Duro affondo della Fp Cgil: “Gravi discriminazioni verso i dipendenti. Straordinari liquidati in modo illegittimo” - Tempo Stretto

Duro affondo della Fp Cgil: “Gravi discriminazioni verso i dipendenti. Straordinari liquidati in modo illegittimo”

Duro affondo della Fp Cgil: “Gravi discriminazioni verso i dipendenti. Straordinari liquidati in modo illegittimo”

mercoledì 22 Febbraio 2012 - 14:15
Duro affondo della Fp Cgil: “Gravi discriminazioni verso i dipendenti. Straordinari liquidati in modo illegittimo”

Clara Crocè denuncia gravi irregolarità nella corresponsione delle ore di straordinario e invita il sindaco, definito Re Sole, ha revocare le delibere con cui è stata prevista un illegittima assegnazione di ore di straordinario per alcuni dipendenti

Attacco frontale della segretaria generale della Fp Cgil, Clara Crocè, nei confronti del sindaco Buzzanca e delle modalità di gestione amministrativa del palazzo. Nel mirino della rappresentante sindacale, “le gravi discriminazioni adottate nei confronti dei dipendenti. Forte premialità per chi sta vicino al Re sole, nulla per gli altri, quasi il Comune fosse la reggia di Versailles”.
La Crocè passa quindi in rassegna i numeri, anzi le ore: 550 quelle di straordinario liquidate all’usciere del Gabinetto del sindaco di Messina che salgono addirittura a 563 per il Nucleo sicurezza. “Nemmeno passassero anche la notte al Comune ad aprire e chiudere le porte – denuncia Clara Crocè segretario generale della Fp Cgil di Messina – .Ma questa è la gestione Buzzanca delle risorse destinate al personale. Mentre non si riconoscono ai dipendenti segmenti nodali del loro salario, che questo mese viene tra l’altro pagato in ritardo, per lo Staff del sindaco piove oro in spregio a qualunque norma”. La Fp Cgil di Messina critica duramente la gestione del personale del sindaco Buzzanca e in particolare denuncia lo sperpero di risorse e le gravi discriminazioni compiute.
“Dall’insediamento del sindaco Buzzanca le condizione dei lavoratori al Comune di Messina sono peggiorate – spiega la Fp Cgil- Per la prima volta registriamo il pagamento degli stipendi in ritardo (questo mese i lavoratori percepiranno lo stipendio di febbraio a marzo). A febbraio del 2012 , ancora deve essere costituito il fondo del 2011 mentre ancora non è stata pagata la semestralità da gennaio a giugno 2011 del salario accessorio. Si violano ogni norma etica e morale, pur di liquidare tanto e subito ai pochi dell’entourage del sindaco. Mentre il resto del personale rimane a bocca asciutta”.
E la Crocè continua: “Il 22 novembre 2011, con propria determina, ha disposto l’ assegnazione del budget ai Dirigenti senza provvedere alla dovuta informazione delle organizzazioni sindacali, impedendo così qualsiasi forma di controllo o contrattazione, come invece previsto dai Contratti collettivi di lavoro e dalle norme che regolano l’orario di lavoro. La determina è illegittima – dichiara Clara Crocè Segretario Generale della FP CGIL- si deroga il limite delle 180 ore annue individuali anche per l’ufficio di gabinetto del Sindaco
Inoltre, afferma il sindacato, mentre si assegna la somma di 49.500,00 euro all’ufficio di gabinetto del Sindaco e di euro 33.759,00 per lo straordinario al nucleo di sicurezza del Sindaco, per i servizi nevralgici vanno le briciole. (vedi articolo correlato). “Ci dicono che le casse del Comune sono vuote, non ci sono soldi per il salario accessorio dei dipendenti comunali, gli stipendi anche questo mese saranno pagati in ritardo, i lavoratori della Messinambiente senza stipendio, i lavoratori della nuova Presenza senza stipendio dal mese di novembre – continua Clara Crocè – ma il 25 gennaio, Antonio Ruggeri, questa volta, nelle vesti di Capo di Gabinetto del Sindaco, ha adottato una determina per la liquidazione del lavoro straordinario per il personale che fa parte del Gabinetto del Sindaco. Determina adottata in palese violazione del CCNL e delle norme che regolano l’orario di lavoro. Inoltre,le prestazioni di lavoro straordinario sono rivolte a fronteggiare situazioni di lavoro eccezionali e pertanto non possono essere utilizzate come fattore ordinario di programmazione del tempo di lavoro e di copertura dell’orario di lavoro. Chiediamo la revoca delle determine illegittime e l’immediata convocazione dei sindacati”.

Tag:

2 commenti

  1. scusi sig.CGIL,ma se la delibera è illegittima,perchè non vi rivolgete al giudice.La legge è legge quindi una cosa illegittima la risolve il giudice,abbaiare e non morsicare è come il cane che abbia ma non morde….

    0
    0
  2. LAVORO STRAORDINARIO AL COMUNEEEEE! Quello che penso dei messinesi di palazzo ZANCA,ve lo ripropongo ironicamente,per farci due risate.Il dialogo è fra tre bambini e i loro papà, tutti fanno la stessa domanda.
    BAMBINI ” papà unni travagghi? “. primo PAPA’ ” lavoro all’ufficio anagrafe del Comune, nel settore rilascio carte di identità “.
    secondo PAPA’ ” sugnu o Municipiu “. terzo PAPA’ ” vaiu o Municipiu “.Come si fa a trovare il primo PAPA’, quello che si merita il lavoro straordinario, il premio in base alla performance, il bonus di eccellenza,il premio per l’innovazione, la progressività economica? E’ come cercare l’ARABA FENICE.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007