Covid. Sicilia a rischio zona rossa tra contagi e paura di Astrazeneca - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Covid. Sicilia a rischio zona rossa tra contagi e paura di Astrazeneca

Rosaria Brancato

Covid. Sicilia a rischio zona rossa tra contagi e paura di Astrazeneca

giovedì 15 Aprile 2021 - 08:08

Mentre in Italia si parla di riaperture la Sicilia rischia due settimane di zona rossa, da domenica 18 fino al 2 maggio

Domani, venerdì 16 aprile, ci sarà il “verdetto” basato sui numeri e quindi sull’Rt che è in continuo aumento. I numeri preannunciano una zona rossa quasi inevitabile per l’isola.

Rischio zona rossa

Sono state settimane difficili per il governo Musumeci, alle prese con l’inchiesta che ha travolto la sanità e portato alle dimissioni dell’assessore Razza (indagato) la cui delega è stata assunta ad interim dal presidente della Regione probabilmente per un lungo periodo. A far scattare il rischio semi lockdown è stata Palermo dove i contagi sono aumentati nonostante 7 giorni di zona rossa. Fino a ieri Musumeci inoltre ha dichiarato nuove zone rosse e deciso la proroga per altre 8. Insomma una situazione molto preoccupante in attesa delle decisioni di domani.

Paura di Astrazeneca

Il paradosso è che mentre in tutta Italia si discute di riaperture e zone bianche la Sicilia sprofonda. Nel mezzo c’è anche l’altissima percentuale di rinunce ad Astrazeneca, associate anche ai decessi che proprio la nostra isola (e Messina) ha visto registrare in correlazione con la vaccinazione. Sui casi dell’avvocato Mario Turrisi e della professoressa Augusta Turiaco si sta indagando ed i lotti sono stati vaccinati e la paura è tanta.

3 giorni “Open Astrazeneca”

La Regione ha lanciato da domani a domenica la campagna vaccinale Open Astrazeneca destinata ESCLUSIVAMENTE a chi ha dai 60 ai 79 anni e non è soggetto fragile. Chi rientra in questa fascia potrà presentarsi in Fiera SENZA PRENOTAZIONE per farsi vaccinare, ma solo con Astrazeneca. Iniziativa resa necessaria dal momento che centinaia di dosi sono rimaste inutilizzate dopo le rinunce. La domanda è: ci sarà fila negli hub per Astrazeneca o vincerà la paura?

Articoli correlati

Tag:

3 commenti

  1. Non vedete che le decisioni prese fino ad oggi in Italia non servono a niente? Ancora zona rossa?l Europa è aperta chiudere Non serve anzi peggiora.

    8
    6
  2. In danimarca lo bloccano……e noi ci facciamo vaccinare x fare contento Musumeci.
    Prima ci devono essere trasparenza e regole uguali x tutta l europa.
    Poi ci possiamo vaccinare.

    5
    5
  3. Se le persone che ne hanno diritto non vogliono AstraZeneca fatelo a chi lo vuole. E’ inutile tenerlo inutilizzato nei magazzini se quelli che dovrebbero farlo non lo vogliono. Fatelo a chi vuole, senza alcuna categoria di appartenenza, e usciamo da questa situazione.

    9
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007