De Luca rispolvera il Direttore generale. Russo e Calabrò: "Il SalvaMessina diceva altro" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

De Luca rispolvera il Direttore generale. Russo e Calabrò: “Il SalvaMessina diceva altro”

Francesca Stornante

De Luca rispolvera il Direttore generale. Russo e Calabrò: “Il SalvaMessina diceva altro”

venerdì 31 Gennaio 2020 - 14:58
De Luca rispolvera il Direttore generale. Russo e Calabrò: “Il SalvaMessina diceva altro”

I consiglieri del Pd Russo e Calabrò puntano la lente di ingrandimento e chiedono a De Luca di ritirare o sospendere la nomina a direttore generale dell'attuale segretaria generale

I consiglieri Alessandro Russo e Felice Calabrò puntano i riflettori sulla recente nomina di Direttore generale della Segretaria generale Rossana Carrubba. Il sindaco De Luca non solo ha deciso di attribuirgli queste funzioni, ma lo ha fatto con tanto di compenso, così come prevede la legge. “Dimenticando” tutto ciò che aveva dichiarato quando salutò l’ex segretario e direttore Antonio Le Donne. Fresco di elezione, De Luca aveva affermato che la figura del direttore generale non rientrava nel suo progetto politico e sarebbe stata eliminata dalla pianta organica per ridurre i costi.

Invece, appena un anno e mezzo dopo, ha siglato prima un decreto sindacale e poi una delibera di giunta con cui ha attribuito le funzioni di Direttore generale e determinato la relativa indennità. I consiglieri Russo e Calabrò vanno oltre quelle che erano state le semplici dichiarazioni di De Luca e ricordano che tra le misure del Salva Messina, votato proprio per il risanamento finanziario dell’Ente, era stata prevista la soppressione di questa figura. Proprio per contenere la spesa. Lo stesso era avvenuto con la rimodulazione del Piano di riequilibrio.

Invece lo scorso 30 dicembre alla segretaria Carrubba sono state attribuite le funzioni di direttore generale. Stabilendo anche un’indennità annuale extra di 40 mila euro per lo svolgimento di questo incarico.

Per Calabrò e Russo però ci sono pochi dubbi: il decreto sindacale con cui De Luca ha attribuito quelle funzioni è in palese contrasto con la delibera votata dal consiglio per la rimodulazione del Piano di riequilibrio. E poi l’indennità annuale di 40 mila euro cozza con l’obiettivo di risanamento economico finanziario dell’ente.

Dunque la richiesta è chiara e precisa: annullare o revocare in autotutela il decreto sindacale e poi la conseguente delibera di giunta con cui il sindaco e l’amministrazione De Luca hanno conferito le funzioni di Direttore generale alla Segretaria generale Rossana Carrubba. 

Tag:

Un commento

  1. Gaetano De Lorenzo 31 Gennaio 2020 17:25

    La dottoressa Carrubba si è dimostrata una risorsa preziosa per il comune di Messina. Da decenni a questa parte è l’unica dirigente attenta al risultato dell’amministrazione ed è pronta ad assumersene la responsabilità.
    I consiglieri Calabrò e Russo farebbero meglio a cercare altri argomenti per apparire protagonisti.

    3
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x