Caso Genovese, scattano le "ferie" in Tribunale e l'onorevole ottiene i domiciliari - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Caso Genovese, scattano le “ferie” in Tribunale e l’onorevole ottiene i domiciliari

Alessandra Serio

Caso Genovese, scattano le “ferie” in Tribunale e l’onorevole ottiene i domiciliari

venerdì 31 Luglio 2015 - 15:35
Caso Genovese, scattano le “ferie” in Tribunale e l’onorevole ottiene i domiciliari

La sezione feriale del Tribunale accoglie l'istanza di Favazzo basata sulla recente riforma in materia di misure cautelari carcerarie e concede i domiciliari ai Genovese, che ha però il divieto di comunicare con persone diverse dai familiari conviventi. Il provvedimento.

Arresti domiciliari per l'onorevole Francantonio Genovese. I giudici del tribunale feriale (presidente Minutoli, a latere Pagana e Misale) hanno sostituito la misura della custodia in carcere con quella degli arresti domiciliari, ritenuta adeguata e sufficiente a fronteggiare le esigenze cautelari.

"Un provvedimento,quello del tribunale, con cui vengono applicati incontrovertibili principi di diritto ed è stato compiuto un primo, significativo passo per porre fine ad una situazione di palese ingiustizia. L'unico mio rammarico è che la attenuazione del regime carcerario nei confronti di Francantonio a Genovese giunge con almeno sei mesi di ritardo", commenta il legale del deputato, l'avvocato Nino Favazzo. E' stato lui a portare Genovese a casa, a Torre Faro, dopo essersi recato a Gazzi, dove Genovese era detenuto, e che ha lasciato non appena è arrivata la notifica del provvedimento emesso dai giudici. Ha il divieto di comunicare con persone diverse dai familiari conviventi.

Il collegio è quello che sostituisce, nel periodo feriale, quello presieduto dalla presidente Grasso, a latere Micali, e che sta conducendo il processo Corsi d'Oro 2. E sostanzialmente è il primo provvedimento del quale si è occupato nell'ambito del processo, la cui ultima udienza è stata celebrata quasi 10 giorni fa per essere poi aggiornata a metà settembre. Genovese è rimasto a Gazzi sei mesi e mezzo, dopo esservi entrato a metà gennaio scorso. Prima ancora, a maggio 2014, vi era rimasto poco meno di una settimana. In questi sei mesi e mezzo nessuno dei vari giudici chiamato a pronunciarsi sulle richieste di scarcerazione aveva mai accettato l'istanza.

Il cuore del provvedimento di sei pagine che concede i domiciliari all'onorevole imputato prende corpo a pagina 3 dove i giudici, dopo aver sostanzialmente avvallato le decisioni precedenti, prendono però pure atto della più recente revisione di legge delle misure cautelari, che impone limiti più stringenti per applicare il carcere, e fa leva pure su una altrettano recente sentenza della Corte di Cassazione che in qualche modo considera rilevante di per sé il trascorrere del tempo, come parametro di valutazione del cessare delle esigenze cautelari carcerarie.

Infine, dicono i giudici, se c'è possibilità in astratto che commetta nuovamente il reato grazie ai propri contatti, è pure vero che il divieto di comunicazione con soggetti terzi limita adeguatamente questo pericolo.

Alessandra Serio

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

20 commenti

  1. L’aspetto umano dell’apparato “giustizia” ha finalmente prevalso, con un po’ di ritardo.

    0
    0
  2. L’aspetto umano dell’apparato “giustizia” ha finalmente prevalso, con un po’ di ritardo.

    0
    0
  3. chissà SE QUANTO AVVENUTO IERI AL SENATO (CASO AZZOLLINI) NON HABBIA AVUTO UN CERTO PESO, VISTO IL COMPORTAMENTO ISTERICO TENUTO DAL P.D.

    0
    0
  4. chissà SE QUANTO AVVENUTO IERI AL SENATO (CASO AZZOLLINI) NON HABBIA AVUTO UN CERTO PESO, VISTO IL COMPORTAMENTO ISTERICO TENUTO DAL P.D.

