Scoglio: "L'unica soluzione è il Ponte sullo Stretto" - Tempostretto

Scoglio: “L’unica soluzione è il Ponte sullo Stretto”

Scoglio: “L’unica soluzione è il Ponte sullo Stretto”

mercoledì 04 Febbraio 2015 - 13:43

Riceviamo e pubblichiamo l'opinione dell'ex assessore della giunta Buzzanca, Gianfranco Scoglio, da sempre favorevole alla realizzazione del Ponte sullo Stretto ed ora più che mai, dopo il taglio dei treni a lunga percorrenza previsto per il prossimo mese di giugno

L’unica infrastruttura che può garantire uno stabile collegamento ferroviario della Sicilia con l’Europa è il Ponte sullo Stretto. Negare la valenza dell’infrastruttura significa condannare la Sicilia all’isolamento commerciale, disconoscere l’importanza che la stessa riveste per le città di Messina, Villa S. Giovanni e Reggio per una reale integrazione sociale, culturale ed economica dell’ Area dello Stretto e peggio ancora privare i giovani di opportunità di lavoro nel deserto economico in cui viviamo.

L’attuale sistema di trasporto ferrato delle merci e dei passeggeri ha costi insostenibili e non eleva la competitività delle imprese siciliane nella proiezione dell’Euromediterraneo. In particolare immaginare ancora l’ attraversamento dello Stretto dei treni passeggeri per il continente non è più reale vista la scarsa competitività con il sistema trasportistico aereoportuale.

Negli ultimi anni il traffico dei viaggiatori in treno si è ridotto dell’ 80% a fronte di un costo di traghettamento assolutamente esorbitante. La continuità territoriale in ipotesi di mancata realizzazione del Ponte è ipotizzabile solo in termini di intermodalità del servizio. La città di Messina, invece di contrastare le politiche delle Ferrovie dello Stato, dovrebbe porsi l’obiettivo strategico, al fine di salvaguardare concretamente le maestranze e gli operatori del settore, della realizzazione nella città metropolitana di concertare la realizzazione di un hub direzionale delle merci e dei passeggeri.

E’ indubbio infatti che la realizzazione del porto di Tremestieri e la piattaforma distributiva se messe a sistema con Catania e Palermo possono costituire un modello di sviluppo sostenibile per la città e gli operatori commerciali a patto che le Ferrovie finanzino e realizzino, nell’ambito del nuovo snodo ferroviario dell’ alta capacità, anche la tratta Giampilieri – Fiumefreddo.

Per ciò che riguarda il transito dei treni passeggeri, posto che noi messinesi siamo ormai abituati a prendere il treno a Reggio Calabria, considerare Messina quale stazione di arrivo per l’attraversamento dello stretto e’ un opportunità per la città, per il commercio e per le imprese specializzate in servizi. Si pensi ad esempio al terminal per i passeggeri, al trasporto bagagli, all’utilizzo dei parcheggi ed ai servizi commerciali. In tale ottica assume importanza nodale la riqualificazione delle stazioni con la possibilità di utilizzo con corner commerciali e lo sfruttamento della terrazza della stazione ed una complessiva riqualificazione dell’area e dei fabbricati di proprietà comunale.

In tale contesto è imprescindibile il potenziamento del servizio di aliscafi con Reggio, Villa e le Isole Eolie realizzando quella metropolitana del mare che nei fatti non è mai partita. Non servono proteste eclatanti (se non per la mancata realizzazione del Ponte) ma fatti concreti che inducano il Governo, la Regione e le Ferrovie dello Stato ad investire nella nostra città con proposte che siano logiche e coerenti con i necessari raffronti tra i costi e benefici.

E’ necessario che lo Stato intervenga inoltre per garantire la continuità territoriale ossia il diritto dei Siciliani di poter collegarsi con l’Europa coinvolgendo la regione Sicilia, con le stesse politiche adottate dalla Regione Sardegna, attraverso l’ utilizzo dei fondi comunitari per l’abbattimento del costo del biglietto per l’utente al fine rendere competitivo il sistema ed appetibili i territori ai flussi turistici.

Gianfranco Scoglio

Tag:

40 commenti

  1. Ponte sullo Stretto tipico miraggio di chi non ha altri argomenti. Facciamo le persone serie.

    0
    0
  2. Ponte sullo Stretto tipico miraggio di chi non ha altri argomenti. Facciamo le persone serie.

    0
    0
  3. ma quale ponte, ai messinesi stanno bene le “pante”,se non sa cosa sono si informi.

    0
    0
  4. ma quale ponte, ai messinesi stanno bene le “pante”,se non sa cosa sono si informi.

