Comune di Milazzo, mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Pino - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Comune di Milazzo, mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Pino

Serena Sframeli

Comune di Milazzo, mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Pino

giovedì 06 Marzo 2014 - 14:28
Comune di  Milazzo, mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Pino

A presentarla e mettere per primo la propria firma è Giuseppe Marano, consigliere e Capogruppo dei Verdi/Green Italia. Affinché passi la sfiducia, occorrono ora 20 voti in Consiglio comunale

Mozione di sfiducia in consiglio comunale nei confronti del sindaco Carmelo Pino. A presentarla e mettere per primo la propria firma è Giuseppe Marano, consigliere comunale e Capo Gruppo dei Verdi/Green Italia.

Non è più possibile aspettare, bisogna mandare immediatamente a casa il sindaco del dissesto, il sindaco delle tasse, il sindaco del disastro politico e ambientale di questo territorio”. Queste le dure parole di Marano che accusa Pino di essere “l'unico sindaco in Italia a volere il dissesto, l'unico comune d'Italia ad avere approvato il bilancio del 2010 mentre dei documenti contabili 2011, 2012 e 2013 non se ne sa nulla e questo di per se è un fatto gravissimo”.

Un sindacoprosegue Maranoche non fa nulla per tutelare la salute dei cittadini, investiti costantemente da fortissimi odori di gas, nonostante le relazioni dell'Arpa Sicilia già nel 2012 hanno individuato la provenienza dai cicli produttivi della Raffineria di Milazzo e che esiste un problema di salute pubblica. Adesso ci aspettiamo un segnale di grande responsabilità da tutti i consiglieri comunali e le forze politiche in maniera pubblica e trasparente affinché si arrivi in tempi celeri al numero necessario di 20 firme per approvare nel primo consiglio comunale utile la medesima mozione di sfiducia e potere ridare voce ai cittadini”.

Assoluta assenza di rigore amministrativo, equità, progettualità e trasparenza, nonché omissioni, esautorazione del consiglio e disconoscimento dei diritti dei consiglieri: sono queste solo alcune delle motivazioni avanzate da Marano per motivare la mozione di sfiducia. Marano parla poi “ di una città paralizzata, un’amministrazione asfittica, un sindaco illusionista incapace di affrontare i problemi ambientali, vere e proprie emergenze che originano pericolo per l’uomo e l’ambiente”.

A firmare con Marano la mozione di sfiducia ci sono i consiglieri Damiano Maisano, Alessio Andaloro, Roberto Mellina, Massimo Bagli e Francesco Alesci.

Serena Sframeli

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Pino? In dialetto come si dice? S’aviriuni caddari a facci…

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007