La Sicilia diventa "solare" e le scuole messinesi si adeguano - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

La Sicilia diventa “solare” e le scuole messinesi si adeguano

Ilaria Raffaele

La Sicilia diventa “solare” e le scuole messinesi si adeguano

venerdì 14 Dicembre 2012 - 15:29
La Sicilia diventa “solare” e le scuole messinesi si adeguano

In arrivo dall'Unione europea fondi per installare pannelli fotovoltaici negli enti pubblici della Regione. A Messina hanno aderito al progetto otto scuole, ma c'è ancora tempo per richiedere i fondi

Il decreto che approva la graduatoria è del 22 ottobre scorso, ma il bando resta aperto a chi volesse partecipare fino a tutto il 2013. A Messina sono state otto scuole ad aggiudicarsi i fondi previsti dal Piano operativo dell' Unione europea Fesr 2007/2013 istituito per incentivare l'uso delle energie "verdi" (cioè a basso impatto ambientale) e in particolare l'installazione di pannelli fotovoltaici negli enti locali.

Un progetto che già nel nome ha la sua missione: Fesr sta infatti per Fondo europeo di sviluppo regionale ed è uno degli strumenti che l'Unione europea mette a disposizione delle Regioni economicamente svantaggiate per mettersi allo stesso livello della media europea. Si legge sul sito del progetto che l'obiettivo è “innalzare e stabilizzare il tasso di crescita medio dell’economia regionale, attraverso il rafforzamento dei fattori di attrattività di contesto e della competitività di sistema delle attività produttive, in un quadro di sostenibilità ambientale e territoriale e di coesione sociale”.

In Sicilia Fesr porterà un fiume di denaro: oltre 42 milioni e mezzo di euro che si riverseranno nelle casse dei soggetti pubblici della nostra regione per dotarli di impianti fotovoltaici. La città di Messina non fa la parte del leone in questo bando, ma si è comunque aggiudicata dei finanziamenti: poco più di 3 milioni di euro. Con questi soldi diventeranno "scuole fotovoltaiche" la Beata Eustochia, la Salvo D'Acquisto, la Francesco Petrarca, la Giacomo Leopardi, la Vann'Antò, la Luigi Pirandello, la Cesare Battisti e l'Annibale Maria di Francia. (Ilaria Raffaele)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x