Allerta caldo, a rischio anche gli animali: l'appello di Ialacqua - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Allerta caldo, a rischio anche gli animali: l’appello di Ialacqua

Allerta caldo, a rischio anche gli animali: l’appello di Ialacqua

giovedì 03 Agosto 2017 - 10:49
Allerta caldo, a rischio anche gli animali: l’appello di Ialacqua

L'assessore all'Ambiente lancia un appello ai cittadini affinché in questi due giorni di caldo da bollino rosso mettano in atto dei piccoli accorgimenti per dare eventuale ristoro ai randagi. Attenzione anche ai cavalli: in cantiere un'ordinanza per regolarne l'utilizzo in casi particolari come le emergenze caldo.

Messina rientra tra le 26 città da bollino rosso indicate dal ministero della Salute per le giornate di oggi, giovedì 3, e domani, venerdì 4, e l’ondata di caldo torrido sembra destinata a permanere fino alla prossima settimana. Il ministero della Salute avverte che “Il bollino rosso indica condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute anche di persone sane, e non solo sulle fasce considerate a rischio come anziani, bambini piccoli e persone affette da malattie croniche”. A soffrire di tale situazione sono anche gli animali, e per questo l’assessorato all’Ambiente, con delega al Benessere degli Animali, aderisce alla campagna nazionale di alcune associazioni animaliste e fa appello alla cittadinanza affinché vengano lasciate ciotole di acqua fresca ma non fredda fuori dai locali pubblici e dalle porte di casa che danno sulla strada, al fine di dare ristoro a cani e gatti randagi.

L’assessore al ramo, Daniele Ialacqua, fa inoltre appello a coloro che utilizzano cavalli per il traino delle carrozzelle per giri turistici, di astenersi dal loro utilizzo nelle ore più calde e soprattutto quando le temperature superano i 33 gradi, consigliandone l’utilizzo solo dopo le ore 18, sempre che la temperatura lo consenta. Pur non avendo il Comune di Messina uno specifico regolamento comunale in tal senso, si ritiene doveroso, nel rispetto degli animali, attenersi a tale semplice regola di buon senso.

L’assessore prende come riferimento il testo dell’ordinanza sindacale n.92 del 23 giugno 2017 del Comune di Roma, che tutela dai picchi di temperature estive i cavalli utilizzati per il traino delle tradizionali botticelle ma anche quelli utilizzati per manifestazioni ludiche, al fine di avviare le procedure necessarie per predisporre un’ordinanza similare da emettere qualora si registrassero anche nella nostra città situazioni di pericolo per gli equidi. L’ordinanza del Comune di Roma recita “…l’estensione del divieto di circolazione previsto per le vetture pubbliche a trazione animale ad ogni attività di trazione o trasporto con equidi , nelle giornate caratterizzate dalla presenza di ondate di calore di particolare intensità con un livello di rischio 3 del bollettino del “Sistema Nazionale di Sorveglianza, previsione e di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione”, diramato dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile; che in dette giornate, per i mesi estivi, nel periodo da giugno a settembre 2017, le citate attività saranno consentite solo a decorrere dalle ore 18, a condizione che la temperatura ambientale sia comunque inferiore a 33 gradi centigradi”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Se mi potesse dire anche come si fa a fare crescere le erbacce sui marciapiedi ed a ridosso della strada. Persino Trump ha avuto parole stupefacenti per la cura del verde pubblico a Messina. “tramp pis no uari” tratto dallo scritto originale di Accorinto

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007