    0
    0
  5. MessineseIncallito 4 Febbraio 2015 15:43

    Mi tocca ammettere che mi trovo in accordo con scoglio

    0
    0
  6. MessineseIncallito 4 Febbraio 2015 15:43

    Mi tocca ammettere che mi trovo in accordo con scoglio

    0
    0
  7. Al punto in cui siamo arrivati, mi permetto di suggerire al nostro amico Sindaco Renato, un consiglio, da esperto ” vecchio” collega meditatore” zen : indossi subito una MAGLIETTA SI PONTE. Otterrebbe così in un sol colpo, geniale, di realizzare il sogno della sua vita: salvare miracolosamente Messina, recuperare il consenso perduto , rivoluzionare la storia della politica, di-mostrare l’aureola della vera intelligente UMILTÀ e conseguire l’ambito “satori”…L’ILLUMINAZIONE Buddista tibetana.

    0
    0
  8. Al punto in cui siamo arrivati, mi permetto di suggerire al nostro amico Sindaco Renato, un consiglio, da esperto ” vecchio” collega meditatore” zen : indossi subito una MAGLIETTA SI PONTE. Otterrebbe così in un sol colpo, geniale, di realizzare il sogno della sua vita: salvare miracolosamente Messina, recuperare il consenso perduto , rivoluzionare la storia della politica, di-mostrare l’aureola della vera intelligente UMILTÀ e conseguire l’ambito “satori”…L’ILLUMINAZIONE Buddista tibetana.

    0
    0
  9. E’ grazie ai politici come Scoglio che la Sicilia è ridotta così… Invece di proporre soluzioni serie, fattibili e immediate, continua a proporre irrealizzabili opere che già ci sono costate parecchi milioni di euro che potevano essere spese per potenziare SERIAMENTE i trasporti da e verso la Sicilia. BRAVO SCOGLIO e tutti i fessi che corrono dietro questa già dispendiosa e inutile idea del ponte.

    0
    0
  10. E’ grazie ai politici come Scoglio che la Sicilia è ridotta così… Invece di proporre soluzioni serie, fattibili e immediate, continua a proporre irrealizzabili opere che già ci sono costate parecchi milioni di euro che potevano essere spese per potenziare SERIAMENTE i trasporti da e verso la Sicilia. BRAVO SCOGLIO e tutti i fessi che corrono dietro questa già dispendiosa e inutile idea del ponte.

    0
    0
  11. Pieruccio caro, gli argomenti a favore del ponte sono racchiusi in centinaia di studi scientifici elaborati daile migliori menti accademiche internazionali. Se Lei ne ha altri, più originali ed interessanti, non ha che da offrirli al mondo. Pubblichi qualcosa. La comunità scientifica ed i cittadini comuni siamo in trepidante attesa.

    0
    0
  12. Pieruccio caro, gli argomenti a favore del ponte sono racchiusi in centinaia di studi scientifici elaborati daile migliori menti accademiche internazionali. Se Lei ne ha altri, più originali ed interessanti, non ha che da offrirli al mondo. Pubblichi qualcosa. La comunità scientifica ed i cittadini comuni siamo in trepidante attesa.

    0
    0
  13. L’uomo dei sogni, quelli dei suoi programmi complessi, si è svegliato di soprassalto dopo averlo sognato maestoso e costruito. Sogno geniale, metterebbe a rischio le prospettive occupazionali legate al traghettamento in attesa di quella collegate alla costruzione del PONTE, in cui le maestranze messinesi avrebbero un peso insignificante, ma in cambio una miriade di paninerie e ragazze nigeriane per ristorare e intrattenere chi costruirà il PONTE. SCOGLIO non ci pensa nemmeno di richiedere con forza le infrastrutture cui abbiamo diritto come siciliani, a prescindere dal sogno del PONTE. Quel PONTE SULLO STRETTO, in attesa di milioni di turisti da ospitare in una città diventata inospitale, persino con chi ci vive, SAREBBE LA FINE DI MESSINA.

    0
    0
  14. L’uomo dei sogni, quelli dei suoi programmi complessi, si è svegliato di soprassalto dopo averlo sognato maestoso e costruito. Sogno geniale, metterebbe a rischio le prospettive occupazionali legate al traghettamento in attesa di quella collegate alla costruzione del PONTE, in cui le maestranze messinesi avrebbero un peso insignificante, ma in cambio una miriade di paninerie e ragazze nigeriane per ristorare e intrattenere chi costruirà il PONTE. SCOGLIO non ci pensa nemmeno di richiedere con forza le infrastrutture cui abbiamo diritto come siciliani, a prescindere dal sogno del PONTE. Quel PONTE SULLO STRETTO, in attesa di milioni di turisti da ospitare in una città diventata inospitale, persino con chi ci vive, SAREBBE LA FINE DI MESSINA.

