Via Pascoli. Un cittadino segnala cumuli di rifiuti e topi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Via Pascoli. Un cittadino segnala cumuli di rifiuti e topi

Claudio Panebianco

Via Pascoli. Un cittadino segnala cumuli di rifiuti e topi

lunedì 14 Settembre 2015 - 07:58
Via Pascoli. Un cittadino segnala cumuli di rifiuti e topi

Vincenzo Capomolla, lettore di Tempostretto.it e residente in Via Giovanni Pascoli, ha segnalato, prima al Servizio Comunale ed al Comando dei Vigili Urbani e poi al Sindaco Accorinti e all'Assessore Ialacqua, la situazione di degrado in cui si trova la zona in cui vive, dove i cumuli di rifiuti sono presenti da settimane e i topi scorrazzano liberamente. Il cittadino non ha ancora ricevuto risposta

I cittadini esasperati sbattono ora i pugni sul tavolo, tornando ad alimentare un discorso importante quanto interessante: la pulizia delle strade. La questione "munnizza" a Messina sembra quasi un eterno ritorno nietzschiano, quando si smette di parlarne ecco che si ricomincia a palesare nuovamente il problema. Vincenzo Capomolla, lettore di Tempostretto.it, ha tirato in ballo, ormai stanco, le istituzioni senza purtroppo ricevere risposta.
Residente in Via Giovanni Pascoli, arteria parallela alla centralissima Via Tommaso Cannizzaro, il cittadino, fattosi portavoce dello stato d'animo del resto degli abitanti della zona, denuncia uno stato di degrado al limite della sopportazione: cumuli di rifiuti sono infatti padroni indiscussi della strada, aperta a parcheggi liberi e passeggio di pedoni. I topi, inoltre, scorrazzano senza sosta, presentandosi come un disagio non solo per il decoro urbano ma anche e soprattutto per la salute degli abitanti.

Il Signor Vincenzo si era rivolto il 12 Agosto al Servizio Comunale ed al Comando dei Vigili Urbani, senza però ottenere lumi. Il 24 Agosto ha provato ad attirare l'attenzione del Sindaco Renato Accorinti e dell'Assessore all'Ambiente Daniele Ialacqua, esponendo la situazione e chiedendo un intervento rapido. Anche in questo caso il grido di aiuto si è spento in un nulla di fatto.

"Siamo costretti ad evidenziare la situazione", conclude il lettore nella segnalazione, "preannunciando che non ci potremo fermare finché non sarà ristabilito il diritto ad una situazione di normale e duratura vivibilità".

Claudio Panebianco

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

6 commenti

  1. Per comprendere il boicottaggio contro ACCORINTI sui RIFIUTI, portato dai padroni delle DISCARICHE e da lucrava sul trasporto e sulle emergenze, supportati dai loro amici in Consiglio Comunale, leggetevi la delibera di cui fornisco il link, in cui RENATO sindaco è costretto a ribadire, a muso duro, alla burocrazia comunale e a quella di AMAM gli indirizzi in merito alla manutenzione del verde, di cui sicuramente non è contento. La delibera è impeccabile, dopo questo atto amministrativo, peraltro preceduto da altri, RENATO sindaco non può fare altro che sostituirsi a quelle donne senza divisa, vaganti smarrite per il verde della città. CHI SONO? http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2015/Docs39692/574.pdf

    0
    0
  2. Per comprendere il boicottaggio contro ACCORINTI sui RIFIUTI, portato dai padroni delle DISCARICHE e da lucrava sul trasporto e sulle emergenze, supportati dai loro amici in Consiglio Comunale, leggetevi la delibera di cui fornisco il link, in cui RENATO sindaco è costretto a ribadire, a muso duro, alla burocrazia comunale e a quella di AMAM gli indirizzi in merito alla manutenzione del verde, di cui sicuramente non è contento. La delibera è impeccabile, dopo questo atto amministrativo, peraltro preceduto da altri, RENATO sindaco non può fare altro che sostituirsi a quelle donne senza divisa, vaganti smarrite per il verde della città. CHI SONO? http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2015/Docs39692/574.pdf

