Formazione, la Cassazione: "Francantonio Genovese torni in carcere" - Tempostretto

Formazione, la Cassazione: “Francantonio Genovese torni in carcere”

Alessandra Serio

Formazione, la Cassazione: “Francantonio Genovese torni in carcere”

mercoledì 14 Gennaio 2015 - 21:08

Respinto il ricorso del deputato sotto processo per le presunte truffe con i corsi professionali. Già domani potrebbe tornare a Gazzi. Secondo la Cassazione il deputato non doveva essere scarcerato

Potrebbe tornare a Gazzi Francantonio Genovese. La Corte di Cassazione nella tarda serata ha rigettato il ricorso del deputato, sotto processo per la gestione dei fondi destinati alla formazione professionale.

Così facendo, la Suprema Corte ha confermato la decisione del Tribunale della Libertá di Messina del luglio scorso, che a sua volta aveva ribaltato una precedente decisione del giudice. Genovese, arrestato a maggio dopo il via libera della Camera, aveva trascorso poco meno di una settimana in carcere. Dopo averlo interrogato, il Gip Giovanni De Marco, lo stesso che aveva disposto il suo arresto in carcere, gli aveva concesso i domiciliari. Successivamente il Collegio della Libertá aveva peró dato ragione alla Procura, che si era "opposta" alla scarcerazione. Secondo i giudici della II sezione della Cassazione, cioè, l'onorevole non andava scarcerato.

"Il ripristino della misura cautelare in carcere appare a questo punto tutt’altro scontatocommenta il difensore, l'avvocato Nino Favazzo. Ed invero, la Procura di Messina, sicuramente, valuterà la circostanza che la odierna decisione ha avuto ad oggetto un provvedimento, di fatto, superato dalle successive e recenti pronunce rese dal Gip di Messina, tutte di attenuazione dell'originario quadro cautelare".

Proprio qualche giorno fa Genovese, ai domiciliari nella sua villa di Ganzirri, aveva ottenuto il permesso di comunicare liberamente, anche con persone diverse dai familiari, e di ricevere visite. Già nella mattinata di giovedì, invece, potrebbe essere nuovamente in carcere.

Alessandra Serio

Tag:

30 commenti

  1. velista anonimo 14 Gennaio 2015 21:48

    I soldi pubblici, dei cittadini, che ottengono gli enti di formazione devono essere impiegati per formare i ragazzi per dare loro una possibilità in più per trovare lavoro.
    Attingere da quei finanziamenti per acquistare immobili, o lucrare sulle forniture, o fare consulenze, o assumere parenti e amici, qualora tutto fosse accertato, non e’ bello.
    Non si può accettare una cosa del genere.

    0
    0
  2. velista anonimo 14 Gennaio 2015 21:48

    I soldi pubblici, dei cittadini, che ottengono gli enti di formazione devono essere impiegati per formare i ragazzi per dare loro una possibilità in più per trovare lavoro.
    Attingere da quei finanziamenti per acquistare immobili, o lucrare sulle forniture, o fare consulenze, o assumere parenti e amici, qualora tutto fosse accertato, non e’ bello.
    Non si può accettare una cosa del genere.

    0
    0
  3. velista anonimo 15 Gennaio 2015 06:48

    le affermazioni di Favazzo sono irriverenti e allucinanti. E allora se un cittadino fosse condannato nei primi gradi di giudizio ma assolto in cassazione … allora secondo Favazzo andrebbe condannato !!?? ovvero se la Cassazione decidesse di rifare un processo, questo non potrebbe essere fatto in virtù di decisioni prese nei precedenti giudizi … ?!?!

    0
    0
  4. velista anonimo 15 Gennaio 2015 06:48

    le affermazioni di Favazzo sono irriverenti e allucinanti. E allora se un cittadino fosse condannato nei primi gradi di giudizio ma assolto in cassazione … allora secondo Favazzo andrebbe condannato !!?? ovvero se la Cassazione decidesse di rifare un processo, questo non potrebbe essere fatto in virtù di decisioni prese nei precedenti giudizi … ?!?!

    0
    0
  5. se la legge e uguale per tutti va rispettata o vale solo per i poveri???????????

    0
    0
  6. se la legge e uguale per tutti va rispettata o vale solo per i poveri???????????

    0
    0
  7. ..credo che a tutto ci sia un limite…fateci capire, è più pericoloso di Riina o no?

    0
    0
  8. ..credo che a tutto ci sia un limite…fateci capire, è più pericoloso di Riina o no?

    0
    0
  9. io non mi intendo di legge e leggine,ma è possibile che ci siano giudici che decidono in modo diverso l’uno dall’altro? La legge non è UNICA per tutti? allora come si fa a girarla secondo chi quella mattina si alza e decide ? oppure…non hanno letto bene la legge..

    0
    0
  10. io non mi intendo di legge e leggine,ma è possibile che ci siano giudici che decidono in modo diverso l’uno dall’altro? La legge non è UNICA per tutti? allora come si fa a girarla secondo chi quella mattina si alza e decide ? oppure…non hanno letto bene la legge..

    0
    0
  11. Commenti Moderatissimi.
    Complimenti alla redazione. Imparziale come sempre quando si tratta di Genovese!

    0
    0
  12. Commenti Moderatissimi.
    Complimenti alla redazione. Imparziale come sempre quando si tratta di Genovese!

    0
    0
  13. Egr.Sig. Saltalamacchia lei si sbaglia nel dire che la redazione è attenta a non ferire il Genovese con i commenti che potrebbero disturbare questo grande uomo (non in altezza). Certamente, da quale attento lettore quale lei è, avrà notato che su certi personaggi, i quali vengono pizzicati da noi lettori, non si pubblicano commenti. Probabile che anche questo commento non venga pubblicato.