    0
    0
  5. E se questo provvedimento fosse, invece, una conseguenza del mancato accoglimento da parte del Senato sulla richiesta di custodia cautelare per il senatore Azzolini?
    Non poteva passare inosservato che: “solo un anno fa, POCHI GIORNI PRIMA DELLE EUROPEE, il presidente del Consiglio aveva risolto la pratica di Genovese con un diktat dei suoi: il deputato per il quale la Procura di Messina aveva chiesto l’arresto…doveva essere lasciato al suo destino…” Oggi Renzi si scopre garantista e in nome della realpolitik decide di lasciare ai senatori dem liberta coscienza sulla richiesta dei domiciliari formulata per Azzollini dalla procura di Trani.
    Oggi, non ci sono le Europee, ma un governo traballante e una poltrona da difendere!

    0
    0
  6. E se questo provvedimento fosse, invece, una conseguenza del mancato accoglimento da parte del Senato sulla richiesta di custodia cautelare per il senatore Azzolini?
    Non poteva passare inosservato che: “solo un anno fa, POCHI GIORNI PRIMA DELLE EUROPEE, il presidente del Consiglio aveva risolto la pratica di Genovese con un diktat dei suoi: il deputato per il quale la Procura di Messina aveva chiesto l’arresto…doveva essere lasciato al suo destino…” Oggi Renzi si scopre garantista e in nome della realpolitik decide di lasciare ai senatori dem liberta coscienza sulla richiesta dei domiciliari formulata per Azzollini dalla procura di Trani.
    Oggi, non ci sono le Europee, ma un governo traballante e una poltrona da difendere!

    0
    0
  7. Sono per la custodia cautelare in carcere PRIMA DEL PROCESSO solo per ipotesi di reati penali che abbiano a che fare con la violenza omicida o con la pedofilia o con le organizzazione mafiose e terroristiche. Sono per processi con limiti di tempo stabiliti per legge e per la certezza della pena. Il processo di primo grado deve essere al centro dell’ordinamento giudiziario, destinargli risorse e i giudici di provata esperienza e preparazione, come quelli di Cassazione, terzo grado da eliminare prima possibile. Il secondo grado deve avere filtri efficaci, non dovrebbe essere possibile per chi patteggia o goda di sconti di pena o attenuanti, insomma non deve più convenire delinquere come succede oggi in Italia.

    0
    0
  8. Sono per la custodia cautelare in carcere PRIMA DEL PROCESSO solo per ipotesi di reati penali che abbiano a che fare con la violenza omicida o con la pedofilia o con le organizzazione mafiose e terroristiche. Sono per processi con limiti di tempo stabiliti per legge e per la certezza della pena. Il processo di primo grado deve essere al centro dell’ordinamento giudiziario, destinargli risorse e i giudici di provata esperienza e preparazione, come quelli di Cassazione, terzo grado da eliminare prima possibile. Il secondo grado deve avere filtri efficaci, non dovrebbe essere possibile per chi patteggia o goda di sconti di pena o attenuanti, insomma non deve più convenire delinquere come succede oggi in Italia.

    0
    0
  9. IH-870 I-ITGI 1 Agosto 2015 09:32

    “scattano le ferie in tribunale e l’onorevole Genovese ottiene i domiciliari”. DOMANDA : DEVO DEDURNE CHE, AL TRIBUNALE DI MESSINA I TURNI DI FERIE NON SONO PIANIFICATI IN MODO DA AVERE SEMPRE UN POOL DI MAGISTRATI SEMPRE PRESENTE ??? VORREI CHIAREZZA SU QUESTO ASPETTO. GRAZIE

    0
    0
  10. IH-870 I-ITGI 1 Agosto 2015 09:32

    “scattano le ferie in tribunale e l’onorevole Genovese ottiene i domiciliari”. DOMANDA : DEVO DEDURNE CHE, AL TRIBUNALE DI MESSINA I TURNI DI FERIE NON SONO PIANIFICATI IN MODO DA AVERE SEMPRE UN POOL DI MAGISTRATI SEMPRE PRESENTE ??? VORREI CHIAREZZA SU QUESTO ASPETTO. GRAZIE

    0
    0
  11. Franco Caliri 1 Agosto 2015 11:48

    ??? non capisco il commento. Mi sembra ovvio che, a Genovese, la custodia cautelare in carcere sia stata sostituita da quella ai domiciliari perché un magistrato, che ha sostituito quelli andati in ferie, ha deciso che quasi sette mesi di carcere per una persona mai condannata da nessun tribunale, siano davvero troppi. Che pensavi, che vito che i magistrati ordinari sono in ferie, anche Genovese poteva andarsene tranquillamente in ferie? svegliaaaa!!!!