    0
    0
  3. Si deve trattare, PER FORZA!!!!!!!!!!!!, di un disguido.
    La città, grazie allo scalzo tibetano, è pulita, linda e profumata.
    Le strade sono lavate, i cassonetti in perfetta efficienza e puliti.
    Per terra nemmeno una carta di caramelle od un pacchetto di sigarette.
    Non escludo il sabotaggio da parte di quellichec’eranoprima, per gettare discredito su una amministrazione efficiente e competente.
    Chiedo che del caso si interessi la forza pubblica, per snidare e punire i vili ed i codardi che vogliono danneggiare l’unica amministrazione efficiente ed onesta di tutta la storia di Messina, almeno dal 757 a.c.
    George.

    0
    0
  4. Si deve trattare, PER FORZA!!!!!!!!!!!!, di un disguido.
    La città, grazie allo scalzo tibetano, è pulita, linda e profumata.
    Le strade sono lavate, i cassonetti in perfetta efficienza e puliti.
    Per terra nemmeno una carta di caramelle od un pacchetto di sigarette.
    Non escludo il sabotaggio da parte di quellichec’eranoprima, per gettare discredito su una amministrazione efficiente e competente.
    Chiedo che del caso si interessi la forza pubblica, per snidare e punire i vili ed i codardi che vogliono danneggiare l’unica amministrazione efficiente ed onesta di tutta la storia di Messina, almeno dal 757 a.c.
    George.

    0
    0
  5. VI DOMANDATE PERCHE’ CI SONO TATI TOPI IN CITTA’? NON PERCHE’ PREFERISCONO UNA CITTA TURISTICA, MA PERCHE’ L’AMICO DEGLI ANIMALI SEMPLICEMENTE NON LI AMMAZZA VEDETE LA SUA FILOSIFIA ORIENTALE. POVERI ILLUSI PRIMA VIENE DI TUTTO LA PULIZIA E LA SANITA’ PUBBLICA E POI LE CAZZATE DA DISCUSSIONI DI POMERIGGI QUANDO SI STUDIAVA. INOLTRE, SAPETE LA CD RELIGIONE O FILOSOFIA ORIENTALE QUANTE MALATTIE PRODUCE IN ASIA PERCHE’ NON AMMAZZANO I TOPI? ABBASTANZA. HO GIA’ SCRITTO E LO RIPETO CHE DEVE INTERVENIRE IL PREFETTO, SEMPRE SE HA ANCORA L’AUTORITA’ DI AGIRE, E CON PROPRIO DECRETO, DOPO AVER INFORMATO IL GOVERNO DI ROMA, DESTITUIRLO. MA DEVE PENSARE ALLA CITTA’ E NON AL PROPRIO UFFICIO DORATO E RIVERITO

    0
    0
  6. VI DOMANDATE PERCHE’ CI SONO TATI TOPI IN CITTA’? NON PERCHE’ PREFERISCONO UNA CITTA TURISTICA, MA PERCHE’ L’AMICO DEGLI ANIMALI SEMPLICEMENTE NON LI AMMAZZA VEDETE LA SUA FILOSIFIA ORIENTALE. POVERI ILLUSI PRIMA VIENE DI TUTTO LA PULIZIA E LA SANITA’ PUBBLICA E POI LE CAZZATE DA DISCUSSIONI DI POMERIGGI QUANDO SI STUDIAVA. INOLTRE, SAPETE LA CD RELIGIONE O FILOSOFIA ORIENTALE QUANTE MALATTIE PRODUCE IN ASIA PERCHE’ NON AMMAZZANO I TOPI? ABBASTANZA. HO GIA’ SCRITTO E LO RIPETO CHE DEVE INTERVENIRE IL PREFETTO, SEMPRE SE HA ANCORA L’AUTORITA’ DI AGIRE, E CON PROPRIO DECRETO, DOPO AVER INFORMATO IL GOVERNO DI ROMA, DESTITUIRLO. MA DEVE PENSARE ALLA CITTA’ E NON AL PROPRIO UFFICIO DORATO E RIVERITO

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007