Questione aule. Il Maurolico chiede programmazione e trasparenza - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Questione aule. Il Maurolico chiede programmazione e trasparenza

Claudio Panebianco

Questione aule. Il Maurolico chiede programmazione e trasparenza

lunedì 07 Dicembre 2015 - 11:22
Questione aule. Il Maurolico chiede programmazione e trasparenza

I giovani del collettivo studentesco del Liceo Maurolico, con un comunicato ufficiale, hanno fatto chiarezza su alcuni punti bui nati dopo la manifestazione di giovedì scorso, riguardante la questione aule che coinvolge anche il Liceo Seguenza e la Provincia di Messina. Richieste palesi da parte dei ragazzi: trasparenza e programmazione nelle decisioni che riguardano un diritto fondamentale come quello allo studio

Una protesta fatta soprattutto di punti chiari. E' questa l'idea degli studenti del Liceo Maurolico creata attorno alla questione aule, di stampo provinciale, che coinvolge anche i colleghi del Liceo Seguenza. Dopo la manifestazione di Giovedì scorso, infatti, il collettivo ha deciso di far luce sugli angoli bui della vicenda. "Nessuna manifestazione non autorizzata si è svolta di fronte al Palazzo dei Leoni la mattina del 3 Dicembre tra le 11:15 e le 11:40", scrivono, "Si trattava invece di una richiesta formale d'incontro per ottenere notizie e chiarimenti a seguito di notizie apparse sulla stampa. Incontro accettato dal Commissario Romano".

Il Rappresentante dell'organo provinciale ha ricevuto una delegazione di sette studenti e sette docenti, concordando un tavolo tecnico che oggi stesso dovrebbe fondare un nuovo percorso da seguire per risolvere il problema. Nonostante tali presupposti, come dichiarano gli stessi alunni, il Commissario Romano ha segnalato alle autorità la manifestazione, appunto, come non autorizzata, avvertendo le forze dell'ordine.

Domenica 6 Dicembre, inoltre, ignoti hanno imbrattato una colonna del Palazzo della Provincia scrivendo, con una bomboletta di vernice, "#ilMauroc'è". I ragazzi, volendo mostrare la loro trasparenza, si sono fatti carico del danno, "Abbiamo già avviato, a seguito di questo spiacevole episodio – che ovviamente deprechiamo – una raccolta fondi, autotassandoci, per arrivare alla somma di € 100,00, cifra che dovrebbe essere sufficiente alla rimozione di questo atto vandalico. Consci del fatto che i nostri compagni non sono abituati a compiere questi vandalismi, condanniamo qualsiasi gesto contrario al senso civico di ogni cittadino".

I ragazzi del Liceo Maurolico chiedono quindi una programmazione che permetta sia a loro che agli amici del Seguenza, come i giovani stessi hanno definito gli alunni del plesso di Via Sant'Agostino, di esercitare il loro diritto allo studio, controllando specialmente il flusso di aule cedute, senza incidere sull'offerta formativa di ogni istituto.

Claudio Panebianco

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. PROVINCIA REGIONALE ANCORA PROVINCIA? MA SE IL BISCHERO HA CHIUSO LE PROVINCIE? FRA POCO LA PROVINCIA DI MESSINA DIVENTERA’ UN RISTORANTE E CERCANO AULE MA A CHI E DOVE ANDATE? IN UN ENTE CHE NON ESISTE PIU’ E’ IL FANTASMA DI SE STESSO, FORSE STATE CERCANDO I SALONI CON TAVOLI SEDIE E PIATTI. AULE LE CHIEDETE AD UN MORIBONDO.

    0
    0
  2. PROVINCIA REGIONALE ANCORA PROVINCIA? MA SE IL BISCHERO HA CHIUSO LE PROVINCIE? FRA POCO LA PROVINCIA DI MESSINA DIVENTERA’ UN RISTORANTE E CERCANO AULE MA A CHI E DOVE ANDATE? IN UN ENTE CHE NON ESISTE PIU’ E’ IL FANTASMA DI SE STESSO, FORSE STATE CERCANDO I SALONI CON TAVOLI SEDIE E PIATTI. AULE LE CHIEDETE AD UN MORIBONDO.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007