Covid Messina. Ecco la mozione di Pergolizzi: "De Luca ritiri le dimissioni" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Covid Messina. Ecco la mozione di Pergolizzi: “De Luca ritiri le dimissioni”

Rosaria Brancato

Covid Messina. Ecco la mozione di Pergolizzi: “De Luca ritiri le dimissioni”

martedì 26 Gennaio 2021 - 09:22

Il consigliere invita i colleghi a chiedere al sindaco il ritiro delle dimissioni ed a sposare la sua battaglia contro l'asp

L’ha annunciata nei giorni scorsi e adesso l’ha presentata ufficialmente come mozione al presidente del Consiglio Comunale Cardile. E’ la richiesta al sindaco di ritirare le dimissioni che dovrebbero diventare esecutive il 5 febbraio.

Nello Pergolizzi quindi invita l’Aula a votare la richiesta di revoca delle dimissioni, una sorta di voto di fiducia indiretto che porterà alla conta in consiglio con la consapevolezza, comunque, che se De Luca non è più sindaco anche i consiglieri tornano a casa.

L’anno della pandemia

Il 2020- scrive Pergolizzi– ha rappresentato un esercizio di grande emergenza sanitaria dal quale ne è derivato un periodo di enorme difficoltà economico – finanziaria su tutto il territorio nazionale e che ha coinvolto, senza distinzione alcuna, attività commerciali, piccole, medie e grandi imprese, portando al collasso intere famiglie”.

Messina zona ultrarossa

L’inizio del 2021 desta uguale preoccupazione per il via di una seconda ondata allarmante soprattutto in Sicilia che dal 17 gennaio è zona rossa. Pergolizzi ricorda poi l’ordinanza sindacale di De Luca che ha comportato ulteriori misure restrittive che hanno causato malcontento di buona parte delle piccole, medie e grandi imprese. Il consigliere comunale di LiberaMe sottolinea le responsabilità dell’Asp nei gravi disagi patiti dai messinesi sul fronte del controllo dei contagi. Si va dai ritardi sugli esiti dei tamponi effettuati alla gestione dei rifiuti dei positive in quarantena fino alle difficoltà nel tracciamento dei contatti.

“De Luca ha lavorato bene”

Il rapido diffondersi della pandemia anche nel nostro comune impone una seria riflessione sull’opportunità, da parte del Sindaco, di lasciare la guida del nostro comune in un momento così delicato- prosegue Pergolizzi– Il consiglio comunale, durante questi anni di amministrazione, ha condiviso la quasi totalità delle proposte di deliberazione arrivate in discussione, approvandole a maggioranza le stesse. L’impegno del sindaco per ripristinare condizioni di legalità e migliore vivibilità nel nostro commune sono sotto gli occhi di tutti. Un commissariamento porterebbe un vuoto amministrativo penalizzante per il nostro comune, arrestando il processo di riqualificazione avviato dall’amministrazione comunale”.

Ricomincia la telenovela

Alla luce di queste premesse Pergolizzi invita I colleghi consiglieri a condividere la posizione di De Luca contro l’Asp di Messina e a chiedere al sindaco di ritirare le dimissioni. Da oggi quindi ricomincia la telenovela su dimissioni e “fiducia”, la conta dei favorevoli e contrari e all’orizzonte c’è un esito in gran parte già visto.

Articoli correlati

Tag:

21 commenti

  1. Ma questo voto che effetto avrebbe nella pratica per Messina ed i suoi abitanti?
    Il procedimento nei confronti di La Paglia è già in carico alla Regione ed alla magistratura, il commissariamento ASP già avvenuto, il passaggio di consegne per la raccolta rifiuti speciali pure.
    Mi spieghi Pergolizzi se questo non è un puro atto politico, ovvero se il sindaco non intenda ottenere in questo grave momento una vittoria politica mettendo sul piatto quello che di contro sarebbe il purgatorio amministrativo di un commissariamento.
    Sta giocando la sua personale partita politica scommettendo non il suo futuro ma quello della nostra città.
    Ecco perché ho sempre ritenuto De Luca un opportunista della politica e non un difensore della comunità come invece molti lo descrivono.

