Coronavirus. I consigli dell'Istituto di sanità per pulire case e uffici - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus. I consigli dell’Istituto di sanità per pulire case e uffici

Francesca Stornante

Coronavirus. I consigli dell’Istituto di sanità per pulire case e uffici

giovedì 19 Marzo 2020 - 08:15
Coronavirus. I consigli dell’Istituto di sanità per pulire case e uffici

Emergenza Coronavirus. Ecco una serie di raccomandazioni sul ricambio d’aria, i prodotti di pulizia e i sistemi di ventilazione, a cura dell’Istituto Superiore di Sanità

Emergenza Coronavirus, l’imperativo è: restare a casa. E’ l’unica arma che abbiamo per difenderci e proteggerci dalla diffusione del Covid 19. Restiamo a casa e facciamo attenzione alla pulizia dell’ambiente domestico. I consigli pubblicati dal Ministero della Sanità arrivano direttamente dall’Istituto superiore di sanità.

Seguendo queste semplici indicazioni si mantiene l’aria pulita in casa, rendendo più salubre il periodo di isolamento o quarantena. Ma vale in generale per chiunque in questo periodo sta rispettando le indicazioni e dunque trascorre la giornata tra le mura domestiche. Le raccomandazioni sono utili per tutti gli ambienti chiusi: da quelli degli uffici e degli esercizi commerciali a quelli dei mezzi di trasporto.

Prima raccomandazione: badare al ricambio dell’aria. Dunque garantire un buon ricambio d’aria in tutti gli ambienti: casa, uffici, strutture sanitarie, farmacie, parafarmacie, banche, poste, supermercati, mezzi di trasporto. Aprire regolarmente le finestre scegliendo quelle più distanti dalle strade trafficate. Non lasciare aperte le finestre la notte. Ottimizzare l’apertura in funzione delle attività svolte.

Consigli per le pulizie. Pulire i diversi ambienti, materiali e arredi utilizzando acqua e sapone o anche alcol etilico 75% e/o ipoclorito di sodio 1%. In tutti i casi le pulizie devono essere eseguite con guanti e dispositivi di protezione individuale. Non miscelare i prodotti di pulizia, in particolare quelli contenenti candeggina o ammoniaca con altri prodotti. Sia durante che dopo l’uso dei prodotti per la pulizia e la sanificazione, arieggiare gli ambienti.

Attenzione anche agli impianti di ventilazione. A casa pulire regolarmente le prese e le griglie di ventilazione dell’aria dei condizionatori con un panno inumidito con acqua e sapone oppure con alcol etilico 75%. Negli uffici e nei luoghi pubblici gli impianti di ventilazione meccanica controllata devono essere tenuti accesi e in buono stato di funzionamento. Tenere sotto controllo i parametri microclimatici (es. temperatura, umidità relativa, CO2). Negli impianti di ventilazione meccanica controllata eliminare totalmente il ricircolo dell’aria. Pulire regolarmente i filtri e acquisire informazioni sul tipo di pacco filtrante installato sull’impianto di condizionamento ed eventualmente sostituirlo con un pacco filtrante più efficiente.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007