    0
    0
  15. Invece dell’uovo oggi ,ovvero lottare anche in modo plateale per i diritti dei siciliani contro le politiche dell’isolamento , si preferisce sperare nel sogno irrealizzabile di un ponte che porterebbe l’ennesimo scempio nel nostro territorio, oltre naturalmente a decine di politici e affaristi che si scannerebbero per avere una parte dell’osso..Autostrada RC/Sa docet..

    0
    0
  16. Invece dell’uovo oggi ,ovvero lottare anche in modo plateale per i diritti dei siciliani contro le politiche dell’isolamento , si preferisce sperare nel sogno irrealizzabile di un ponte che porterebbe l’ennesimo scempio nel nostro territorio, oltre naturalmente a decine di politici e affaristi che si scannerebbero per avere una parte dell’osso..Autostrada RC/Sa docet..

    0
    0
  17. Il ponte è l’alibi dell’inconcludente. Tutti coloro che hanno un minimo di onestà intellettuale sanno che in fondo sarebbe un’opera devastante per il nostro territorio…lunghissima nella realizzazione….molto dispendiosa….e comunque nessuno metterebbe i soldi necessari, né lo Stato e neanche i privati che per rientrare dall’investimento dovrebbero fare pagare il pedaggio più caro di quello attuale. E non mancano neanche riserve dal punto di vista della realizzabilità tecnica. Realisticamente la città ha bisogno di infrastrutture e servizi di trasporto degni di un paese civile nell’immediato…non chissà quando. Ancora a nascondersi dietro il ponte…ma fate i seri e parliamo di proposte vere non di stupide fantasie.

    0
    0
  18. Il ponte è l’alibi dell’inconcludente. Tutti coloro che hanno un minimo di onestà intellettuale sanno che in fondo sarebbe un’opera devastante per il nostro territorio…lunghissima nella realizzazione….molto dispendiosa….e comunque nessuno metterebbe i soldi necessari, né lo Stato e neanche i privati che per rientrare dall’investimento dovrebbero fare pagare il pedaggio più caro di quello attuale. E non mancano neanche riserve dal punto di vista della realizzabilità tecnica. Realisticamente la città ha bisogno di infrastrutture e servizi di trasporto degni di un paese civile nell’immediato…non chissà quando. Ancora a nascondersi dietro il ponte…ma fate i seri e parliamo di proposte vere non di stupide fantasie.

    0
    0
  19. Immagino Lei rientri nella categoria del mondo scientifico

    0
    0
  20. Immagino Lei rientri nella categoria del mondo scientifico

    0
    0
  21. Giustissimo il ponte è una sciocchezza inaudita, giustissimo invece fare il Mose quello si che va fatto, altrettanto dicasi per la tav; idem per per l’ expo, ma solo se viene fatto a Milano mi raccomando.

    0
    0
  22. Giustissimo il ponte è una sciocchezza inaudita, giustissimo invece fare il Mose quello si che va fatto, altrettanto dicasi per la tav; idem per per l’ expo, ma solo se viene fatto a Milano mi raccomando.

    0
    0
  23. A ridaglie…….. avete visto quale è il nocciolo della questione , vogliono prendere per le p…….. i messinesi e tutti i siciliani a cui , a quest’ultimi quanto pare non gliene f……..nulla.

    0
    0
  24. A ridaglie…….. avete visto quale è il nocciolo della questione , vogliono prendere per le p…….. i messinesi e tutti i siciliani a cui , a quest’ultimi quanto pare non gliene f……..nulla.

    0
    0
  25. Rientro senz’altro nella categoria dei laici del..” mondo scientifico”. Prima di esprimere un parere infatti mi informo umilmente, studio, comparo le tesi contrapposte e poi.. esprimo un parere, magari “contaminato”da mille esperienze ed intuito imprenditoriale. Lei chiaramente non condivide questa procedura. Dalle banalità e falsità già documentalmente provate che Lei continua a diffondere e dai giudizi ed assiomi indimostrabili o falsità ( la non realizzabilità ) e considerazioni non pertinenti….Lei si estromette dal metodo scientifico, per immergersi nel paludoso mondo del fondamentalismo ideologico finto ambientalista emozionale….che non è proprio del….” mondo scientifico”

    0
    0
  26. Rientro senz’altro nella categoria dei laici del..” mondo scientifico”. Prima di esprimere un parere infatti mi informo umilmente, studio, comparo le tesi contrapposte e poi.. esprimo un parere, magari “contaminato”da mille esperienze ed intuito imprenditoriale. Lei chiaramente non condivide questa procedura. Dalle banalità e falsità già documentalmente provate che Lei continua a diffondere e dai giudizi ed assiomi indimostrabili o falsità ( la non realizzabilità ) e considerazioni non pertinenti….Lei si estromette dal metodo scientifico, per immergersi nel paludoso mondo del fondamentalismo ideologico finto ambientalista emozionale….che non è proprio del….” mondo scientifico”

