Deridono e minacciano un coetaneo minorenne. La Polizia ferma bullismo - Tempo Stretto

Deridono e minacciano un coetaneo minorenne. La Polizia ferma bullismo

Redazione

Deridono e minacciano un coetaneo minorenne. La Polizia ferma bullismo

sabato 18 Maggio 2019 - 10:11
Deridono e minacciano un coetaneo minorenne. La Polizia ferma bullismo

Non sono imputabili perché hanno meno di 14 anni. La Polizia ha cancellato il video fatto girare su Whatsapp

L’hanno costretto a spogliarsi, con pressioni e minacce, poi l’hanno ripreso con il cellulare ed hanno diffuso il video su Whatsapp. La vittima è un ragazzino, preso di mira dai suoi coetanei.

I genitori avevano deciso di chiedere aiuto alla Polizia. Gli agenti del Commissariato di Capo d’Orlando, coordinati dalla Procura del Tribunale dei Minorenni di Messina, hanno così ricostruito l’accaduto, raccogliendo testimonianze e facendo accertamenti sui telefoni sequestrati.

Sui responsabili, ragazzi di età inferiore a 14 anni, quindi non imputabili, è stato dichiarato il non luogo a procedere. Così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, la Polizia ha provveduto alla cancellazione del video e alla distruzione dei telefoni con i quali è stato realizzato.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007