    37
    8
  2. Veramente sotto gli occhi di tutti c’è tutt’altro e non certo migliore vivibilità del comune di Messina. Insomma Pergolizzi, come altri, si aggrappa con unghie e denti alla poltrona. Vergogna.

    40
    9
  3. bonanno giuseppe 26 Gennaio 2021 10:11

    a ridicoloooooooooooooooooo

    31
    8
  4. Per la gestione dei rifiuti dei malati covid, l’asp ha chiesto al comune di occuparsene (come da normativa regionale) e il comune ha fatto orecchie da mercante per settimane. Ve ne dovete andare a casa!!!

    33
    10
  5. E così pure il messinese potrà contare quanti consiglieri comunali si renderanno partecipi di questa sceneggiata delle dimissioni

    33
    8
  6. Sindrome di Stoccolma?

    20
    9
  7. Andrea Baladuzzi 26 Gennaio 2021 11:00

    Questo appello di Pergolizzi è davvero un segnale di debolezza e spero vivamente che non venga accolto dai suoi colleghi. E’ giunto il momento che De Luca si assuma la responsabilità delle sue azioni!
    Ho, invece, apprezzato molto le dichiarazioni del consigliere Massimo Rizzo. Ha perfettamente centrato l’obiettivo di De Luca che, vedendosi mancare il terreno sotto i piedi a causa della mancata rimozione di La Paglia, corre ai ripari tirando in ballo il Consiglio Comunale. Che figuraccia!
    Spero che tutti i colleghi di Rizzo abbiano la stessa dignità, stigmatizzino l’inqualificabile comportamento di De Luca e agiscano di conseguenza impedendogli di usare i Consiglieri come dei figuranti che partecipano ai suoi teatrini.
    Piuttosto mantenga l’impegno assunto e, nel caso non dovesse arrivare la rimozione di La Paglia, si dimetta, salvo poi presentare tutti gli esposti che ritiene per far valere le sue ragioni.
    Per usare la sua stessa metafora ….. se è vero che La Paglia tiene ben stretti tra le mani gli attributi di Razza, è anche vero che, con le sue dimissioni, i suoi di attributi se li è giocati lui stesso.

    38
    8
  8. Solita solfa. La voglia di giocare a questi buontemponi non manca mai, anche in periodi così bui come quelli che stiamo vivendo. Nulla da spartire con la politica, quella vera e di servizio alla comunità. Solo opportunismo e personalismo, voltagabbana di professione.

    38
    8
  9. Deve andare viaaaaaaaaaaaa!!!! Se avete ancora un po’ di dignità non fate continuare questo teatrino che già è da oltre due anni e mezzo che va avanti vergognaaaaaaaaaaaaa

    41
    10
  10. La telenovela continua la scadenza è vicina e pur di non lasciare le poltrone ve le inventate tutte, visto che La Paglia rimarrà al suo posto, disegnate De Luca come nostro salvatore.
    Mentre ha messo in ginocchio un intera città con le sue manie di grandezza.
    Se costui si reputa un uomo deve restare coerente con ciò che promesso e dimettersi ! Anche se ne dubito fortemente

    27
    6
  11. Che personaggi………! Uno meglio dell’altro. Dignità pari allo Zero. Andate tutti a casa che è meglio……

    23
    5
  12. Spero che voi consiglieri comunali abbiate un sussulto di dignità facendo ciò per cui siete stati eletti.No! Non parlo del fatto di intascare il gettone di presenza,ma quello di agire per tutelare la città e i messinesi.De Luca non vi tiene in alcuna considerazione,siete solo i suoi lacchè e in alcune occasioni vi ha umiliato pubblicamente.Adesso vi vuole usare per non perdere la faccia ritirando le dimissioni.Bene!Avete la possibilità di liberarci da questo individuo al quale nonostante le belle parole e le lacrimucce a comando della città non frega nulla,ma la sfrutta per le sue mire alla presidenza della regione.Non date ascolto alla mozione del vostro collega incollato alla poltrona con la più tenace delle colle.Capisco che è dura dover rinunciare ai soldi,ma potrete sempre essere rieletti e molti cittadini che prima sostenevano De Luca potrebbero darvi il loro voto.Un commissariamento a tempo è la soluzione migliore,piuttosto che lasciare la città in mano a un personaggio delirante di onnipotenza.E per un eventuale futuro sindaco…beh secondo me anche la buon’anima di Diego ‘U Babbu farebbe meglio dell’attuale.

