Covid Messina: avviato l'iter di decadenza per il dg dell'Asp Paolo La Paglia - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Covid Messina: avviato l’iter di decadenza per il dg dell’Asp Paolo La Paglia

Rosaria Brancato

Covid Messina: avviato l’iter di decadenza per il dg dell’Asp Paolo La Paglia

giovedì 18 Febbraio 2021 - 22:48

Il provvedimento firmato dal presidente Musumeci

La Regione avvia il procedimento di decadenza nei confronti del Dg dell’Asp di Messina Paolo La Paglia. A firmare il provvedimento è stato il presidente Musumeci. Nell’atto si ripercorre la vicenda che ha portato il 17 dicembre alla nomina di una Commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 presso l’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina. Il 24 dicembre 2020, è stata depositata la relazione conclusiva, con la quale sono state evidenziate alcune rilevanti criticità emerse in sede di controllo. La Paglia ha avuto modo di controdedurre. L’iter è andato avanti ed il 20 gennaio si è tenuta l’audizione del manager a Palermo con l’ acquisizione dì ulteriori scritti difensivi.

La relazione

L’ultimo passaggio il 10 febbraio con le valutazioni sull’esito dell’attività di controllo da parte dei dirigenti regionali del Dipartimento che hanno presentato la relazione all’assessore Razza proponendo l’avvio del procedimento di decadenza. Adesso La Paglia ha 30 giorni di tempo per depositare controdeduzioni e osservazioni

Lo scontro con De Luca

La Paglia è finito nel mirino del sindaco De Luca nel mese di dicembre, per le gravi criticità emerse nel corso della gestione dell’emergenza coronavirus. Anche la Uil ha più volte chiesto interventi da parte della Regione contestando le falle nella gestione. Dopo l’insediamento della commissione d’inchiesta nominata dall’assessore Razza, il sindaco, a metà gennaio ha lanciato l’aut aut presentando le dimissioni (che ha poi ritirato 10 minuti prima che divenissero ufficiali).

Articoli correlati

Tag:

15 commenti

  1. OHHHH!!!!
    Era ora !!
    UNA NOTIZIA COSÌ BELLA STAMATTINA, CHE MI VIENE VOGLIA DI “SPARARE” A LAVORO E FARMI UNA BELLA TRAGHETTATA !!

    9
    2
  2. Se sei inetto a ricoprire un ruolo devi mollare e ritirarti ……….De Luca ci aveva visto giusto

    12
    10
    1. De Luca non aveva visto giusto …..non ci voleva la sua vista a raggi x per capire l’ inefficienza dell’Asp ……le indagini hanno fatto il loro corso e chi ha sbagliato deve pagare……il sindaco non può sostituirsi alla legge e alle sue procedure….non è Charles Bronson nella parte del “giustiziere”😏…..tempo al tempo e tutta la verità prima o poi viene a galla senza bisogno di Cateno De Luca il detentore della verità 😡😖

      7
      3
  3. ORA COSA DIRANNO TUTTI I DENIGRATORI DEL SINDACO.

    14
    19
    1. De Luca avrebbe solo dovuto attendere i tempi dell’istruttoria senza retorica e sceneggiate inutili, e men che mai cercare una vittoria politica su una faccenda tanto delicata.
      Il giudizio sul dirigente è competenza della regione non suo, punto, ma il boccone mediatico era troppo ghiotto dopo lo scandalo ASP.
      Avrebbe voluto sfruttare il momento forzando la mano a Razza, ed ha giocato per l’ennesima volta la patetica carta delle dimissioni per pura speculazione facendo una figura pessima perché Razza ha correttamente seguito l’iter ed i suoi tempi.
      Ha fatto tutto questo per un discorso di tipo mediatico, perché la sospensione del dirigente era già avvenuta e l’ASP già commissariata, quindi il destino di La Paglia in quel momento aveva nessun effetto pratico nella gestione dell’emergenza COVID.
      Insomma voleva comandare in casa d’altri nonostante non ve ne fosse l’impellenza e senza averne il diritto.
      E’ giustissimo che le cose siano andate così, le regole sono queste.

      10
      6
      1. 👍👏👏👏👏👏👏👏👏👏Condivido ogni parola detta .

        5
        1
      2. Le cose non stanno così. Tu hai distorto la realtà dei fatti.

        1
        11
        1. Mi dica come stanno allora.
          Lo dico sinceramente.
          De Luca ha spinto o no perchè La Paglia venisse rimosso senza alcuna istrutturia, quando l’ASP era già stata commissariata e quindi non più dipendente da lui?

          6
          1
      3. Aspettare i tempi perché non hai avuto lutti in famiglia!!!!!

        2
        13
        1. L’ASP era commissariata.
          La Paglia era già in “panchina” in attesa di giudizio, estromesso, fatto fuori, defenestrato.
          Io sarò ipercritico, ma per carità smettete di essere totalmente acritici nei confronti di De Luca
          Controllate quello che dice.

          6
          1
  4. Béh, ma il Sindaco non capiva nulla ed aveva torto, vero? Meglio tardi che mai, “Presidente” Musumeci, anche se il danno è fatto. Se fosse stata gestita da subito l’emergenza generata dai tanti positivi, oggi non ci ritroveremmo nella situazione nota: oltre 2 mila persone, nel solo ambito urbano, positive al Covid.

    4
    6
  5. Si può essere anche arcistufi ,ma se, per evitare ulteriori morti, parliamo di morti che nessun tribunale del mondo riporterà in vita, si trasgrediscono le regole come qualcuno sostiene, che ben venga, vista l’incapacità dirigenziale a tutti i livelli. Se qualche arcistufo avesse perso qualcuno dei suoi cari vorrei vedere se queste sono le regole ed è giusto che sia andato così.

    3
    8
    1. Ma ha capito o no che l’ASP era già commissariata?
      E lasci in pace i morti e i familiari.
      La retorica sulle vittime senza la discussione dei fatti è inutile.

      3
      0
    2. Sentivo la mancanza dei sostenitori di De Luca Forever che come al solito pur di aver ragione mettono in mezzo pure i “morti”…..le vorrei ricordare che il sindaco sapeva già in tempi non nefasti della inefficienza dell’Asp e che ha fatto ? Non è stato capace neanche a intervenire per l’emergenza dei rifiuti da ritirare delle persone poste in quarantena nelle proprie case lasciandole” seppellite” per i “capricci burocratici” …..voleva fare vedere anche in quel caso che l’Asp non funzionava, quando l’Asp stessa aveva segnalato che non era in grado di espletare quel servizio…..cercate di essere obiettivi almeno una volta ogni tanto, senza trascinare catastrofi e tragedie scongiurate grazie alle doti di colui che anticipa gli eventi ……paragnosta al momento mi manca tra i suoi innumerevoli “poteri😏

      2
      0
  6. non credo che il sindaco inaugurando luci o andando ancora indietro consegnando uova abbia visto lungo.
    Cmq giustamente i morti ci sono ma il teatro non serve.

    4
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x