Calcio, Eccellenza. Il derby alla Jonica, Igea vince e torna in vetta - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Calcio, Eccellenza. Il derby alla Jonica, Igea vince e torna in vetta

Simone Milioti

Calcio, Eccellenza. Il derby alla Jonica, Igea vince e torna in vetta

giovedì 25 Novembre 2021 - 10:31

Fa festa la Jonica che vince il derby con Taormina grazie al gol di Micoli. L'Igea, con la perla di Lucarelli, torna prima in classifica. Pareggio casalingo per la Nebros

Mercoledì 24 novembre in campo le società messinesi che militano in Eccellenza per i recuperi dell’8ª giornata, che era stata rinviata per l’uragano Medicane.

L’attesissimo derby jonico tra la Jonica Fc e il Città di Taormina non ha deluso le aspettative. Una partita molto intensa e decisa soltanto dalla rete di Micoli nella ripresa. Con questo risultato la Jonica continua a stazionare ai piani alti della classifica con 24 punti.

Vittoria anche per l’Igea 1946 che, grazie al risultato maturato in casa contro Leonzio, si riporta in cima alla classifica a quota 26 punti. Nell’ultimo recupero previsto la Nebros ha ospitato il Palazzolo, le due squadre non sono andate oltre il pareggio ma con il punto conquistato i tirrenici agganciano al quinto posto il Città di Taormina a 17 punti.

Jonica Fc – Città di Taormina 1-0

La terza sfida stagionale tra Città di Taormina e Jonica, la prima con Giuseppe Furnari in panchina, dopo il turno preliminare di Coppa vinto nel doppio confronto dai biancazzurri. Due partite dall’alto tasso agonistico, 1-1 all’andata a Santa Teresa, 1-0 al ritorno al Bacigalupo, e il turno di campionato non è stato da meno per due squadre che vogliono recitare un ruolo da protagoniste in campionato.

Al Bucalo di Santa Teresa però sorridono gli jonici che vincono di misura e infliggono la terza sconfitta stagionale al Città di Taormina. Non è bastata una prova di carattere ai biancazzurri, costretti alla battuta d’arresto da una squadra che ha creato di più e con Cirnigliaro grande protagonista in diverse occasioni. Gara decisa al 57’ da un gran gol di testa di Micoli.

La cronaca

Primissima fase di studio, poi la Jonica preme sull’acceleratore e costringe il Città di Taormina alla difensiva. Cirnigliaro all’8’ e all’11’ è costretto a effettuare due grandi interventi su Pappalardo e Tabares. L’asfissiante pressing dei locali impedisce i tentativi di ripartenza del Città di Taormina e al 23’ Cirnigliaro risponde ancora alla botta da dentro l’area di Pappalardo. Ospiti che poi sprecano un ghiotto contropiede con Famà e Salvo Strano e alla mezz’ora, quando i ritmi si abbassano, arriva il primo tiro nello specchio della porta: è di Abate, ma Romano para a terra.

Subito una grande occasione per la Jonica in avvio di ripresa: Gallardo smarca il solito Pappalardo, ma Sardo salva con il corpo e poi libera l’area con la collaborazione di Urso. Al 57’ arriva il gol: traversone di Peppe Savoca sul secondo palo, Micoli è tutto solo e incrocia di testa. Splendida marcatura con la Jonica che in campo aperto rischia più volte di far male a un Città di Taormina pericoloso con un tiro alto di Urso. Cirnigliaro c’è sull’assist di Micoli per La Place e sulla botta di Esposito, fermato al 67’ anche dal palo. Ci prova senza fortuna anche Gallardo e il tentativo di rimonta del Città di Taormina si complica al 79’ quando l’arbitro mostra un severo rosso ad Amante dopo un intervento in scivolata su Gallardo. Cirnigliaro, poi, salva ancora su Esposito (due volte), mentre i tentativi di Quintoni, Abate in sforbiciata e Biondo sono bloccati da Romano. Dopo una nuova parata di Cirnigliaro su Chimentao, Esposito colpisce anche la traversa. Ultimo sussulto della gara al 91’ con un rasoterra di Castorina che sfiora il palo.

Dichiarazioni degli allenatori

“Vittoria importantissima e non c’è bisogno di sottolinearlo. Questi ragazzi – ha dichiarato Michele Campo, allenatore della Jonica – non smettono di sorprendermi. Abbiamo fatto una partita per intensità e qualità, nell’arco di tutti e 95 minuti, che mi ha sorpreso. Non abbiamo avuto cali né fisici né mentali e abbiamo vinto contro una squadra forte”.

“Abbiamo affrontato una squadra ottima – ha detto Giuseppe Furnari, da poco allenatore del Città di Taormina – che ha fatto una buona partita. Siamo stati puniti su un cross dalla trequarti, occasione in cui dovevamo controllare meglio l’attaccante perché ne conoscevamo le caratteristiche. L’espulsione poi ci ha complicato ulteriormente il secondo tempo. Il campionato e il percorso da fare però sono lunghi, non sarà una sconfitta a fermare le nostre ambizioni”.

Gli altri recuperi

Nello stesso pomeriggio in campo anche Igea e Nebros in casa. Per i giallorossi che si trovavano di fronte la Leonzio è arrivata una vittoria tirata, di misura, decisa soltanto quando mancavano 10 minuti alla fine con una perla su punizione di Max Lucarelli.

Sfida più vivace invece tra Nebros e Palazzolo, con i padroni di casa che passano in vantaggio con le reti di Fioretti e Szerdi, ma gli ospiti restano sempre in partita e trovano il pareggio finale, 2-2, e tornano a casa con un punto.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x