    0
    0
  14. Egr.Sig. Saltalamacchia lei si sbaglia nel dire che la redazione è attenta a non ferire il Genovese con i commenti che potrebbero disturbare questo grande uomo (non in altezza). Certamente, da quale attento lettore quale lei è, avrà notato che su certi personaggi, i quali vengono pizzicati da noi lettori, non si pubblicano commenti. Probabile che anche questo commento non venga pubblicato.

    0
    0
  15. Come rendere difficili le interpetrazioni, ricordandoci che in carcere va chi è colpevole alla fine di tutti i gradi di giudizio, inoltre se la carcerazione preventiva necessità per evitare l’inquinamento delle prove, e successivamente vengono ridotte le misure degli arresti domiciliari, il giudizio della cassazione si ritiene superato dai fatti!

    0
    0
  16. Come rendere difficili le interpetrazioni, ricordandoci che in carcere va chi è colpevole alla fine di tutti i gradi di giudizio, inoltre se la carcerazione preventiva necessità per evitare l’inquinamento delle prove, e successivamente vengono ridotte le misure degli arresti domiciliari, il giudizio della cassazione si ritiene superato dai fatti!

    0
    0
  17. certo perchè la sx va sempre trattata con un occhio di riguardo, del resto è superiore a tutto e tutti e se sbaglia o peggio, lo fa in buona fede

    0
    0
  18. certo perchè la sx va sempre trattata con un occhio di riguardo, del resto è superiore a tutto e tutti e se sbaglia o peggio, lo fa in buona fede

    0
    0
  19. E’ possibile la Legge non ammette ignoranza.

    0
    0
  20. E’ possibile la Legge non ammette ignoranza.

    0
    0
  21. Esatto: “… qualora fosse accertato…”
    E’ tutto qui!
    Accertiamo e poi condanniamo, non il contrario!

    0
    0
  22. Esatto: “… qualora fosse accertato…”
    E’ tutto qui!
    Accertiamo e poi condanniamo, non il contrario!

    0
    0
  23. velista anonimo 15 Gennaio 2015 14:36

    I soldi pubblici dei cittadini che dovevano servire per organizzare sul territorio corsi di formazione per i ragazzi per dare loro una possibilità in più per trovare impiego, sono stati impiegati per altri fini, in base agli accertamenti ed alle indagini. Il Parlamento ha dato anche l’autorizzazione all’arresto. Adesso la Cassazione. I cittadini vogliono sapere se il centro clinico e’ il luogo dove tutti possono andare in carcere o se si può stare a casa in poltrona o in vasca idromassaggio.

    0
    0
  24. velista anonimo 15 Gennaio 2015 14:36

    I soldi pubblici dei cittadini che dovevano servire per organizzare sul territorio corsi di formazione per i ragazzi per dare loro una possibilità in più per trovare impiego, sono stati impiegati per altri fini, in base agli accertamenti ed alle indagini. Il Parlamento ha dato anche l’autorizzazione all’arresto. Adesso la Cassazione. I cittadini vogliono sapere se il centro clinico e’ il luogo dove tutti possono andare in carcere o se si può stare a casa in poltrona o in vasca idromassaggio.

    0
    0
  25. Ma per la legge (Corte di Cassazione) il sig. Genovese DEVE andare in carcere, pertanto che ci vada senza se e senza ma…poi se = “SE” = avrà ragione dopo i tre gradi di giudizio che faccia ricorso…è un suo diritto.Così come è un nostro sacrosanto diritto avere la legge UGUALE per tutti…”onorevoli” e non…

    0
    0
  26. Ma per la legge (Corte di Cassazione) il sig. Genovese DEVE andare in carcere, pertanto che ci vada senza se e senza ma…poi se = “SE” = avrà ragione dopo i tre gradi di giudizio che faccia ricorso…è un suo diritto.Così come è un nostro sacrosanto diritto avere la legge UGUALE per tutti…”onorevoli” e non…

    0
    0
  27. non si sa mai. Ha ancora tanti amici a piede libero…

    0
    0
  28. non si sa mai. Ha ancora tanti amici a piede libero…

    0
    0
  29. IO penso che con i xxxxxxxxxxxxxx se l’hanno sbattuto in galera per la seconda volta, qualcosina di brutto l’ha fatta.
    Non è un povero barbone del quale frega niente a nessuno.
    Bisogna dare atto alla magistratura che in questo caso ha dimostrato di non guardare in faccia (e in banca) a nessuno, applicando la legge e facendo valere una volta tanto quel sacrosanto principio che la legge è uguale per tutti e tutti sono uguali davanti alla legge, che è il caposaldo sul quale si basa la democrazia, e il tratto distintivo che la differenzia dai regimi dittatoriali e tirannici.

    0
    0
  30. IO penso che con i xxxxxxxxxxxxxx se l’hanno sbattuto in galera per la seconda volta, qualcosina di brutto l’ha fatta.
    Non è un povero barbone del quale frega niente a nessuno.
    Bisogna dare atto alla magistratura che in questo caso ha dimostrato di non guardare in faccia (e in banca) a nessuno, applicando la legge e facendo valere una volta tanto quel sacrosanto principio che la legge è uguale per tutti e tutti sono uguali davanti alla legge, che è il caposaldo sul quale si basa la democrazia, e il tratto distintivo che la differenzia dai regimi dittatoriali e tirannici.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007