    28
    6
  13. Ok Pergolizzi, di sicuro alle prossime elezioni, sempre che io vada a votare, mi ricorderò di te e di Di Luca che state giochicchiando con il “giocattolo Messina”. Dimissioni subito…..senza se e senza ma…..(manch’e e cani signuri).

    28
    5
  14. Pergolizzi chi?

    14
    1
    1. Lo stesso che, a novembre, quando il consiglio doveva votare contro la “zona fucsia” (poi parzialmente sospesa dal TAR), se n’è uscito dall’aula non facendo raggiungere il numero legale e causando il rinvio della votazione.

      7
      0
      1. Un maggiordomo quindi…ho capito!

        3
        0
  15. Insomma non riuscite a capire, dovete andare a casa, è dura staccarvi dalle poltrone.
    Lasciate quelle poltrone a gente più competenti di voi.

    13
    2
  16. Leggo molti commenti di persone che sanno solo criticare, secondo i quali De Luca ha messo in ginocchio la città: ma fatemi il piacere, è l’unico che ci tiene e il suo non è un teatrino. Se oggi la città si trova in questo stato la colpa è nostra visto che non riusciamo a non rispettare le regole. Gente che gira senza mascherine, che forma assembramenti , gente positiva che gira liberamente infettando gli altri ecc. Ma voi ci pensate quante persone stanno soffrendo per la perdita dei loro cari? Chi parla non ha sperimentato tutto questo non ha perso nessuno, se non fosse per il nostro Sindaco adesso saremmo in condizioni ancora peggiori. Riflettete prima di sparlare e scrivere. Fino ad oggi è l’unico Sindaco con gli attributi che non si fa mettere i fili, non è il burattino di nessuno. Se dovessi votarlo lo voterei per mille volte , forza Sindaco non mollare; impariamo prima il senso civico e ad avere rispetto del prossimo.

    0
    15
    1. Se non fosse per la situazione tragica che stiamo vivendo, il suo comnento è proprio da sbellicarsi dalle risate. Messina nelle ultime posizioni della speciale classifica sulla qualità della vita (lavoro, cultura, acqua, spazzatura, isole pedonali, spazi per i bambini e gli anziani) e ancora si confida su Di Luca……mah….

      0
      0
  17. Cari consiglieri non siete degni neanche di un commento…..

    6
    0
  18. Quando parliamo degli inquilini del nostro Comune, mi riferisco anche ai dirigenti e impiegati, noi messinesi lo facciamo come se fossero CCHIDDU CHI PASSAU, al contrario siamo NOI NOI, che abbiamo votato, spesso festeggiando per le strade, Sindaci di CentroDestra e CentroSinistra, e dalle elezioni del 2003 a quelle ultime del 2018, quindici anni, abbiamo collezionato tre COMMISSARI straordinari e gli ultimi due Sindaci, il buon RENATO e l’eccentrico fiumedinisano CATENO, senza maggioranza in Consiglio Comunale, e addirittura DE LUCA senza NESSUN consigliere, PAZZESCO. Le elezioni sono lo specchio di un popolo, quello messinese, è CONFUSO. Tutti i Sindaci ereditano DEBITI, ma anche DEBITI FUORI BILANCIO, e RESIDUI, che non sono gli avanzi del Pranzo di Natale buoni per san Silvestro, ma l’incapacità di riscuotere le ENTRATE accertate o di pagare le SPESE già impegnate. Al 31 dicembre 2019 le ENTRATE non riscosse erano quasi 382 milioni, mentre le USCITE non in pagamento 224 milioni. Avete letto bene? Il nostro è DI FATTO un Comune FALLITO, il Ministro dell’Interno di turno non porta le carte in Tribunale per evitare DISORDINI SOCIALI. E noi imperterriti ne parliamo come se fossero cchiddu chi passau, siamo NOI NOI NOI.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x