La nipitiddata: il dolce dell'Immacolata della tradizione messinese - Tempostretto

La nipitiddata: il dolce dell’Immacolata della tradizione messinese

Mimma Aliberti

La nipitiddata: il dolce dell’Immacolata della tradizione messinese

lunedì 08 Dicembre 2014 - 08:56
La nipitiddata: il dolce dell’Immacolata della tradizione messinese

La nipitiddata è un dolce tradizionale messinese che si prepara in prossimità dell'Immacolata. In realtà si trova nelle pasticcerie ormai dai primi di dicembre fino a tutto il periodo delle feste, ma vediamo come prepararla in casa.

La nipitiddata o nepitillata, come si trova scritto in certe pasticcerie che cercano di italianizzare un nome dialettale, è il dolcetto messinese dell'Immacolata.

La tradizione lo vuole preparato a ridosso della festa dell'Immacolata ma ormai caratterizza tutto il periodo delle feste natalizie.

Si tratta di un fragrante guscio di pasta frolla, un ripieno morbido, dolce, ricco di fichi secchi, noci, mandorle, spezie, marmellata e un tocco di cioccolato.

La preparazione può sembrare proibitiva, ma non lo è. Certo è una ricetta impegnativa, che richiede un poco di manualità.

Quando però sentirete il profumo che si sprigionerà in casa vi renderete conto che ne è valsa decisamente la pena…

Ingredienti (per 6 persone)
per il guscio esterno

500 g di farina

250 g di burro (o strutto se volete rispettare la tradizione)

150 g di zucchero

4 uova

1 pizzico di sale

latte q.b.

per farcire

1 uovo

350 g di fichi secchi tritati

150 g di gherigli di noce spezzettati

50 g di cioccolato a scaglie

200 g di mandorle tostate e tritate

100 g di uva passa

1 pizzico di cannella

1 chiodo di garofano in polvere

250 g di marmellata di albicocche

1 cucchiaino di scorza di arancia grattugiata

per finire

zucchero a velo

Preparazione
Cominciate con la frolla per la base.

Su una spianatoia disponete la farina a fontana, versate tutto intorno lo zucchero ed al centro il burro tagliato a pezzetti e un pizzico di sale.

Cominciate ad intridere il burro con farina e zucchero velocemente e con la punta delle dita, fino ad avere un composto "a briciole".

A questo punto riformate la fontana e mettete le uova nell'incavo.

Impastate molto velocemente, aggiungendo se occorre qualche cucchiaio di latte.

L'impasto non si deve scaldare altrimenti rischiate di avere una pasta frolla dura e poco friabile.

Quando l'impasto è omogeneo avvolgetelo in un pezzo di pellicola trasparente per alimenti e mettete a riposare in frigorifero per 30 minuti.

Dopo il riposo la pasta frolla è pronta per essere stesa su una spianatoia aiutandosi con un poco di farina per infarinare il piano, e infarinando anche il matterello.

Se non volete impastare a mano potete usare un'impastatrice, un mixer o il bimby. In questo caso fate andare il robot con farina, zucchero, burro e sale per pochi istanti, andando a impulsi (anche gli elettrodomestici scaldano l'impasto), quando il composto a briciole si è formato aggiungete le uova e fate andare pochi secondi, se serva aggiungete un paio di cucchiai di latte. Appena si forma una palla di impasto spegnete il robot utilizzato. Mettete l'impasto su un piano e finite l'impasto a mano.

Avvolgete in pellicola e procedete allo stesso modo.

Stendete la frolla in una sfoglia sottile e ricavate dei dischetti di 12 cm di diametro.

Tritate la frutta secca del ripieno, unite la cannella, il chiodo di garofano, la marmellata, la scorza d'arancia e l'uovo. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a rendere omogenea la farcia.

Mettete un paio di cucchiaini di pieno su ogni dischetto e richiudete i margini come se fosse un fagottino. Se volete potete creare dei tagli in maniera che la frolla formi dei "petali" sul ripieno. Scaldate il forno a 150 °C e, quando è a temperatura, infornate per circa 40 minuti.

Durante la cottura, le nipitiddate si apriranno facendo vedere il ripieno.

Una volta sfornate fate raffreddare e spolverate con zucchero a velo.

Mimma Aliberti

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007