S. Teresa. Firmata la transazione: Piazza "Bianca" non sarà deturpata - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

S. Teresa. Firmata la transazione: Piazza “Bianca” non sarà deturpata

Carmelo Caspanello

S. Teresa. Firmata la transazione: Piazza “Bianca” non sarà deturpata

mercoledì 27 Dicembre 2017 - 16:12
S. Teresa. Firmata la transazione: Piazza “Bianca” non sarà deturpata

Cala il sipario su una vicenda che si trascina da 30 anni. Il Comune aveva perso tutti i gradi di giudizio. Oggi l'atto che mette la parola fine alla vicenda

S. TERESA. “Con la firma della transazione cala finalmente il sipario, dopo più di 30 anni, su una triste pagina di storia santateresina”. Sprizza soddisfazione il sindaco, Danilo Lo Giudice, pochi minuti dopo aver siglato il documento che salva Piazza Marina militare d’Italia, da tutti conosciuta come piazza Bianca, che sorge sul lungomare nella zona Bucalo. E’ il principale luogo di ritrovo nei mesi estivi, e non solo. Il Comune era stato condannato dal Tar a demolire tutta la striscia in cui sorgono i giochi e l'adiacente passerella, per realizzare l'accesso ad un fondo privato. “Negli anni – spiega il primo cittadino – il Comune aveva perso tutti i gradi di giudizio, era stato nominato un commissario e si era materializzata l’ipotesi, che di fatto era divenuta realtà, di dover smantellare mezza piazza (tutta la zona giochi con la passerella) perdendo definitivamente l’utilizzo di oltre 300metri quadrati in quanto la stessa sarebbe diventata una strada carrabile sostanzialmente ad uso esclusivo dell’avente diritto. Un intervento che ci sarebbe costato circa 250 mila euro – sottolinea Lo Giudice – senza tenere in considerazione che la fruibilità dell’intera piazza e dell’area di intervento sarebbe stata definitivamente compromessa oltre all’ulteriore istanza risarcitoria, già prevista nella sentenza del tribunale di Messina, che l’avente diritto avrebbe potuto azionare per la mancata fruizione quasi trentennale del bene. La transazione siglata oggi – conclude il sindaco – ci consente di chiudere la vicenda con un risarcimento danni di 180 mila euro e la realizzazione di un’apertura pedonale nel muro divisorio. Non credo che si potesse fare di meglio, l’importante è essere riusciti a raggiungere l’obiettivo”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x