    0
    0
  27. pensate allo scempio del territorio, pensate all’impatto ambientale, sognate le infrastrutture e intanto i soldi del Ponte se li sono portati per fare il Moge a Venezia e l’inutile Expo di Milano. sognate… e andrete sempre peggio

    0
    0
  28. pensate allo scempio del territorio, pensate all’impatto ambientale, sognate le infrastrutture e intanto i soldi del Ponte se li sono portati per fare il Moge a Venezia e l’inutile Expo di Milano. sognate… e andrete sempre peggio

    0
    0
  29. A tutti le Persone contrarie chiedo : una Persona sia giovane che anziana proveniente da qualunque parte della Sicilia : dovrà caricarsi i bagagli “sulle spalle” portarli sino alla Caronte “come” proseguire sino alla stazione FFSS di Villa “come”. Inoltre, pensate ai benefici in posti di lavoro, turisti ecc.

    0
    0
  30. A tutti le Persone contrarie chiedo : una Persona sia giovane che anziana proveniente da qualunque parte della Sicilia : dovrà caricarsi i bagagli “sulle spalle” portarli sino alla Caronte “come” proseguire sino alla stazione FFSS di Villa “come”. Inoltre, pensate ai benefici in posti di lavoro, turisti ecc.

    0
    0
  31. A proposto di onestà intellettuale e anche di molta non conoscenza del progetto. Domanda secca: devasta di più l’ambiente la costruzione di un porto o quella di un ponte?

    0
    0
  32. A proposto di onestà intellettuale e anche di molta non conoscenza del progetto. Domanda secca: devasta di più l’ambiente la costruzione di un porto o quella di un ponte?

    0
    0
  33. Sante parole, ciò che accade da sempre a chi va in Sardegna rischia di accadere anche a chi va in Sicilia. Certo, un attraversamento più difficile ostacola turismo, lavoro, etc. Ma allora un attraversamento più facile favorisce …. Sembrerebbe logico ma, evidentemente, per alcuni non lo è.

    0
    0
  34. Sante parole, ciò che accade da sempre a chi va in Sardegna rischia di accadere anche a chi va in Sicilia. Certo, un attraversamento più difficile ostacola turismo, lavoro, etc. Ma allora un attraversamento più facile favorisce …. Sembrerebbe logico ma, evidentemente, per alcuni non lo è.

    0
    0
  35. Mariedit, non eri una persona che si informava prima di parlare ? Questa volta te lo sei dimenticato. Come si fa a mettere a confronto l’occupazione creata dai traghetti con quella del Ponte? E poi, a quali infrastrutture avremmo diritto? Perché le “tue” infrastrutture dovrebbero dare posti di lavoro e il Ponte no? A Genova lavorano 1500 persone per realizzare l’opera che si sta concretizzando con le risorse tolte al Ponte, perché a Messina non dovrebbe succedere? Non negare l’evidenza: come si fa oggi, con quello che sta succedendo, a parlare di “prospettive occupazionali” legate al traghettamento? Mi pare che chi sogna sei tu, non Scoglio.

    0
    0
  36. Mariedit, non eri una persona che si informava prima di parlare ? Questa volta te lo sei dimenticato. Come si fa a mettere a confronto l’occupazione creata dai traghetti con quella del Ponte? E poi, a quali infrastrutture avremmo diritto? Perché le “tue” infrastrutture dovrebbero dare posti di lavoro e il Ponte no? A Genova lavorano 1500 persone per realizzare l’opera che si sta concretizzando con le risorse tolte al Ponte, perché a Messina non dovrebbe succedere? Non negare l’evidenza: come si fa oggi, con quello che sta succedendo, a parlare di “prospettive occupazionali” legate al traghettamento? Mi pare che chi sogna sei tu, non Scoglio.

    0
    0
  37. Per curiosità, qual è l’uovo oggi ?

    0
    0
  38. Per curiosità, qual è l’uovo oggi ?

    0
    0
  39. Quei centinaia di studi scientifici capaci di prosciugare un “barca” di soldi pubblici (altro che privati) per poi partorire un progetto irrealizzabile (avevano detto che si sarebbero presentate tutte le piu’ importanti società costruttrici al mondo) che ha avuto la sola capacità di far “rinascere” una società che stava fallendo. A ben risentirci!

    0
    0
  40. Quei centinaia di studi scientifici capaci di prosciugare un “barca” di soldi pubblici (altro che privati) per poi partorire un progetto irrealizzabile (avevano detto che si sarebbero presentate tutte le piu’ importanti società costruttrici al mondo) che ha avuto la sola capacità di far “rinascere” una società che stava fallendo. A ben risentirci!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007