoria grazie ai canestri di Verona, Micovic e Gualtieri e le energie sotto canestro spese da Chiarella e Nwachukwu. Si va al riposo lungo sul 37-38 che vuol dire un parziale di 28-18 a favore dell’Alma.

La terza frazione è quasi il classico show non adatto ai deboli di cuore. Le siciliane del presidente Scarcella restano in gioco e trovano canestri spettacolari e approfittano dei primi errori al tiro da tre nella gara delle ospiti, team che resta in partita grazie ai canestri di una Silvia Colognesi sempre ben assistita dalle compagne. A rimettere le cose in discussione è sempre Marta Verona, autrice di una tripla allo scadere che vale il 58 pari e fa alzare in piedi il PalaSerranò, tornato finalmente pieno e rumoroso.

L’ultimo quarto decide la gara a favore della Cestistica Spezzina. Falli a carico e almeno quattro palle perse importanti condizionano anche l’intensità delle team del presidente Attilio Scarcella, costretta a cedere definitivamente sotto i canestri di Silvia Colognesi (in doppia doppia a fine gara con 21 punti e 14 rimbalzi), la giocata da quattro punti di Alyssa Cerino (in doppia doppia con 12 punti e 14 rimbalzi) e la freddezza ai liberi di Angelica Castellani (16 punti e 8 assist).

Monopoli – Torrenova 66-78

La squadra di coach Bartocci, che tornava in campo a distanza di 14 giorni dall’ultima partita per via dello stop legato a due positività legate al Covid-19, conquista i due punti conducendo praticamente sin dalla palla a due toccando anche i 18 punti di vantaggio ed amministrando nel finale il rientro d’orgoglio dei padroni di casa.

Sontuosa la prestazione di Dario Zucca, che chiude con 32 punti e 9 rimbalzi trascinando i compagni nei minuti delicati dell’ultimo quarto, ma performance positiva per tutta la squadra, con Perin che conclude la gara con 18 punti a referto.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007