    0
    0
  12. Franco Caliri 1 Agosto 2015 11:48

    ??? non capisco il commento. Mi sembra ovvio che, a Genovese, la custodia cautelare in carcere sia stata sostituita da quella ai domiciliari perché un magistrato, che ha sostituito quelli andati in ferie, ha deciso che quasi sette mesi di carcere per una persona mai condannata da nessun tribunale, siano davvero troppi. Che pensavi, che vito che i magistrati ordinari sono in ferie, anche Genovese poteva andarsene tranquillamente in ferie? svegliaaaa!!!!

    0
    0
  13. Oltre ha agevolare i lavoratori dei tribunali si agevola il popolo almeno per questo periodo si godono un po di pace .
    Infatti in questo periodo nessuno può essere interrogato dalla polizia giudiziaria ovviamente se si eccepisce il principio.
    Solo le cause del lavoro e gli sfratti non godono di questo beneficio.

    0
    0
  14. Oltre ha agevolare i lavoratori dei tribunali si agevola il popolo almeno per questo periodo si godono un po di pace .
    Infatti in questo periodo nessuno può essere interrogato dalla polizia giudiziaria ovviamente se si eccepisce il principio.
    Solo le cause del lavoro e gli sfratti non godono di questo beneficio.

    0
    0
  15. guarda che biddicchio!
    meno mali chi ridi, voli diri chi è cuntentu!

    0
    0
  16. guarda che biddicchio!
    meno mali chi ridi, voli diri chi è cuntentu!

    0
    0
  17. IH-870 I-ITGI 3 Agosto 2015 10:33

    “un magistrato, che ha sostituito quelli andati in ferie, ha deciso che quasi sette mesi di carcere per una persona mai condannata da nessun tribunale, siano davvero troppi” –

    OVVERO : LA MAGISTRATURA E’ ESSENZIALMENTE INDIPENDENTE NELLE SUE DECISIONI. FINCHE’ LE COSE STANNO COSI’ POSSIAMO RESTARE SERENI, FIDUCIOSI E TRANQUILLI. PAUCIS PAUCA VERBA.

    0
    0
  18. IH-870 I-ITGI 3 Agosto 2015 10:33

    “un magistrato, che ha sostituito quelli andati in ferie, ha deciso che quasi sette mesi di carcere per una persona mai condannata da nessun tribunale, siano davvero troppi” –

    OVVERO : LA MAGISTRATURA E’ ESSENZIALMENTE INDIPENDENTE NELLE SUE DECISIONI. FINCHE’ LE COSE STANNO COSI’ POSSIAMO RESTARE SERENI, FIDUCIOSI E TRANQUILLI. PAUCIS PAUCA VERBA.

    0
    0
  19. Hanno applicato il principio sulla custodia cautelare al 50% dando gli arresti domiciliari.
    La custodia cautelare dovrebbe essere l’estremo per togliere la libertà invece (per alcune procure ) è il principio .
    Basta scrivere, può reiterare il reato tutto il popolo potrebbe finire in galera.Una legge criticata da tutti, anche un uomo venuto da lontano, appena eletto Papa si è accorto che la custodia cautelare in Italia è usata frequentemente.
    Giusto dopo una condanna definitiva si finisca in carcere per scontarsi la condanna, ma prima perchè ?
    Genovese deve essere liberato e farsi il processo da libero cittadino se fosse condannato giusto che sconti la sua pena.
    Genovese libero, per cronaca mai votato per lui, sono di destra.

    0
    0
  20. Hanno applicato il principio sulla custodia cautelare al 50% dando gli arresti domiciliari.
    La custodia cautelare dovrebbe essere l’estremo per togliere la libertà invece (per alcune procure ) è il principio .
    Basta scrivere, può reiterare il reato tutto il popolo potrebbe finire in galera.Una legge criticata da tutti, anche un uomo venuto da lontano, appena eletto Papa si è accorto che la custodia cautelare in Italia è usata frequentemente.
    Giusto dopo una condanna definitiva si finisca in carcere per scontarsi la condanna, ma prima perchè ?
    Genovese deve essere liberato e farsi il processo da libero cittadino se fosse condannato giusto che sconti la sua pena.
    Genovese libero, per cronaca mai votato per lui, sono di destra.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007