Atm, straordinari e carriere veloci. Campagna: "Tutto in regola"

Atm, straordinari e carriere veloci. Campagna: “Tutto in regola”

Redazione

Atm, straordinari e carriere veloci. Campagna: “Tutto in regola”

Tag:

lunedì 13 Maggio 2024 - 22:43

Il presidente fa le sue precisazioni rispetto alle posizioni dei sindacati e di alcuni consiglieri in Commissione consiliare

Scontri tra Atm e sindacati a Palazzo Zanca: interviene il presidente Giuseppe Campagna in merito alla seduta della commissione consiliare di oggi. E sottolinea, anche in relazione agli interventi dei capigruppo Gioveni e Calabro: “Ho avuto la possibilità di fare chiarezza sui punti sollevati da consiglieri e rappresentanti sindacali nelle precedenti riunioni, evidenziando la correttezza delle azioni messe in campo da Atm Spa in questi anni. Nelle ultime settimane sono state fatte molte illazioni sulla gestione interna dell’Azienda Trasporti. Ma la verità è che Atm è un’azienda sana, efficiente e dinamica, in grado di offrire ai cittadini un servizio di trasporto pubblico locale di alto livello, come riconosciuto da tutti. Per potenziare ulteriormente il servizio, Atm Spa – come peraltro annunciato già da tempo – assumerà nei prossimi giorni altri 15 autisti in apprendistato”.

Campagna continua: “In merito agli straordinari tanto contestati dai sindacati, preciso che non sono mai stati superati i limiti previsti dalla normativa vigente. Aggiungo inoltre che il 61% degli operatori di esercizio o svolge meno di 8 ore di straordinario o addirittura rifiuta di effettuarne, facendo sì che tutto il lavoro extra sia in capo al 39% del personale autista, che comunque non ha mai sforato il tetto fissato dalla legge”.

“Carriere veloci, sistema frenante del tram ed esternalizzazione del servizio di carroattrezzi: ora parlo io”

E ancora; “Per quanto riguarda le carriere cosiddette veloci, mi preme sottolineare che in Atm le progressioni verticali dei dipendenti interni avvengono secondo il regolamento approvato anche dal socio unico il Comune di Messina. L’Azienda Trasporti agisce con la massima trasparenza tramite atti di interpello con selezioni aperte a tutti , mentre in passato era prassi attribuire mansioni superiori con semplici ordini di servizio e successiva ratifica di posizioni acquisite nel tempo. Chi in questi anni ha ottenuto parametri più alti è stato giudicato da una commissione d’esame, nella quale è prevista la presenza di un componente esterno, così come espressamente richiesto dai sindacati. Non mi risulta, peraltro, ci siano mai state contestazioni sugli esiti delle selezioni interne. Sui premi erogati ai dipendenti, confermo che ci sono state situazioni in cui il risultato auspicato da Atm è stato ottenuto grazie allo sforzo e al contributo del personale aziendale, al quale in qualche occasione è stato elargito un bonus come riconoscimento per l’impegno e per il raggiungimento di obiettivi importanti ai fini della crescita dell’azienda e del miglioramento dei servizi da essa erogati”.

Campagna tocca un altro argomento sollevato dai sindacati: “C’è poi il delicato tema del sistema frenante del tram su cui vorrei sgomberare ogni dubbio, per porre definitivamente fine all’inutile e pericoloso allarmismo creato in queste settimane. Il tram viene sottoposto a manutenzione e collaudi continui e posso asserire che il servizio viene svolto in condizioni di totale sicurezza e rispettando tutte le prescrizioni di legge. Sempre a proposito di sicurezza, ci tengo a dire che non esiste alcun problema per la salubrità dei dipendenti derivante dalla presenza nel tetto delle officine di onduline composte da cemento e una minima parte di amianto: gli organi competenti hanno certificato, anche recentemente, che non possono rilasciare polveri potenzialmente pericolose né cancerogene”.

Conclude il presidente di Atm “Per quanto concerne la presunta esternalizzazione del servizio di carroattrezzi, voglio rassicurare tutti che non è in programma una simile eventualità. Al contrario di quanto è stato dichiarato pubblicamente da qualche sindacalista, Atm spa sta implementando i mezzi attualmente a disposizione per migliorare ulteriormente il servizio. I numeri testimoniano che le rimozioni avvengono nella stragrande maggioranza dei casi con carroattrezzi e personale di Atm spa. Nel denunciare l’ipotesi di esternalizzazione, forse qualcuno si è confuso con ciò che avveniva in passato, quando i carroattrezzi aziendali restavano in deposito e il servizio veniva affidato a ditte esterne”.

Articoli correlati

3 commenti

  1. Facciamo chiarezza…..parola a lei sconosciuta😖😤😡 perché per fare chiarezza si devono dire esattamente le cose come stanno, no come le vuole fare stare😏….la contrasterò SEMPRE in ogni sua intervista perché non sopporto chi non ha il coraggio di ammettere i propri sbagli,non sopporto chi copre la VERITÀ dicendo la propria verità che fa comodo ….la VERITÀ è una sola e lei sa perfettamente qual è!

    4
    2
  2. Che atm come azienda funzioni dobbiamo darne atto ai dirigenti e al presidente in primis , finalmente si lavora, non come qualche anno fa dove chi lavorava veramente erano un numero sparuto, sulle carriere veloci però ho qualche perplessità.

    3
    0
  3. Avvocato,🤔 per caso prima gli autobus camminavano da soli????? Se adesso il servizio funziona è per gli acquisti ,e la miriade di bus messi in circolazione,per le tante assunzioni ,e non certo perché ora lavorano e prima no😡…..mi meraviglio di lei avvocato ,che batte SEMPRE su questo tasto😤 ….. proprio lei dovrebbe avere considerazione, visto che la sua categoria è “bistrattata “al pari di ciò che asserisce lei per gli autisti😤😖con un’aggravante ,🧐….che sulla sua ,di categoria,ci si lamenta pure per le parcelle esose che si devono corrispondere anche a cause perse,mentre gli autisti, pagano per il lavoro svolto male 😏…..mi “perdoni” per la “cruda franchezza” ,ma io sto sempre dalla parte dei “bistrattati”perché i “capri espiatori” non mi sono MAI piaciuti ,in quanto trovo profondamente ingiusto che “paghino “SEMPRE loro , a discapito di quelli che VERAMENTE devono pagare….e come lei mi insegna per “condannare i colpevoli” ci vogliono prove schiaccianti ,non illazioni,e nome di “malcostume” che l’ex sindaco e il presidente Campagna non hanno certo debellato con il loro insediamento ,…. avvocato ,il trattamento di controllo a 360 gradi riservato alla categoria degli autisti va riservato a tutto il personale dell’azienda perché un buon Direttore non fa’ ” figli e figliastri “sennò che esiste a fare La legge è uguale per tutti se non la si applica?????

    1
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007