Bando per i giovani e la rigenerazione urbana. Il Comune presenta domanda ma viene escluso - Tempostretto

Bando per i giovani e la rigenerazione urbana. Il Comune presenta domanda ma viene escluso

Bando per i giovani e la rigenerazione urbana. Il Comune presenta domanda ma viene escluso

lunedì 08 Agosto 2016 - 22:07

L’obiettivo era la riqualificazione dell’Arena Cicciò, al Palacultura. La capogruppo consiliare del Partito Democratico, Antonella Russo, chiede di conoscere i motivi di esclusione dalla partecipazione all’avviso pubblico. “Pare sia la mancata firma digitale nella domanda – scrive -. Quanti soldi sono stati persi? E chi ha sbagliato pagherà?”

“Giovani RiGenerAzioni Creative” è un avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali di sviluppo della creatività giovanile per la rigenerazione urbana, pubblicato dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci). Entro il 10 giugno i Comuni interessati dovevano presentare la domanda di partecipazione per il finanziamento, disposto dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale e posto a carico dell’istituito “Fondo per le Politiche Giovanili”.

Il Comune di Messina ha partecipato ma la domanda di partecipazione è stata esclusa dalla valutazione di merito, per violazione del punto 7.1 lettera d) dell'Avviso, mentre molti altri Comuni, tra cui quelli vicini di Catania e Siracusa, sono stati ammessi alla valutazione nel merito dei relativi progetti.

Il punto 7.1/d esclude le domande “mancanti di tutte o parte delle informazioni richieste dall’Avviso e/o non corredate da tutta la documentazione di cui al precedente punto 6.1.”. A sua volta il punto 6.1. del bando prevede che “per partecipare alla selezione i Comuni dovranno predisporre e inviare la seguente documentazione: Domanda di partecipazione, Allegato A dell’Avviso, compilata e firmata digitalmente dal sindaco o da soggetto dallo stesso appositamente delegato alla sottoscrizione (in tale ultimo caso occorre allegare specifica delega/procura)”.

Tutta la premessa è della capogruppo consiliare del Partito Democratico, Antonella Russo, che ha inviato un’interrogazione urgente al sindaco Renato Accorinti e all’assessora alle politiche giovanili, Daniela Ursino, per sapere “se il motivo dell’esclusione sia stato, come pare, la mancata firma digitale della domanda di partecipazione del Comune di Messina; se sia vero che a causa di questo o altro errore il Comune ha perso la possibilità di ottenere un consistente finanziamento e se, ancora, ciò ha comportato possibili perdite lavorative per i giovani della città”.

Il progetto per il quale il Comune aveva presentato domanda – riporta ancora la Russo – era la riqualificazione dell’Arena Cicciò, al Palacultura, per destinare lo spazio alla città e soprattutto alle iniziative culturali giovanili. “A chi bisogna attribuire la responsabilità dell’esclusione dal bando – chiede infine la consigliera -? E quali iniziative, anche sanzionatorie, si intendono eventualmente adottare a carico dei soggetti che saranno individuati quali responsabili dell’errore?”.

Tag:

2 commenti

  1. MessineseAttenta 9 Agosto 2016 11:54

    A quellicheceranoprima.
    Ovvio, no?

    0
    0
  2. MessineseAttenta 9 Agosto 2016 11:54

    A quellicheceranoprima.
    Ovvio, no?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007